Ultime ricette

La National Bagel Association annuncia il primo concorso annuale per mangiare bagel

La National Bagel Association annuncia il primo concorso annuale per mangiare bagel



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I concorrenti mangeranno quanti più bagel possibile in cinque minuti, per un premio in denaro di $ 500

Bagel Expo presenterà anche bagel art, giochi e campioni per i partecipanti.

Fanatici del bagel, gioite. Il Associazione Nazionale Bagel (NBA), sta ospitando il suo primo annuale Concorso nazionale per mangiare bagel, dove i concorrenti hanno l'opportunità di vincere dei soldi seri.

Il concorso si svolgerà al Bagel Expo di Huntington, Long Island, il 7 febbraio 2016, due giorni prima del National Bagel Day. I concorrenti pagano $ 25 per partecipare al concorso e gareggeranno per il premio in denaro di $ 500 in un concorso di bagel all-you-can-eat di cinque minuti. I partecipanti, che devono avere almeno 18 anni per partecipare, possono registrarsi al Bagel Eating Contest sito web.

Andrew Hazen, fondatore e CEO della National Bagel Association, racconta LATF USA, “Il lancio del National Bagel Eating Contest è stato un gioco da ragazzi. Milioni di persone adorano i bagel e, dato il successo di altri concorsi alimentari competitivi, sapevamo che dovevamo intensificare, creare e lanciare l'evento!

Biglietti d'ingresso generali per il Bagel Expo sono anche in vendita: $ 10 per gli adulti e $ 5 per i bambini sotto i 12 anni. I partecipanti potranno assaggiare e assaggiare diversi bagel aromatizzati e godersi l'arte del bagel e i giochi a tema bagel.


'Autism Speaks U' mira a cambiare il futuro del disturbo

Galib Hasan Qureshi di Springfield, in Virginia, laureato in scienze politiche al College of Liberal Arts and Human Sciences, è arrivato primo durante il round del concorso Bagel Binge.

I residenti e gli studenti locali hanno divorato dozzine di bagel ai mirtilli all'Autism Speaks U durante la prima raccolta fondi Bagel Binge del Virginia Tech il 6 aprile.

Il Bagel Binge faceva parte della serie di eventi Autism Speaks U at Virginia Tech organizzati per il mese di Autism Awareness ad aprile. Autism Speaks U al Virginia Tech è un capitolo gestito da studenti dell'organizzazione nazionale Autism Speaks, che è la principale organizzazione mondiale di scienza e difesa dell'autismo.

I valori del gruppo di studenti seguono la missione dell'organizzazione nazionale, che è "cambiare il futuro per tutti coloro che lottano con i disturbi dello spettro autistico". Il gruppo sostiene questa missione organizzando raccolte fondi a beneficio di Autism Speaks. I membri servono anche come aiutanti o baby sitter per le persone con autismo nell'area locale.

Per il Bagel Binge, l'organizzazione ha collaborato con Panera Bread, Theta Delta Chi e Theta Tau per coordinare la gara di mangiatori di bagel. Tutti i proventi sono andati all'organizzazione nazionale Autism Speaks. Circa 100 persone sono venute a sostenere l'evento e 67 persone hanno partecipato al concorso. I primi tre partecipanti hanno tutti ricevuto buoni regalo per Panera.

"Solo dalle donazioni online e dalla vendita dei biglietti, abbiamo raccolto $ 1.140", ha detto Megan Ledoux di Fairfax, Virginia., una specializzazione junior in psicologia presso il College of Science e sviluppo umano e studi classici presso il College of Liberal Arts and Human Sciences. "Quel numero non include biglietti o donazioni all'evento, fondi della cena serale o vendite di braccialetti. Una stima del numero finale è di oltre 1.200 dollari". Ledoux è presidente del gruppo studentesco.

Come ulteriore incentivo per la partecipazione degli studenti, il capitolo dell'Università della Virginia ha tenuto lo stesso evento allo stesso tempo. Ciò ha provocato una competizione amichevole per vedere chi potrebbe ottenere più donazioni. "La nostra coordinatrice collegiale di Autism Speaks, Sarah Caminker, ha organizzato la competizione tra l'Università della Virginia e la Virginia Tech per vedere chi poteva raccogliere più fondi durante questo evento", ha detto Ledoux. "Sono sicuro al 99 percento che Virginia Tech abbia vinto". Virginia Tech ha raccolto più soldi dell'Università della Virginia con un totale di $ 1.230.

Panera ha anche dato al gruppo una percentuale dei soldi guadagnati nelle vendite dei pasti. "Abbiamo sempre una buona affluenza agli eventi e i luoghi in cui li abbiamo ospitati ci hanno sempre dato una generosa quantità dei loro proventi", ha affermato Amanda Qadado di Sterling, Virginia., al secondo anno di specializzazione in psicologia presso il College of Science. "Raccogliamo almeno $ 200 a ogni raccolta fondi e speriamo di averne sempre di più ogni semestre". Quadado è il tesoriere del gruppo.

"I miei momenti preferiti sono stati i nostri eventi di raccolta fondi", ha detto Qadado. "È davvero incredibile vedere le persone venire ai nostri eventi per aiutare a raccogliere fondi e quanto sono disposte a donare".

La prima raccolta fondi dell'organizzazione è stata "A Mile of Change" primavera 2011, dove hanno raccolto oltre $ 500 per il capitolo nazionale e la clinica locale. Da allora, il gruppo ha aumentato la consapevolezza attraverso uno stand al Gobblerfest, una raccolta fondi per l'happy hour all'Hokie House, l'Autism Awareness Day e altri eventi.

"Voglio continuare quello che stiamo facendo, ma a un livello più alto", ha detto Qadado. "Voglio sensibilizzare maggiormente gli studenti, aiutare di più la comunità e raccogliere e donare più denaro possibile".

Autism Speaks U al Virginia Tech sta attualmente lavorando con un programma chiamato Friday Night Friends. I genitori che hanno un figlio disabile possono portare i propri figli alla Fieldstone Untied Methodist Church di Blacksburg. L'organizzazione fornisce un film o un altoparlante per i genitori mentre i membri del gruppo guardano i loro figli.

"In onore del mese della consapevolezza sull'autismo e della Pasqua, abbiamo fatto attività con i bambini come decorare un uovo di Pasqua di carta da costruzione, fare una caccia alle uova di Pasqua e giocare a giochi da tavolo", ha detto Ledoux. “È stato molto divertente sia per i genitori che per i bambini.”

Alcuni degli obiettivi del gruppo per il futuro includono un maggiore coinvolgimento in progetti comunitari come Friday Night Friends, The Big Event e Relay for Life. Ledoux ha detto che spera anche di rafforzare le loro partnership con altre organizzazioni studentesche per rendere ogni evento un successo come il Bagel Binge.

"Tutti nell'organizzazione hanno un'energia così positiva e rendono piacevole ogni evento", ha affermato Ledoux. “Ci divertiamo sempre e cerchiamo di creare esperienze divertenti per le persone affette da autismo nella nostra comunità. Vedere i sorrisi sui volti di tutti rende utile tutta la pianificazione”.


'Autism Speaks U' mira a cambiare il futuro del disturbo

Galib Hasan Qureshi di Springfield, in Virginia, laureato in scienze politiche al College of Liberal Arts and Human Sciences, è arrivato primo durante il round del concorso Bagel Binge.

I residenti e gli studenti locali hanno divorato dozzine di bagel ai mirtilli all'Autism Speaks U alla prima raccolta fondi Bagel Binge del Virginia Tech il 6 aprile.

Il Bagel Binge faceva parte della serie di eventi Autism Speaks U at Virginia Tech organizzati per il mese di Autism Awareness ad aprile. Autism Speaks U at Virginia Tech è un capitolo gestito da studenti dell'organizzazione nazionale Autism Speaks, che è la principale organizzazione mondiale di scienza e difesa dell'autismo.

I valori del gruppo di studenti seguono la missione dell'organizzazione nazionale, che è "cambiare il futuro per tutti coloro che lottano con i disturbi dello spettro autistico". Il gruppo sostiene questa missione organizzando raccolte fondi a beneficio di Autism Speaks. I membri servono anche come aiutanti o baby sitter per le persone con autismo nell'area locale.

Per il Bagel Binge, l'organizzazione ha collaborato con Panera Bread, Theta Delta Chi e Theta Tau per coordinare la gara di mangiatori di bagel. Tutti i proventi sono andati all'organizzazione nazionale Autism Speaks. Circa 100 persone sono venute a sostenere l'evento e 67 persone hanno partecipato al concorso. I primi tre partecipanti hanno tutti ricevuto buoni regalo per Panera.

"Solo dalle donazioni online e dalla vendita dei biglietti, abbiamo raccolto $ 1.140", ha detto Megan Ledoux di Fairfax, Virginia., una specializzazione junior in psicologia presso il College of Science e sviluppo umano e studi classici presso il College of Liberal Arts and Human Sciences. "Quel numero non include biglietti o donazioni all'evento, fondi della cena in hotel o vendite di braccialetti. Una stima del numero finale è di oltre 1.200 dollari". Ledoux è presidente del gruppo studentesco.

Come ulteriore incentivo per la partecipazione degli studenti, il capitolo dell'Università della Virginia ha tenuto lo stesso evento allo stesso tempo. Ciò ha provocato una competizione amichevole per vedere chi potrebbe ottenere più donazioni. "La nostra coordinatrice collegiale di Autism Speaks, Sarah Caminker, ha organizzato la competizione tra l'Università della Virginia e la Virginia Tech per vedere chi poteva raccogliere più fondi durante questo evento", ha detto Ledoux. "Sono sicuro al 99 percento che Virginia Tech abbia vinto". Virginia Tech ha raccolto più soldi dell'Università della Virginia con un totale di $ 1.230.

Panera ha anche dato al gruppo una percentuale dei soldi guadagnati nelle vendite dei pasti. "Abbiamo sempre una buona affluenza agli eventi e i luoghi in cui li abbiamo ospitati ci hanno sempre dato una generosa quantità dei loro proventi", ha affermato Amanda Qadado di Sterling, Virginia., al secondo anno di specializzazione in psicologia presso il College of Science. "Raccogliamo almeno $ 200 a ogni raccolta fondi e speriamo di averne sempre di più ogni semestre". Quadado è il tesoriere del gruppo.

"I miei momenti preferiti sono stati i nostri eventi di raccolta fondi", ha detto Qadado. "È davvero incredibile vedere le persone venire ai nostri eventi per aiutare a raccogliere fondi e quanto sono disposte a donare".

La prima raccolta fondi dell'organizzazione è stata "A Mile of Change" primavera 2011, dove hanno raccolto oltre $ 500 per il capitolo nazionale e la clinica locale. Da allora, il gruppo ha aumentato la consapevolezza attraverso uno stand al Gobblerfest, una raccolta fondi per l'happy hour all'Hokie House, l'Autism Awareness Day e altri eventi.

"Voglio continuare quello che stiamo facendo, ma a un livello più alto", ha detto Qadado. "Voglio sensibilizzare maggiormente gli studenti, aiutare di più la comunità e raccogliere e donare più denaro possibile".

Autism Speaks U al Virginia Tech sta attualmente lavorando con un programma chiamato Friday Night Friends. I genitori che hanno un figlio disabile possono portare i propri figli alla Fieldstone Untied Methodist Church di Blacksburg. L'organizzazione fornisce un film o un altoparlante per i genitori mentre i membri del gruppo guardano i loro figli.

"In onore del mese della consapevolezza sull'autismo e della Pasqua, abbiamo fatto attività con i bambini come decorare un uovo di Pasqua di carta da costruzione, fare una caccia alle uova di Pasqua e giocare a giochi da tavolo", ha detto Ledoux. “È stato molto divertente sia per i genitori che per i bambini.”

Alcuni degli obiettivi del gruppo per il futuro includono un maggiore coinvolgimento in progetti comunitari come Friday Night Friends, The Big Event e Relay for Life. Ledoux ha detto che spera anche di rafforzare le loro partnership con altre organizzazioni studentesche per rendere ogni evento un successo come il Bagel Binge.

"Tutti nell'organizzazione hanno un'energia così positiva e rendono piacevole ogni evento", ha affermato Ledoux. “Ci divertiamo sempre e cerchiamo di creare esperienze divertenti per le persone affette da autismo nella nostra comunità. Vedere i sorrisi sui volti di tutti rende utile tutta la pianificazione”.


'Autism Speaks U' mira a cambiare il futuro del disturbo

Galib Hasan Qureshi di Springfield, in Virginia, laureato in scienze politiche al College of Liberal Arts and Human Sciences, è arrivato primo durante il round del concorso Bagel Binge.

I residenti e gli studenti locali hanno divorato dozzine di bagel ai mirtilli all'Autism Speaks U alla prima raccolta fondi Bagel Binge del Virginia Tech il 6 aprile.

Il Bagel Binge faceva parte della serie di eventi Autism Speaks U al Virginia Tech organizzati per il mese di Autism Awareness ad aprile. Autism Speaks U al Virginia Tech è un capitolo gestito da studenti dell'organizzazione nazionale Autism Speaks, che è la principale organizzazione mondiale di scienza e difesa dell'autismo.

I valori del gruppo di studenti seguono la missione dell'organizzazione nazionale, che è "cambiare il futuro per tutti coloro che lottano con i disturbi dello spettro autistico". Il gruppo sostiene questa missione organizzando raccolte fondi a beneficio di Autism Speaks. I membri servono anche come aiutanti o baby sitter per le persone con autismo nell'area locale.

Per il Bagel Binge, l'organizzazione ha collaborato con Panera Bread, Theta Delta Chi e Theta Tau per coordinare la gara di mangiatori di bagel. Tutti i proventi sono andati all'organizzazione nazionale Autism Speaks. Circa 100 persone sono venute a sostenere l'evento e 67 persone hanno partecipato al concorso. I primi tre partecipanti hanno tutti ricevuto buoni regalo per Panera.

"Solo dalle donazioni online e dalla vendita dei biglietti, abbiamo raccolto $ 1.140", ha detto Megan Ledoux di Fairfax, Virginia., una specializzazione junior in psicologia presso il College of Science e sviluppo umano e studi classici presso il College of Liberal Arts and Human Sciences. "Quel numero non include biglietti o donazioni all'evento, fondi della cena in hotel o vendite di braccialetti. Una stima del numero finale è superiore a 1.200 dollari". Ledoux è presidente del gruppo studentesco.

Come ulteriore incentivo per la partecipazione degli studenti, il capitolo dell'Università della Virginia ha tenuto lo stesso evento allo stesso tempo. Ciò ha provocato una competizione amichevole per vedere chi potrebbe ottenere più donazioni. "La nostra coordinatrice collegiale di Autism Speaks, Sarah Caminker, ha organizzato la competizione tra l'Università della Virginia e la Virginia Tech per vedere chi poteva raccogliere più fondi durante questo evento", ha detto Ledoux. "Sono sicuro al 99 percento che Virginia Tech abbia vinto". Virginia Tech ha raccolto più soldi dell'Università della Virginia con un totale di $ 1.230.

Panera ha anche donato al gruppo una percentuale dei soldi guadagnati nelle vendite dei pasti. "Abbiamo sempre una buona affluenza agli eventi e i luoghi in cui li abbiamo ospitati ci hanno sempre dato una generosa quantità dei loro proventi", ha affermato Amanda Qadado di Sterling, Virginia., al secondo anno di specializzazione in psicologia presso il College of Science. "Raccogliamo almeno $ 200 a ogni raccolta fondi e speriamo di averne sempre di più ogni semestre". Quadado è il tesoriere del gruppo.

"I miei momenti preferiti sono stati i nostri eventi di raccolta fondi", ha detto Qadado. "È davvero incredibile vedere le persone venire ai nostri eventi per aiutare a raccogliere fondi e quanto sono disposte a donare".

La prima raccolta fondi dell'organizzazione è stata "A Mile of Change" primavera 2011, dove hanno raccolto oltre $ 500 per il capitolo nazionale e la clinica locale. Da allora, il gruppo ha aumentato la consapevolezza attraverso uno stand al Gobblerfest, una raccolta fondi per l'happy hour all'Hokie House, l'Autism Awareness Day e altri eventi.

"Voglio continuare quello che stiamo facendo, ma a un livello più alto", ha detto Qadado. "Voglio sensibilizzare maggiormente gli studenti, aiutare di più la comunità e raccogliere e donare più denaro possibile".

Autism Speaks U al Virginia Tech sta attualmente lavorando con un programma chiamato Friday Night Friends. I genitori che hanno un figlio disabile possono portare i propri figli alla Fieldstone Untied Methodist Church di Blacksburg. L'organizzazione fornisce un film o un altoparlante per i genitori mentre i membri del gruppo guardano i loro figli.

"In onore del mese della consapevolezza sull'autismo e della Pasqua, abbiamo fatto attività con i bambini come decorare un uovo di Pasqua di carta da costruzione, fare una caccia alle uova di Pasqua e giocare a giochi da tavolo", ha detto Ledoux. “È stato molto divertente sia per i genitori che per i bambini.”

Alcuni degli obiettivi del gruppo per il futuro includono un maggiore coinvolgimento in progetti comunitari come Friday Night Friends, The Big Event e Relay for Life. Ledoux ha detto che spera anche di rafforzare le loro partnership con altre organizzazioni studentesche per rendere ogni evento un successo come il Bagel Binge.

"Tutti nell'organizzazione hanno un'energia così positiva e rendono piacevole ogni evento", ha affermato Ledoux. “Ci divertiamo sempre e cerchiamo di creare esperienze divertenti per le persone affette da autismo nella nostra comunità. Vedere i sorrisi sui volti di tutti rende utile tutta la pianificazione”.


'Autism Speaks U' mira a cambiare il futuro del disturbo

Galib Hasan Qureshi di Springfield, in Virginia, laureato in scienze politiche al College of Liberal Arts and Human Sciences, è arrivato primo durante il round del concorso Bagel Binge.

I residenti e gli studenti locali hanno divorato dozzine di bagel ai mirtilli all'Autism Speaks U alla prima raccolta fondi Bagel Binge del Virginia Tech il 6 aprile.

Il Bagel Binge faceva parte della serie di eventi Autism Speaks U at Virginia Tech organizzati per il mese di Autism Awareness ad aprile. Autism Speaks U al Virginia Tech è un capitolo gestito da studenti dell'organizzazione nazionale Autism Speaks, che è la principale organizzazione mondiale di scienza e difesa dell'autismo.

I valori del gruppo di studenti seguono la missione dell'organizzazione nazionale, che è "cambiare il futuro per tutti coloro che lottano con i disturbi dello spettro autistico". Il gruppo sostiene questa missione organizzando raccolte fondi a beneficio di Autism Speaks. I membri servono anche come aiutanti o baby sitter per le persone con autismo nell'area locale.

Per il Bagel Binge, l'organizzazione ha collaborato con Panera Bread, Theta Delta Chi e Theta Tau per coordinare la gara di mangiatori di bagel. Tutti i proventi sono andati all'organizzazione nazionale Autism Speaks. Circa 100 persone sono venute a sostenere l'evento e 67 persone hanno partecipato al concorso. I primi tre partecipanti hanno tutti ricevuto buoni regalo per Panera.

"Solo dalle donazioni online e dalla vendita dei biglietti, abbiamo raccolto $ 1.140", ha detto Megan Ledoux di Fairfax, Virginia., una specializzazione junior in psicologia presso il College of Science e sviluppo umano e studi classici presso il College of Liberal Arts and Human Sciences. "Quel numero non include biglietti o donazioni all'evento, fondi della cena in hotel o vendite di braccialetti. Una stima del numero finale è superiore a 1.200 dollari". Ledoux è presidente del gruppo studentesco.

Come ulteriore incentivo per la partecipazione degli studenti, il capitolo dell'Università della Virginia ha tenuto lo stesso evento allo stesso tempo. Ciò ha provocato una competizione amichevole per vedere chi potrebbe ottenere più donazioni. "La nostra coordinatrice collegiale di Autism Speaks, Sarah Caminker, ha organizzato la competizione tra l'Università della Virginia e la Virginia Tech per vedere chi poteva raccogliere più fondi durante questo evento", ha detto Ledoux. "Sono sicuro al 99 percento che Virginia Tech abbia vinto." Virginia Tech ha raccolto più soldi dell'Università della Virginia con un totale di $ 1.230.

Panera ha anche dato al gruppo una percentuale dei soldi guadagnati nelle vendite dei pasti. "Abbiamo sempre una buona affluenza agli eventi e i luoghi in cui li abbiamo ospitati ci hanno sempre dato una generosa quantità dei loro proventi", ha affermato Amanda Qadado di Sterling, Virginia., al secondo anno di specializzazione in psicologia presso il College of Science. "Raccogliamo almeno $ 200 a ogni raccolta fondi e speriamo di averne sempre di più ogni semestre". Quadado è il tesoriere del gruppo.

"I miei momenti preferiti sono stati i nostri eventi di raccolta fondi", ha detto Qadado. "È davvero incredibile vedere le persone venire ai nostri eventi per aiutare a raccogliere fondi e quanto sono disposte a donare".

La prima raccolta fondi dell'organizzazione è stata "A Mile of Change" primavera 2011, dove hanno raccolto oltre $ 500 per il capitolo nazionale e la clinica locale. Da allora, il gruppo ha aumentato la consapevolezza attraverso uno stand al Gobblerfest, una raccolta fondi per l'happy hour all'Hokie House, l'Autism Awareness Day e altri eventi.

"Voglio continuare quello che stiamo facendo, ma a un livello più alto", ha detto Qadado. "Voglio sensibilizzare maggiormente gli studenti, aiutare di più la comunità e raccogliere e donare più denaro possibile".

Autism Speaks U al Virginia Tech sta attualmente lavorando con un programma chiamato Friday Night Friends. I genitori che hanno un figlio disabile possono portare i propri figli alla Fieldstone Untied Methodist Church di Blacksburg. L'organizzazione fornisce un film o un altoparlante per i genitori mentre i membri del gruppo guardano i loro figli.

"In onore del mese della consapevolezza sull'autismo e della Pasqua, abbiamo fatto attività con i bambini come decorare un uovo di Pasqua di carta da costruzione, fare una caccia alle uova di Pasqua e giocare a giochi da tavolo", ha detto Ledoux. “È stato molto divertente sia per i genitori che per i bambini.”

Alcuni degli obiettivi del gruppo per il futuro includono un maggiore coinvolgimento in progetti comunitari come Friday Night Friends, The Big Event e Relay for Life. Ledoux ha detto che spera anche di rafforzare le loro partnership con altre organizzazioni studentesche per rendere ogni evento un successo come il Bagel Binge.

"Tutti nell'organizzazione hanno un'energia così positiva e rendono piacevole ogni evento", ha affermato Ledoux. “Ci divertiamo sempre e cerchiamo di creare esperienze divertenti per le persone affette da autismo nella nostra comunità. Vedere i sorrisi sui volti di tutti rende utile tutta la pianificazione”.


'Autism Speaks U' mira a cambiare il futuro del disturbo

Galib Hasan Qureshi di Springfield, in Virginia, laureato in scienze politiche al College of Liberal Arts and Human Sciences, è arrivato primo durante il round del concorso Bagel Binge.

I residenti e gli studenti locali hanno divorato dozzine di bagel ai mirtilli all'Autism Speaks U alla prima raccolta fondi Bagel Binge del Virginia Tech il 6 aprile.

Il Bagel Binge faceva parte della serie di eventi Autism Speaks U at Virginia Tech organizzati per il mese di Autism Awareness ad aprile. Autism Speaks U al Virginia Tech è un capitolo gestito da studenti dell'organizzazione nazionale Autism Speaks, che è la principale organizzazione mondiale di scienza e difesa dell'autismo.

I valori del gruppo di studenti seguono la missione dell'organizzazione nazionale, che è "cambiare il futuro per tutti coloro che lottano con i disturbi dello spettro autistico". Il gruppo sostiene questa missione organizzando raccolte fondi a beneficio di Autism Speaks. I membri servono anche come aiutanti o baby sitter per le persone con autismo nell'area locale.

Per il Bagel Binge, l'organizzazione ha collaborato con Panera Bread, Theta Delta Chi e Theta Tau per coordinare la gara di mangiatori di bagel. Tutti i proventi sono andati all'organizzazione nazionale Autism Speaks. Circa 100 persone sono venute a sostenere l'evento e 67 persone hanno partecipato al concorso. I primi tre partecipanti hanno tutti ricevuto buoni regalo per Panera.

"Solo dalle donazioni online e dalla vendita dei biglietti, abbiamo raccolto $ 1.140", ha detto Megan Ledoux di Fairfax, Virginia., una specializzazione junior in psicologia presso il College of Science e sviluppo umano e studi classici presso il College of Liberal Arts and Human Sciences. "Quel numero non include biglietti o donazioni all'evento, fondi della cena in hotel o vendite di braccialetti. Una stima del numero finale è di oltre 1.200 dollari". Ledoux è presidente del gruppo studentesco.

Come ulteriore incentivo per la partecipazione degli studenti, il capitolo dell'Università della Virginia ha tenuto lo stesso evento allo stesso tempo. Ciò ha provocato una competizione amichevole per vedere chi potrebbe ottenere più donazioni. "La nostra coordinatrice collegiale di Autism Speaks, Sarah Caminker, ha organizzato la competizione tra l'Università della Virginia e la Virginia Tech per vedere chi poteva raccogliere più fondi durante questo evento", ha detto Ledoux. "Sono sicuro al 99 percento che Virginia Tech abbia vinto". Virginia Tech ha raccolto più soldi dell'Università della Virginia con un totale di $ 1.230.

Panera ha anche donato al gruppo una percentuale dei soldi guadagnati nelle vendite dei pasti. "Abbiamo sempre una buona affluenza agli eventi e i luoghi in cui li abbiamo ospitati ci hanno sempre dato una generosa quantità dei loro proventi", ha affermato Amanda Qadado di Sterling, Virginia., al secondo anno di specializzazione in psicologia presso il College of Science. "Raccogliamo almeno $ 200 a ogni raccolta fondi e speriamo di averne sempre di più ogni semestre". Quadado è il tesoriere del gruppo.

"I miei momenti preferiti sono stati i nostri eventi di raccolta fondi", ha detto Qadado. "È davvero incredibile vedere le persone venire ai nostri eventi per aiutare a raccogliere fondi e quanto sono disposte a donare".

La prima raccolta fondi dell'organizzazione è stata "A Mile of Change" primavera 2011, dove hanno raccolto oltre $ 500 per il capitolo nazionale e la clinica locale. Da allora, il gruppo ha aumentato la consapevolezza attraverso uno stand al Gobblerfest, una raccolta fondi per l'happy hour all'Hokie House, l'Autism Awareness Day e altri eventi.

"Voglio continuare quello che stiamo facendo, ma a un livello più alto", ha detto Qadado. "Voglio sensibilizzare maggiormente gli studenti, aiutare di più la comunità e raccogliere e donare più denaro possibile".

Autism Speaks U al Virginia Tech sta attualmente lavorando con un programma chiamato Friday Night Friends. I genitori che hanno un figlio disabile possono portare i propri figli alla Fieldstone Untied Methodist Church di Blacksburg. L'organizzazione fornisce un film o un altoparlante per i genitori mentre i membri del gruppo guardano i loro figli.

"In onore del mese della consapevolezza sull'autismo e della Pasqua, abbiamo fatto attività con i bambini come decorare un uovo di Pasqua di carta da costruzione, fare una caccia alle uova di Pasqua e giocare a giochi da tavolo", ha detto Ledoux. “È stato molto divertente sia per i genitori che per i bambini.”

Alcuni degli obiettivi del gruppo per il futuro includono un maggiore coinvolgimento in progetti comunitari come Friday Night Friends, The Big Event e Relay for Life. Ledoux ha detto che spera anche di rafforzare le loro partnership con altre organizzazioni studentesche per rendere ogni evento un successo come il Bagel Binge.

"Tutti nell'organizzazione hanno un'energia così positiva e rendono piacevole ogni evento", ha affermato Ledoux. “Ci divertiamo sempre e cerchiamo di creare esperienze divertenti per le persone affette da autismo nella nostra comunità. Vedere i sorrisi sui volti di tutti rende utile tutta la pianificazione”.


'Autism Speaks U' mira a cambiare il futuro del disturbo

Galib Hasan Qureshi di Springfield, in Virginia, laureato in scienze politiche al College of Liberal Arts and Human Sciences, è arrivato primo durante il round del concorso Bagel Binge.

I residenti e gli studenti locali hanno divorato dozzine di bagel ai mirtilli all'Autism Speaks U durante la prima raccolta fondi Bagel Binge del Virginia Tech il 6 aprile.

Il Bagel Binge faceva parte della serie di eventi Autism Speaks U al Virginia Tech organizzati per il mese di Autism Awareness ad aprile. Autism Speaks U al Virginia Tech è un capitolo gestito da studenti dell'organizzazione nazionale Autism Speaks, che è la principale organizzazione mondiale di scienza e difesa dell'autismo.

I valori del gruppo di studenti seguono la missione dell'organizzazione nazionale, che è "cambiare il futuro per tutti coloro che lottano con i disturbi dello spettro autistico". Il gruppo sostiene questa missione organizzando raccolte fondi a beneficio di Autism Speaks. I membri servono anche come aiutanti o baby sitter per le persone con autismo nell'area locale.

Per il Bagel Binge, l'organizzazione ha collaborato con Panera Bread, Theta Delta Chi e Theta Tau per coordinare la gara di mangiatori di bagel. Tutti i proventi sono andati all'organizzazione nazionale Autism Speaks. Circa 100 persone sono venute a sostenere l'evento e 67 persone hanno partecipato al concorso. I primi tre partecipanti hanno tutti ricevuto buoni regalo per Panera.

"Solo dalle donazioni online e dalla vendita dei biglietti, abbiamo raccolto $ 1.140", ha detto Megan Ledoux di Fairfax, Virginia., una specializzazione junior in psicologia presso il College of Science e sviluppo umano e studi classici presso il College of Liberal Arts and Human Sciences. "Quel numero non include biglietti o donazioni all'evento, fondi della cena serale o vendite di braccialetti. Una stima del numero finale è superiore a 1.200 dollari". Ledoux è presidente del gruppo studentesco.

Come ulteriore incentivo per la partecipazione degli studenti, il capitolo dell'Università della Virginia ha tenuto lo stesso evento allo stesso tempo. Ciò ha provocato una competizione amichevole per vedere chi potrebbe ottenere più donazioni. "La nostra coordinatrice collegiale di Autism Speaks, Sarah Caminker, ha organizzato la competizione tra l'Università della Virginia e la Virginia Tech per vedere chi poteva raccogliere più fondi durante questo evento", ha detto Ledoux. "Sono sicuro al 99 percento che Virginia Tech abbia vinto." Virginia Tech ha raccolto più soldi dell'Università della Virginia con un totale di $ 1.230.

Panera ha anche donato al gruppo una percentuale dei soldi guadagnati nelle vendite dei pasti. "Abbiamo sempre una buona affluenza agli eventi e i luoghi in cui li abbiamo ospitati ci hanno sempre dato una generosa quantità dei loro proventi", ha affermato Amanda Qadado di Sterling, Virginia., al secondo anno di specializzazione in psicologia presso il College of Science. "Raccogliamo almeno $ 200 a ogni raccolta fondi e speriamo di averne sempre di più ogni semestre". Quadado è il tesoriere del gruppo.

"I miei momenti preferiti sono stati i nostri eventi di raccolta fondi", ha detto Qadado. "È davvero incredibile vedere le persone venire ai nostri eventi per aiutare a raccogliere fondi e quanto sono disposte a donare".

La prima raccolta fondi dell'organizzazione è stata "A Mile of Change" primavera 2011, dove hanno raccolto oltre $ 500 per il capitolo nazionale e la clinica locale. Da allora, il gruppo ha aumentato la consapevolezza attraverso uno stand al Gobblerfest, una raccolta fondi per l'happy hour all'Hokie House, l'Autism Awareness Day e altri eventi.

"Voglio continuare quello che stiamo facendo, ma a un livello più alto", ha detto Qadado. "Voglio sensibilizzare maggiormente gli studenti, aiutare di più la comunità e raccogliere e donare più denaro possibile".

Autism Speaks U al Virginia Tech sta attualmente lavorando con un programma chiamato Friday Night Friends. I genitori che hanno un figlio disabile possono portare i propri figli alla Fieldstone Untied Methodist Church di Blacksburg. L'organizzazione fornisce un film o un altoparlante per i genitori mentre i membri del gruppo guardano i loro figli.

"In onore del mese della consapevolezza sull'autismo e della Pasqua, abbiamo fatto attività con i bambini come decorare un uovo di Pasqua di carta da costruzione, fare una caccia alle uova di Pasqua e giocare a giochi da tavolo", ha detto Ledoux. “È stato molto divertente sia per i genitori che per i bambini.”

Alcuni degli obiettivi del gruppo per il futuro includono un maggiore coinvolgimento in progetti comunitari come Friday Night Friends, The Big Event e Relay for Life. Ledoux ha detto che spera anche di rafforzare le loro partnership con altre organizzazioni studentesche per rendere ogni evento un successo come il Bagel Binge.

"Tutti nell'organizzazione hanno un'energia così positiva e rendono piacevole ogni evento", ha affermato Ledoux. “Ci divertiamo sempre e cerchiamo di creare esperienze divertenti per le persone affette da autismo nella nostra comunità. Vedere i sorrisi sui volti di tutti rende utile tutta la pianificazione”.


'Autism Speaks U' mira a cambiare il futuro del disturbo

Galib Hasan Qureshi di Springfield, in Virginia, laureato in scienze politiche presso il College of Liberal Arts and Human Sciences, è arrivato primo durante il round del concorso Bagel Binge.

I residenti e gli studenti locali hanno divorato dozzine di bagel ai mirtilli all'Autism Speaks U alla prima raccolta fondi Bagel Binge del Virginia Tech il 6 aprile.

The Bagel Binge was part of the series of events Autism Speaks U at Virginia Tech organized for Autism Awareness month in April. Autism Speaks U at Virginia Tech is a student-run chapter of the national organization Autism Speaks, which is the world’s leading autism science and advocacy organization.

The student group’s values follow the mission of the national organization, which is “to change the future for all who struggle with autism spectrum disorders.” The group upholds this mission by having fundraisers to benefit Autism Speaks. Members also serve as aides or babysitters for people with autism in the local area.

For the Bagel Binge, the organization teamed up with Panera Bread, Theta Delta Chi, and Theta Tau to coordinate the bagel-eating contest. All proceeds went to the national Autism Speaks organization. About 100 people came to support the event and 67 people competed in the contest. The top three participants all received gift cards to Panera.

“Just from the online donations and ticket sales, we raised $1,140,” said Megan Ledoux from Fairfax, Va., a junior majoring in psychology in the College of Science and human development and classical studies in the College of Liberal Arts and Human Sciences. “That number does not include any tickets or donations at the event, any funds from the dine-in night, or any bracelet sales. An estimate of the final number is more than $1,200.” Ledoux is president of the student group.

As an added incentive for students to participate, the University of Virginia chapter held the same event at the same time. This resulted in a friendly competition to see who could get more donations. “Our collegiate coordinator from Autism Speaks, Sarah Caminker, organized the competition between the University of Virginia and Virginia Tech to see who could raise more funds during this event,” Ledoux said. “I’m 99 percent certain that Virginia Tech won.” Virginia Tech did raise more money than the University of Virginia with a total of $1,230.

Panera also gave a percentage of the money they made in dine-in sales to the group. “We always have a good turnout at events, and the places we have hosted them have always given us a generous amount of their proceeds,” said Amanda Qadado from Sterling, Va., a sophomore majoring in psychology in the College of Science. “We raise at least $200 at every fundraiser, and we hope to have more and more with every semester.” Quadado is the group's treasurer.

“My favorite moments have been our fundraising events,” Qadado said. “It is really amazing to see people come out to our events to help raise money and how willing they are to donate.”

The organization’s first fundraiser was “A Mile of Change” spring 2011 where they raised over $500 for the national chapter and the local clinic. Since then, the group has raised awareness through a booth at Gobblerfest, a happy hour fundraiser at Hokie House, Autism Awareness Day, and other events.

“I want to continue what we are doing, but at a higher level,” Qadado said. “I want to raise more awareness with students, help more throughout the community, and raise and donate as much money as possible.”

Autism Speaks U at Virginia Tech is currently working with a program called Friday Night Friends. Parents who have a child with a disability can bring their children to the Fieldstone Untied Methodist Church in Blacksburg. The organization provides a movie or speaker for the parents while group members watch their children.

“In honor of Autism Awareness month and Easter, we did activities with the kids like decorating a construction paper Easter egg, having an Easter egg hunt, and playing board games,” Ledoux said. “It was a lot of fun for both the parents and children.”

Some of the group’s goals for the future include more involvement in community projects like Friday Night Friends, The Big Event, and Relay for Life. Ledoux said she also hopes to strengthen their partnerships with other student organizations to make each event as successful as the Bagel Binge.

“Everyone in the organization has such positive energy and makes every event enjoyable,” Ledoux said. “We always have fun and try to create fun experiences for those affected with autism in our community. Seeing smiles on everyone’s faces makes all the planning worthwhile.”


'Autism Speaks U' aims to change the future of the disorder

Galib Hasan Qureshi from Springfield, Va., a senior majoring in political science in the College of Liberal Arts and Human Sciences, finished first during his round of the Bagel Binge contest.

Local residents and students devoured dozens of blueberry bagels at Autism Speaks U at Virginia Tech’s first Bagel Binge fundraiser April 6.

The Bagel Binge was part of the series of events Autism Speaks U at Virginia Tech organized for Autism Awareness month in April. Autism Speaks U at Virginia Tech is a student-run chapter of the national organization Autism Speaks, which is the world’s leading autism science and advocacy organization.

The student group’s values follow the mission of the national organization, which is “to change the future for all who struggle with autism spectrum disorders.” The group upholds this mission by having fundraisers to benefit Autism Speaks. Members also serve as aides or babysitters for people with autism in the local area.

For the Bagel Binge, the organization teamed up with Panera Bread, Theta Delta Chi, and Theta Tau to coordinate the bagel-eating contest. All proceeds went to the national Autism Speaks organization. About 100 people came to support the event and 67 people competed in the contest. The top three participants all received gift cards to Panera.

“Just from the online donations and ticket sales, we raised $1,140,” said Megan Ledoux from Fairfax, Va., a junior majoring in psychology in the College of Science and human development and classical studies in the College of Liberal Arts and Human Sciences. “That number does not include any tickets or donations at the event, any funds from the dine-in night, or any bracelet sales. An estimate of the final number is more than $1,200.” Ledoux is president of the student group.

As an added incentive for students to participate, the University of Virginia chapter held the same event at the same time. This resulted in a friendly competition to see who could get more donations. “Our collegiate coordinator from Autism Speaks, Sarah Caminker, organized the competition between the University of Virginia and Virginia Tech to see who could raise more funds during this event,” Ledoux said. “I’m 99 percent certain that Virginia Tech won.” Virginia Tech did raise more money than the University of Virginia with a total of $1,230.

Panera also gave a percentage of the money they made in dine-in sales to the group. “We always have a good turnout at events, and the places we have hosted them have always given us a generous amount of their proceeds,” said Amanda Qadado from Sterling, Va., a sophomore majoring in psychology in the College of Science. “We raise at least $200 at every fundraiser, and we hope to have more and more with every semester.” Quadado is the group's treasurer.

“My favorite moments have been our fundraising events,” Qadado said. “It is really amazing to see people come out to our events to help raise money and how willing they are to donate.”

The organization’s first fundraiser was “A Mile of Change” spring 2011 where they raised over $500 for the national chapter and the local clinic. Since then, the group has raised awareness through a booth at Gobblerfest, a happy hour fundraiser at Hokie House, Autism Awareness Day, and other events.

“I want to continue what we are doing, but at a higher level,” Qadado said. “I want to raise more awareness with students, help more throughout the community, and raise and donate as much money as possible.”

Autism Speaks U at Virginia Tech is currently working with a program called Friday Night Friends. Parents who have a child with a disability can bring their children to the Fieldstone Untied Methodist Church in Blacksburg. The organization provides a movie or speaker for the parents while group members watch their children.

“In honor of Autism Awareness month and Easter, we did activities with the kids like decorating a construction paper Easter egg, having an Easter egg hunt, and playing board games,” Ledoux said. “It was a lot of fun for both the parents and children.”

Some of the group’s goals for the future include more involvement in community projects like Friday Night Friends, The Big Event, and Relay for Life. Ledoux said she also hopes to strengthen their partnerships with other student organizations to make each event as successful as the Bagel Binge.

“Everyone in the organization has such positive energy and makes every event enjoyable,” Ledoux said. “We always have fun and try to create fun experiences for those affected with autism in our community. Seeing smiles on everyone’s faces makes all the planning worthwhile.”


'Autism Speaks U' aims to change the future of the disorder

Galib Hasan Qureshi from Springfield, Va., a senior majoring in political science in the College of Liberal Arts and Human Sciences, finished first during his round of the Bagel Binge contest.

Local residents and students devoured dozens of blueberry bagels at Autism Speaks U at Virginia Tech’s first Bagel Binge fundraiser April 6.

The Bagel Binge was part of the series of events Autism Speaks U at Virginia Tech organized for Autism Awareness month in April. Autism Speaks U at Virginia Tech is a student-run chapter of the national organization Autism Speaks, which is the world’s leading autism science and advocacy organization.

The student group’s values follow the mission of the national organization, which is “to change the future for all who struggle with autism spectrum disorders.” The group upholds this mission by having fundraisers to benefit Autism Speaks. Members also serve as aides or babysitters for people with autism in the local area.

For the Bagel Binge, the organization teamed up with Panera Bread, Theta Delta Chi, and Theta Tau to coordinate the bagel-eating contest. All proceeds went to the national Autism Speaks organization. About 100 people came to support the event and 67 people competed in the contest. The top three participants all received gift cards to Panera.

“Just from the online donations and ticket sales, we raised $1,140,” said Megan Ledoux from Fairfax, Va., a junior majoring in psychology in the College of Science and human development and classical studies in the College of Liberal Arts and Human Sciences. “That number does not include any tickets or donations at the event, any funds from the dine-in night, or any bracelet sales. An estimate of the final number is more than $1,200.” Ledoux is president of the student group.

As an added incentive for students to participate, the University of Virginia chapter held the same event at the same time. This resulted in a friendly competition to see who could get more donations. “Our collegiate coordinator from Autism Speaks, Sarah Caminker, organized the competition between the University of Virginia and Virginia Tech to see who could raise more funds during this event,” Ledoux said. “I’m 99 percent certain that Virginia Tech won.” Virginia Tech did raise more money than the University of Virginia with a total of $1,230.

Panera also gave a percentage of the money they made in dine-in sales to the group. “We always have a good turnout at events, and the places we have hosted them have always given us a generous amount of their proceeds,” said Amanda Qadado from Sterling, Va., a sophomore majoring in psychology in the College of Science. “We raise at least $200 at every fundraiser, and we hope to have more and more with every semester.” Quadado is the group's treasurer.

“My favorite moments have been our fundraising events,” Qadado said. “It is really amazing to see people come out to our events to help raise money and how willing they are to donate.”

The organization’s first fundraiser was “A Mile of Change” spring 2011 where they raised over $500 for the national chapter and the local clinic. Since then, the group has raised awareness through a booth at Gobblerfest, a happy hour fundraiser at Hokie House, Autism Awareness Day, and other events.

“I want to continue what we are doing, but at a higher level,” Qadado said. “I want to raise more awareness with students, help more throughout the community, and raise and donate as much money as possible.”

Autism Speaks U at Virginia Tech is currently working with a program called Friday Night Friends. Parents who have a child with a disability can bring their children to the Fieldstone Untied Methodist Church in Blacksburg. The organization provides a movie or speaker for the parents while group members watch their children.

“In honor of Autism Awareness month and Easter, we did activities with the kids like decorating a construction paper Easter egg, having an Easter egg hunt, and playing board games,” Ledoux said. “It was a lot of fun for both the parents and children.”

Some of the group’s goals for the future include more involvement in community projects like Friday Night Friends, The Big Event, and Relay for Life. Ledoux said she also hopes to strengthen their partnerships with other student organizations to make each event as successful as the Bagel Binge.

“Everyone in the organization has such positive energy and makes every event enjoyable,” Ledoux said. “We always have fun and try to create fun experiences for those affected with autism in our community. Seeing smiles on everyone’s faces makes all the planning worthwhile.”


'Autism Speaks U' aims to change the future of the disorder

Galib Hasan Qureshi from Springfield, Va., a senior majoring in political science in the College of Liberal Arts and Human Sciences, finished first during his round of the Bagel Binge contest.

Local residents and students devoured dozens of blueberry bagels at Autism Speaks U at Virginia Tech’s first Bagel Binge fundraiser April 6.

The Bagel Binge was part of the series of events Autism Speaks U at Virginia Tech organized for Autism Awareness month in April. Autism Speaks U at Virginia Tech is a student-run chapter of the national organization Autism Speaks, which is the world’s leading autism science and advocacy organization.

The student group’s values follow the mission of the national organization, which is “to change the future for all who struggle with autism spectrum disorders.” The group upholds this mission by having fundraisers to benefit Autism Speaks. Members also serve as aides or babysitters for people with autism in the local area.

For the Bagel Binge, the organization teamed up with Panera Bread, Theta Delta Chi, and Theta Tau to coordinate the bagel-eating contest. All proceeds went to the national Autism Speaks organization. About 100 people came to support the event and 67 people competed in the contest. The top three participants all received gift cards to Panera.

“Just from the online donations and ticket sales, we raised $1,140,” said Megan Ledoux from Fairfax, Va., a junior majoring in psychology in the College of Science and human development and classical studies in the College of Liberal Arts and Human Sciences. “That number does not include any tickets or donations at the event, any funds from the dine-in night, or any bracelet sales. An estimate of the final number is more than $1,200.” Ledoux is president of the student group.

As an added incentive for students to participate, the University of Virginia chapter held the same event at the same time. This resulted in a friendly competition to see who could get more donations. “Our collegiate coordinator from Autism Speaks, Sarah Caminker, organized the competition between the University of Virginia and Virginia Tech to see who could raise more funds during this event,” Ledoux said. “I’m 99 percent certain that Virginia Tech won.” Virginia Tech did raise more money than the University of Virginia with a total of $1,230.

Panera also gave a percentage of the money they made in dine-in sales to the group. “We always have a good turnout at events, and the places we have hosted them have always given us a generous amount of their proceeds,” said Amanda Qadado from Sterling, Va., a sophomore majoring in psychology in the College of Science. “We raise at least $200 at every fundraiser, and we hope to have more and more with every semester.” Quadado is the group's treasurer.

“My favorite moments have been our fundraising events,” Qadado said. “It is really amazing to see people come out to our events to help raise money and how willing they are to donate.”

The organization’s first fundraiser was “A Mile of Change” spring 2011 where they raised over $500 for the national chapter and the local clinic. Since then, the group has raised awareness through a booth at Gobblerfest, a happy hour fundraiser at Hokie House, Autism Awareness Day, and other events.

“I want to continue what we are doing, but at a higher level,” Qadado said. “I want to raise more awareness with students, help more throughout the community, and raise and donate as much money as possible.”

Autism Speaks U at Virginia Tech is currently working with a program called Friday Night Friends. Parents who have a child with a disability can bring their children to the Fieldstone Untied Methodist Church in Blacksburg. The organization provides a movie or speaker for the parents while group members watch their children.

“In honor of Autism Awareness month and Easter, we did activities with the kids like decorating a construction paper Easter egg, having an Easter egg hunt, and playing board games,” Ledoux said. “It was a lot of fun for both the parents and children.”

Some of the group’s goals for the future include more involvement in community projects like Friday Night Friends, The Big Event, and Relay for Life. Ledoux said she also hopes to strengthen their partnerships with other student organizations to make each event as successful as the Bagel Binge.

“Everyone in the organization has such positive energy and makes every event enjoyable,” Ledoux said. “We always have fun and try to create fun experiences for those affected with autism in our community. Seeing smiles on everyone’s faces makes all the planning worthwhile.”