Ultime ricette

Obama è un presidente di buoni alimentari?

Obama è un presidente di buoni alimentari?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Con 47 milioni di americani in buoni pasto, di chi è la colpa?

Il presidente Obama è sotto tiro dal campo repubblicano per un picco nella partecipazione al programma di buoni alimentari.

Secondo l'USDA, un record di 46,7 milioni di americani hanno partecipato al Programma di assistenza nutrizionale supplementare a giugno, altrimenti noto come buoni alimentari, e il costo annuale è più che raddoppiato negli ultimi quattro anni.

I repubblicani, in particolare la campagna di Mitt Romney, si sono lanciati sulla statistica, usandola come prova che l'America sta peggio sotto il presidente Obama. Newt Gingrich è arrivato al punto di chiamare Obama il "presidente dei buoni alimentari".

Ma è vero?

Tad DeHaven del Cato Institute sostiene che la colpa per l'esplosione del programma ricade su entrambi i lati del corridoio, grazie a una legge agricola del 2002 (passata sotto una Camera controllata dai repubblicani e George W. Bush come presidente) che ha notevolmente ampliato i benefici.

L'Huffington Post difende Obama mettendo le cose sotto un bicchiere mezzo pieno, citando i numeri sull'uso dei buoni alimentari negli ultimi quattro anni. Secondo l'USDA, l'utilizzo dei buoni alimentari è aumentato del 23% durante il primo anno in carica del presidente, ma è cresciuto solo del 3% negli ultimi 12 mesi.

Come dice DeHaven, "L'amministrazione Obama merita certamente di essere pesantemente criticata per la crescita della dipendenza dal governo, ma è difficile vedere l'improvvisa scoperta [repubblicana] della religione come qualcosa di più della politica standard".


Newt Gingrich definisce il presidente Obama un "presidente dei buoni pasto"

Newt Gingrich partecipa ufficialmente alla corsa presidenziale del 2012 da meno di una settimana e l'ex presidente della Camera della Georgia, che a volte è incline alla gaffe, ci ha già messo piede.

Parlando a una convention del GOP in Georgia lo scorso fine settimana, Gingrich ha definito il presidente Obama il "presidente di buoni alimentari di maggior successo" nella storia della nazione.

“Vuoi essere un Paese che crea buoni pasto? Nel qual caso, francamente, Obama è un enorme successo: il presidente di buoni alimentari di maggior successo nella storia americana. O vuoi essere un Paese che crea posti di lavoro?" Gingrich ha detto in un discorso che ha pronunciato. "Vorrei essere il presidente di stipendio di maggior successo nella storia americana."

In un'apparizione su "Meet the Press" della NBC questa settimana, l'ospite David Gregory ha mostrato il video del discorso e ha detto che ci sono molte persone che potrebbero pensare che abbia usato "un linguaggio codificato con sfumature razziali" per esprimere il suo punto.

“È bizzarro. Questo tipo di riferimento automatico al razzismo", ha detto Gingrich, aggiungendo che con 47 milioni di americani che ricevono buoni pasto il presidente deve essere ritenuto responsabile.

Gingrich ha anche accusato Obama della recessione e dei gravi problemi economici e sociali che Detroit sta vivendo. Crede che le politiche del presidente rispecchino le politiche che hanno distrutto Detroit.

“Il sistema Obama ci condurrà verso Detroit e la distruzione. Penso che abbiamo bisogno di un percorso nuovo di zecca che sia un percorso di creazione di posti di lavoro. E una delle cose centrali di questa campagna saranno gli stipendi contro i buoni pasto", ha detto Gingrich.

Razzista o no, le sue affermazioni sono molto ingiuste. Come si può incolpare un presidente per un crollo economico avvenuto prima ancora che fosse eletto in carica?


Barack Obama è il presidente dei buoni alimentari

Newt Gingrich ha iniziato a caratterizzare il presidente Barack Obama come "il presidente dei buoni pasto". Questa descrizione dell'attuale occupante del 1600 di Pennsylvania Avenue è di fatto corretta, sia in senso stretto che generale. Affermare questa verità fondamentale non rende Gingrich o chiunque altro un razzista, come i mercanti diffamatori di sinistra nel governo, nel Partito Democratico e nella stampa dell'establishment vogliono che l'America creda.

La partecipazione al programma di buoni alimentari, tecnicamente noto come SNAP (Programma di assistenza nutrizionale supplementare), è aumentata del 44% da 32,0 milioni di gennaio 2009 a 46,2 milioni di ottobre 2011, ultimo mese per il quale sono disponibili i dati. Durante quel periodo, l'indennità mensile media per persona è aumentata di oltre il 18% da $ 114 a $ 135, anche se i costi del cibo consumato a casa sono aumentati solo del 5% e anche se i benefici lordi prima delle detrazioni per reddito e patrimonio tre anni fa si avvicinava approssimativamente a quanto era necessario per mantenere un'alimentazione adeguata con un "piano alimentare parsimonioso". 8221 I costi mensili del programma sono aumentati di oltre il 70%, da 3,6 miliardi di dollari a 6,2 miliardi di dollari.

I cosiddetti “fact-checker” sulla stampa si stanno ovviamente concentrando sull'affermazione di Gingrich (per ora) leggermente sbagliata secondo cui Barack Obama ha messo più persone sui buoni pasto di qualsiasi altro presidente nella storia americana. ” Non è esattamente un enorme, soprattutto in confronto alle urla di Obama come “Se ti piace il tuo piano di assistenza sanitaria, sarai in grado di mantenere il tuo piano di assistenza sanitaria” e “Mia madre, che era auto- impiegato, non disponeva di un'assistenza sanitaria affidabile,” o addirittura “Le strutture di detenzione di Guantanamo … saranno chiuse non appena possibile, e non oltre 1 anno dalla data (22 gennaio 2009) di questo ordine .” Gli hacker della stampa che hanno falsamente affermato negli ultimi giorni (esempi qui, qui e qui) che più americani erano in buoni pasto sotto Bush che sotto Obama stanno facendo sembrare Gingrich come George Washington in confronto a questo problema.

I rotoli di buoni alimentari sono infatti aumentati di 14,7 milioni sotto George W. Bush rispetto a “solo” 14,2 milioni sotto Obama (finora). Ma la cifra di Bush corrisponde a una media di circa 153.000 destinatari aggiuntivi al mese durante i suoi otto anni in carica. Le aggiunte mensili durante i primi 33 mesi segnalati di Barack Obama sono state in media di 431.000. Durante gli anni relativamente forti dell'economia dal 2005 al 2007, i rotoli di buoni alimentari sono rimasti relativamente stabili a 25-27 milioni. Nell'ultimo anno fiscale sotto Obama, mentre l'economia ha aggiunto oltre 1,6 milioni di posti di lavoro destagionalizzati, i rotoli di buoni alimentari sono ancora cresciuti di oltre 3,3 milioni. Infine, la spesa del programma di buoni alimentari sotto Obama è sulla buona strada per superare tutto ciò che è stato speso durante gli otto anni di Bush entro giugno, il 41° mese dell'amministrazione.

Più in generale, gli omaggi alimentari sotto tutte le forme sono esplosi sotto Obama. I costi del programma alimentare scolastico sono aumentati del 22% negli ultimi tre anni fiscali, anche se dovrebbe essere ovvio che il governo sta già pagando molti genitori di bambini per nutrirli attraverso buoni pasto. Donne, neonati e bambini? In aumento del 16%. Altri programmi di distribuzione alimentare? Aumento del 52%. Con tutta questa spesa, qual è il principale problema legato all'alimentazione che deve affrontare il Paese, ancor più tra i poveri che tra la popolazione generale? Hai indovinato: obesità.

Quando la prima delle false “sfide dei buoni alimentari” iniziò ad apparire in tutto il paese circa cinque anni fa, Mona Charen scrisse:

Perché ogni volta che ascolti un democratico senti che l'anno è il 1966? Sembrano vivere in una distorsione temporale in cui non sono stati fatti progressi su relazioni razziali, povertà, malnutrizione infantile e così via.

Davvero. Le “sfide dei buoni alimentari” si verificano ancora abbastanza frequentemente — otto membri del Congresso democratico hanno partecipato a una alla fine dell'anno scorso progettata per “dimostrare” che non potevano nutrirsi con $ 4,50 al giorno — nonostante i benefici per persona sono superiori del 50% rispetto a quando è stata concepita l'idea.

Per quanto riguarda il riferimento di Charen alle relazioni razziali, la più grande calunnia proveniente dai difensori dell'indifendibile è che chiunque sottolinei che i programmi federali di assistenza alimentare sono troppo costosi, duplicano i servizi, mancano di controlli appropriati e hanno criteri di ammissibilità che sono lontani troppo generoso deve essere un razzista. Ann Curry della NBC si è rivolta a Gingrich con quell'affermazione arrogante il 19 gennaio, chiedendogli, alla luce delle sue critiche da “buon presidente”, “Stai intenzionalmente giocando la carta della razza per vincere voti?”

La risposta di Gingrich è stata abbastanza buona:

Quando i conservatori si preoccupano dei poveri e i conservatori offrono idee per aiutare i poveri, e i conservatori suggeriscono che i poveri preferirebbero avere uno stipendio piuttosto che un buono pasto, gli stessi liberali che li hanno delusi in posti come il New York Times urlano prontamente "razzismo", perché non hanno alcuna difesa per il fallimento delle istituzioni liberali che hanno intrappolato bambini poveri in cattive scuole, intrappolati in quartieri degradati, intrappolati in situazioni di criminalità. Le soluzioni liberali hanno fallito e la loro unica risposta è gridare “razzismo” e nascondersi.

Detto questo, Newt avrebbe potuto e avrebbe dovuto spingersi oltre e ha rivolto l'accusa di razzismo a Curry e agli editorialisti che ha citato al Volte — come dovrebbero fare tutti i conservatori sensibili di fronte a una melma simile.

Vedete, Curry credeva che la sua domanda fosse valida solo perché presumeva che i neri costituissero una quota selvaggiamente sproporzionata di destinatari di buoni pasto. Non lo fanno. Nel 2010, la popolazione che viveva in povertà come definita dal Census Bureau era il 23% di neri. Nell'anno fiscale 2011, i neri che hanno identificato la loro razza costituivano il 22% di tutti i destinatari di buoni alimentari e il 30% di coloro che si sono autoidentificati la loro razza (il 27% dei partecipanti non si è identificato).

Quindi, Ann Curry e tutti voi di sinistra, perché pensate che i partecipanti al programma di buoni alimentari siano sproporzionatamente neri quando chiaramente non è così? È abbastanza razzista per te crederlo, e non avresti fatto la domanda se non l'avessi fatto.

Criticare il programma di buoni alimentari e il presidente che lo ha sviluppato come nessun altro predecessore non riguarda il razzismo. Si tratta di controllarne i costi, assicurandosi che i benefici vadano solo a chi ne ha bisogno, escogitando modi per rendere le persone autosufficienti al punto in cui non hanno più bisogno di partecipare — e mandando il ragazzo sotto il quale il programma& La crescita irresponsabile di #8217 si è verificata fino alla pensione.


Pres. Obama firma Farm Bill

I tagli ai buoni alimentari sono una componente di un massiccio conto omnibus che include anche miliardi di dollari in assicurazioni sul raccolto e vari altri programmi e sussidi che coinvolgono l'agricoltura americana. Prima di firmare la legislazione, il presidente Obama l'ha elogiata come un esempio di soluzione bipartisan dei problemi che aiuterebbe a creare posti di lavoro ea far progredire l'economia americana.

"Il Congresso ha approvato un Farm Bill bipartisan che farà una grande differenza nelle comunità di tutto il paese", ha affermato il presidente.

Le osservazioni di Obama si sono concentrate anche molto sulla disuguaglianza economica, che in precedenza ha definito "la sfida decisiva del nostro tempo". Il Farm Bill, ha detto, "darebbe più possibilità agli americani".

Quando i repubblicani della Camera hanno inizialmente chiesto un taglio dei buoni alimentari tra $ 20,5 miliardi e $ 39 miliardi, la Casa Bianca ha minacciato di porre il veto a entrambe le proposte. Durante il suo discorso di venerdì, il presidente non ha detto se era soddisfatto della cifra finale di 8,7 miliardi di dollari, né ha nemmeno menzionato i tagli. Invece, ha elogiato il programma di buoni alimentari e ha affermato che il Farm Bill finale ha preservato i benefici tanto necessari.


Condizioni economiche

Dal 1970 fino a circa un decennio fa, l'iscrizione annuale media è aumentata o diminuita grosso modo con le condizioni economiche. La cifra è diminuita solo una volta da allora, in parte perché le politiche adottate sotto il presidente George W. Bush hanno incoraggiato le persone più idonee a richiedere aiuti, ha affermato David Armor, professore emerito di politiche pubbliche alla George Mason University di Fairfax, in Virginia.

Questo, insieme ai soldi aggiuntivi per i buoni pasto nel disegno di legge di stimolo economico del 2009, ha spiegato l'aumento della spesa del programma dal 2008, ha affermato. Ha anche portato a richieste di cambiamento da parte di Gingrich, del concorrente repubblicano alla presidenza Mitt Romney e di altri.

Gingrich, un ex deputato georgiano e presidente della Camera, ha dichiarato ieri nello show della NBC di oggi, che ha iniziato a chiamare Obama il presidente dei buoni pasto nel ciclo elettorale del 2010. Ha detto che le politiche del presidente “have hanno messo più americani in buoni pasto di qualsiasi altro presidente nella storia.”

Un'e-mail alla sua campagna di ieri alla ricerca di commenti non ha ricevuto risposta.


Volti di povertà

Ma questi numeri da soli non raccontano tutta la storia.

Le iscrizioni ai buoni pasto sono in aumento da oltre un decennio. Il presidente Bush ha lanciato una campagna di reclutamento, che ha fatto aumentare la partecipazione media del 63% durante i suoi otto anni in carica.

Quasi lo stesso numero di persone - 11 milioni - ha aderito al programma durante le amministrazioni Bush e Obama, secondo i registri del Dipartimento dell'Agricoltura. Naturalmente, il salto durante il mandato di Obama è avvenuto in soli tre anni.

Inoltre, i buoni pasto sono disponibili per chiunque soddisfi i criteri, generalmente con un reddito netto mensile al di sotto della soglia di povertà - circa $ 18.500 all'anno per una famiglia di tre persone - e un patrimonio di $ 2.000 o meno. Anche con il ramp-up, si stima che uno su quattro americani ammissibili non partecipi, secondo il Center on Budget and Policy Priorities di sinistra.

Gran parte di ciò che sta guidando la ripida salita delle iscrizioni è la peggiore recessione economica della nazione dalla Grande Depressione, quando è stato creato il programma di buoni alimentari.

I buoni pasto sono diventati un'ancora di salvezza per milioni di disoccupati di lunga durata. Secondo il Comitato economico congiunto del Congresso, più del 20% dei disoccupati da più di sei mesi ha ricevuto benefici.

"Il programma è progettato per rispondere alle flessioni economiche e ha soddisfatto le esigenze esistenti", ha affermato Dorothy Rosenbaum, analista politico senior del centro. "Questi aumenti sono temporanei"

Tuttavia, Gingrich potrebbe avere un punto nel dipingere Obama come un presidente di diritto, ha affermato Robert Rector, ricercatore senior presso la conservatrice Heritage Foundation. La spesa per programmi basati sul reddito, come i buoni pasto, è aumentata di un terzo a 900 miliardi di dollari sotto Obama. Ci sono 70 programmi di questo tipo.

"Sta espandendo massicciamente la spesa per i programmi relativi al benessere", ha detto Rector. "I Buoni alimentari sono un simbolo di quella crescita"


Grafico: Obama è davvero il presidente del "francobollo"?

Nel suo discorso sulla vittoria della Carolina del Sud, Newt Gingrich ha insultato il presidente Obama e lo ha denigrato definendolo il presidente del "buono alimentare" e "mdashas" se è un'idea ripugnante aiutare gli americani quando sono in difficoltà. In ogni caso, mi ha ispirato a tracciare alcuni dati.

Ho calcolato la percentuale della popolazione civile non istituzionale e chiunque abbia 17 anni e più che non è né in prigione né i militari e riceve aiuti alimentari federali. (Fare clic sui collegamenti per i dati di origine Ho usato i dati sulla popolazione di luglio.) Le barre rosse e blu indicano la festa di il presidente che ha creato il budget di quell'anno. Ad esempio, il primo budget di Obama era per l'anno fiscale 2010, iniziato nell'ottobre 2009. Quindi, per i primi tre trimestri del 2009, l'America ha operato con un budget Bush.

Quindi cosa ci dice questo? Ebbene, l'uso di buoni alimentari è sicuramente più alto di quanto non sia stato in più di quattro decenni. È perché, come sostiene Gingrich, Obama sta alimentando una cultura della dipendenza? Difficilmente. Significa solo che più persone stanno soffrendo (al punto che alcuni hanno persino fatto ricorso ad attività illegali per pagare i conti).

Il grafico ci dice anche che l'esplosione della partecipazione al programma di buoni alimentari è iniziata con il primo bilancio del presidente Bush ed è continuata per tutto il suo mandato. Comunque, più americani si sono iscritti per l'assistenza alimentare sotto Bush rispetto a quelli che hanno firmato sotto Obama&mdash. E se vuoi davvero incolpare i presidenti per l'aumento vertiginoso dell'uso di buoni pasto, dovresti anche sottolineare che Bush ha avuto otto anni per invertire la tendenza, inclusi quattro anni con il sostegno di un Congresso solidamente GOP, che non è riuscito a farlo.

Il calo più netto dei buoni alimentari è arrivato sotto il presidente Clinton e quando Gingrich era il presidente della Camera e la nazione stava impazzendo con il suo boom delle dot-com. Il presidente Reagan, l'eroe di Gingrich, la cui spesa in deficit ha contribuito ad alimentare un certo grado di prosperità, ha supervisionato un calo nell'uso dei buoni alimentari seguito da un aumento che ha lasciato le cose peggiori rispetto a quando è entrato in carica.

In breve, è disonesto da parte di Gingrich, e davvero un po' offensivo per gli americani disoccupati, perseguire Obama per questo motivo. Il candidato è abbastanza intelligente da sapere che il numero di persone affamate che cercano aiuto è un buon indicatore della nostra salute economica. E come chiarisce il grafico, nessuna delle due parti ha il monopolio dei bei tempi.

AGGIORNAMENTO (24 gennaio, 3:41 EST) &mdash Questo è appena arrivato. Una quota ampia e crescente di famiglie con buoni pasto (48%) è Lavorando famiglie. Alla faccia della teoria delle dipendenze di Newt.


Aiuta a finanziare il giornalismo di Monitor per $ 11 al mese

Sei già abbonato? Login

Monitorare il giornalismo cambia la vita perché apriamo quella scatola troppo piccola in cui la maggior parte delle persone pensa di vivere. Crediamo che le notizie possano e debbano espandere un senso di identità e possibilità oltre le ristrette aspettative convenzionali.

Il nostro lavoro non è possibile senza il tuo supporto.


Presidente Buoni alimentari

Subito dopo che Newt Gingrich ha contrassegnato il presidente Obama come "Il presidente del buono pasto" USA-Today ha pubblicato "Fact check: Gingrich's difettoso food stamp claim" http://www.usatoday.com/news/politics/story/2012- 01-18/fact-check-gingrich-obama-food-stamps/52645882/1 indicando che il presidente Bush era leggermente più meritevole di quel titolo rispetto al presidente Obama. Sembra che sotto il presidente Bush il totale sia aumentato di circa 14,7 milioni mentre sotto il presidente Obama il numero di quelli in buoni pasto è aumentato di 14,2 milioni. Complessivamente, i numeri degli americani in buoni pasto sono ai massimi storici: 46.224, 722, ovvero circa il 15% della popolazione. In effetti, i numeri sono a livelli senza precedenti. Nessun presidente prima di loro si è nemmeno avvicinato a strappare il titolo.

La maggior parte dei commentatori di giornali o televisioni sembra non essere a conoscenza dell'articolo di "controllo dei fatti" di USA-Today e continua a discutere su quale presidente detiene il titolo conferito dal presidente Gingrich. Molti continuano a parlare dell'affermazione di Gingrich come se pensassero fosse vera. Alla fine potrebbe essere vero. Anche se il numero dei nuovi iscritti al programma di buoni alimentari è in calo, è possibile che il mezzo milione circa di differenza tra i numeri iscritti durante la presidenza Bush e quelli per la presidenza Obama si possa recuperare nel 2012 o 2013. I Sospetto che se il presidente Obama viene rieletto, diventerà il presidente del "buono cibo" che il presidente Gingrich attualmente afferma che sia. Forse il relatore Gingrich ha deciso di lasciar scivolare questa piccola differenza per il momento poiché alla fine ha un'alta probabilità di avere ragione. Dopotutto, se aspetti abbastanza a lungo, alla fine tutte le cose andranno bene o la verità non avrà alcuna importanza.

Newt Gingrich ha usato "buoni alimentari" come acronimo di "società di diritto" e con circa 1 su 7 sui buoni pasto ha ragione. Tuttavia, il presidente Gingrich sta infrangendo la verità quando afferma che il presidente Obama è il "presidente dei buoni alimentari". È interessante notare che per avere diritto ai buoni pasto è necessario avere un reddito pari o inferiore al 130 per cento del livello ufficiale di povertà. Per una famiglia di quattro persone sono $ 29.000. Tra coloro che hanno ricevuto buoni pasto, il 47% erano bambini, l'8% aveva più di 60 anni mentre il 41% aveva un lavoro. Questi ultimi erano tra i lavoratori poveri. I benefici medi di buoni alimentari erano $ 287 al mese, o circa il 20% in più di uno al mese lavorando 15 ore a settimana con un lavoro part-time da $ 7 a 8 ore.

Sebbene coloro che hanno diritto ai buoni pasto siano sempre più tra i lavoratori poveri, non è ampiamente compreso il motivo per cui ciò si verifica e perché è in aumento dal 2000 circa. Naturalmente, ci sono stati ulteriori aumenti dopo l'inizio della Grande Recessione del 2007-8. Il relatore Gingrich non sembra contento di questo. Crede che le persone con buoni pasto debbano liberarsene e trovare un vero lavoro. Lui e altri in corsa per la nomina presidenziale del GOP suggeriscono di poter fornire posti di lavoro reali. Si spera che siano corretti. Dopo che avranno finito di dirci quanto male ciascuno degli altri si è comportato in passato, forse diranno qualcosa su come genereranno nuovi posti di lavoro sufficienti che pagano abbastanza bene da togliere agli americani i buoni pasto.

Da un po' di tempo stiamo perdendo posti di lavoro reali a causa dell'automazione e dell'off-shoring. La Grande Recessione del 2007-8 ha accelerato questo processo. Molte aziende hanno aggiunto sistemi automatizzati dopo aver inizialmente ridimensionato e poi automatizzato dopo aver ricostruito le riserve di cassa. Si possono vedere i risultati nei dati sull'aumento della produttività del lavoro. Robot e computer non hanno bisogno di stipendi o benefici accessori, ma commettono anche pochi o nessun errore. Pertanto, l'industria produce più widget per lavoratore (più widget, meno lavoratori). L'automazione continuerà molto probabilmente a un ritmo accelerato.

Gli economisti suggeriscono che i posti di lavoro persi a causa dell'automazione verranno sostituiti. Questo può essere vero nel lungo periodo. Probabilmente sperimenteremo anche un aumento del tasso di innovazione, tra coloro che hanno competenze. Per il momento, le persone che hanno esaurito la fortuna accetteranno i lavori che riescono a trovare. Possono lavorare part-time per un salario minimo, trovare un lavoro aggiuntivo usando qualsiasi abilità posseggano facendo qualunque lavoro le persone li assumano per fare. Sarebbero felici di accettare nuovi lavori che Newt Gingrich o Mitt Romney o altri potrebbero aiutare a sviluppare dopo che le elezioni presidenziali avranno fatto il loro corso. Per ora i buoni pasto possono aiutare le famiglie a mangiare, pagare l'affitto o pagare la casa o addirittura alzare la temperatura del forno in una notte fredda se riescono a mettere insieme un paio di lavori part-time per andare con i buoni pasto.



Commenti:

  1. Akizshura

    Non ho sentito questo

  2. Georg

    Super! Grazie: 0

  3. Scur

    Posso parlare molto su questo problema.

  4. Huxford

    il messaggio autoritario :)

  5. Whitby

    la domanda è lontana

  6. Aderet

    Secondo me, commetti un errore. Suggerisco di discuterne. Scrivimi in PM.



Scrivi un messaggio