Ultime ricette

Un'esperta di vini della costa orientale porta il suo stile sulla costa occidentale

Un'esperta di vini della costa orientale porta il suo stile sulla costa occidentale


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Ogni volta che vado a cena a New York, ordino sempre un bicchiere di Wölffer Estate's Rosa e/o il mio preferito in assoluto, il No. È molto comune trovarlo nei ristoranti e nei bar di New York. Ho sempre voluto che arrivasse sulla costa occidentale, però.

Se non possiamo sorseggiare un bicchiere di Wölffer Estate Rosé a Los Angeles, possiamo almeno vestirci come facciamo noi! Sebbene i californiani non possano ancora acquistare i vini della tenuta Wölffer nel nostro stato, abbiamo l'opportunità di acquistare nuovi vestiti nel pop-up del co-proprietario Joey Wölffer, La strada che percorriamo in Piattaforma LA, dove Joey cura una collezione Hamptons-incontra-boho da una serie dei suoi designer di lusso preferiti.

Ho avuto un momento per parlare con Joey di questo pop-up ora aperto e del futuro del rosé.

Il pasto quotidiano: In che modo questo pop-up sarà diverso dalle tue sedi di Sag Harbor e Nantucket?
Joey Wölffer
: La mia estetica è sempre la stessa. Ma LA è sofisticata e glamour, quindi per questo pop-up ho aggiunto un po' di brillantezza al mio look boho. Non sono stato in grado di presentare qui, quindi sono molto eccitato per questo. Quando Platform mi ha contattato, ho pensato che essere tra questi altri marchi fosse fantastico.

È l'occasione perfetta per far conoscere il tuo marchio tra i locali di Los Angeles! Qualche posto che non vedi l'ora di visitare mentre sei a Los Angeles?
Il mercato delle pulci di Pasadena, di sicuro, e Sugarfish di Sushi Nozawa.

Quanto è frenetico cercare di destreggiarsi tra il business del vino, la vendita al dettaglio di abbigliamento e un bambino?
Non sarei produttivo quanto lo sono se non facessi tutto. Mi piace tenermi occupata, ma posso ammettere che a volte mi sento troppo teso. Sono fortunato ad avere una buona squadra. In realtà, questa è solo una posizione pop-up, quindi posso fare più cose.

Il rosé è cresciuto così tanto in popolarità negli ultimi dieci anni. Come si distingue la Tenuta Wölffer dagli altri vigneti?
Non vogliamo essere una tendenza. Vogliamo essere in giro per sempre. Abbiamo prodotto il nostro primo rosé nel 1995. Quando abbiamo realizzato un rosé in stile provenzale, la gente pensava che fossimo pazzi. E guarda subito la popolarità del nostro rosé! Il nostro obiettivo è servire vini di qualità e far godere agli ospiti il ​​vigneto.

Eri lì quando? Le vere casalinghe di New York si è presentato alla tenuta Wölffer? E chi è la tua casalinga preferita?
Non lo ero, ma sono fantastici! Conosco Luann [de Lesseps] da alcuni anni; è un'amica di mio padre. Quindi devo sceglierla! È bello che [Bravo] ci supporti così tanto. Non c'era nessun dramma, per fortuna; le signore si sono comportate bene in questa scena.

Qualche consiglio per le donne che cercano lavoro nel campo creativo?
Incoraggio chiunque entri nel campo creativo per assicurarsi di imparare a un livello più alto. Commetti errori e fai esperienza prima di uscire da solo. È anche molto importante assicurarsi che il prodotto sia autentico e originale.

Dai un'occhiata a Joey Wölffer La strada che percorriamo in Piattaforma LA a 8830 Washington Boulevard. a Culver City. essere sicuro per seguire la sua pagina Instagram qui.


The Crab Bowl: Baltimora e San Francisco Square in una battaglia di ricette

Il Super Bowl XLVII riunisce due città pazze di granchi, Baltimora e San Francisco, in un'altra città ossessionata dai crostacei, New Orleans. In un grande campionato sportivo americano prima, le squadre avversarie sono allenate dai fratelli, Jim Harbaugh dei 49ers e John Harbaugh dei Ravens. È la costa orientale contro la costa occidentale, il fratello contro il fratello e, quando si tratta di cucine esclusive, i granchi di Dungeness contro il blues di Chesapeake.

Quest'anno, Spettatore del vinoL'abbinamento cibo-vino del Super Bowl presenta ricette per due specialità a base di granchio, Le famose torte di granchio di Faidley da Baltimora e Cioppino di Rose Pistola da San Francisco.

Le torte di granchio "Bawlmer" sono proliferate lì dal 19° secolo, quando J.W. Faidley Seafood, il fornitore più venerato di polpette di granchio della zona di Chesapeake Bay, ha aperto i battenti. Fondato nel 1886, Faidley's è oggi di proprietà e gestito da Bill e Nancy Devine. (Nancy è una discendente di terza generazione del fondatore John W. Faidley, Sr.) Nancy stessa supervisiona la produzione manuale delle famose torte di granchio blu del ristorante Lexington Market. Lei e sua figlia, Damye Hahn, ci hanno fornito una versione semplice della famosa torta di granchio di Faidley, senza alcuni ingredienti segreti. Se vuoi la cosa vera, spediscono torte di granchio fresche durante la notte in qualsiasi parte degli Stati Uniti.

La polpa di granchio fresca, leggermente dolce, leggermente salata e sempre delicata, si abbina a un'ampia gamma di vini bianchi, dall'albariño al vermentino, oltre a spumanti e rosati secchi. "In genere suggeriamo un buon Chardonnay o Sauvignon Blanc", ha detto Hahn. "Il David Hill Estate Reserve Chardonnay dell'Oregon è una buona scelta, così come il Domaine Bellevue Sauvignon Blanc della Touraine. Il mio personale abbinamento quotidiano è una miscela della Côtes de Gascogne chiamata Haut-Marin. È un ottimo vino di pesce".

Le torte di granchio di Faidley sono perfette per gli spuntini delle feste e si abbinano bene a una vasta gamma di bevande per adulti.

Nella sua forma di torta in padella, il granchio si abbina bene alla birra, ovviamente. Hahn riferisce che i clienti di Faidley's amano particolarmente innaffiare le loro torte di granchio con lattine di "Natty Boh", la pilsner locale. National Bohemian ha prodotto la sua prima birra chiara appena un anno prima dell'apertura di Faidley Seafood ed è stato il primo birrificio a confezionare la birra nell'ormai onnipresente confezione da sei. La gente del posto è nota per preparare un "Baltimore Margarita" borrando un boccale di birra ghiacciata di Natty Boh con condimento Old Bay. The Raven, un'altra famosa birra locale, sembra particolarmente adatta per la domenica del Super Bowl. "Personalmente mi piace un bel hefeweizen, con agrumi, ovviamente", ha detto Hahn.

San Francisco ha un'ossessione per il suo crostaceo locale, il granchio Dungeness, e un piatto che ha avuto origine qui nel XIX secolo, il cioppino, uno stufato di pesce e granchio in stile mediterraneo a base di vino bianco. I pescatori immigrati dal Portogallo e dall'Italia farebbero il cioppino dagli avanzi sminuzzati del pescato del giorno, il nome del piatto probabilmente deriva dal verbo italiano dialettale genovese ciuppin, o "tagliare".

Una delle migliori bocce di cioppino a San Francisco si trova al Rose Pistola, un ristorante di influenza ligure che ha aperto nel 1996 nel quartiere italiano di North Beach. L'executive chef Mark Gordon, che supervisiona anche le cucine dei ristoranti affiliati Terzo e Rose's Café, offre la sua ricetta per il Cioppino di Rose Pistola.

Il cioppino di Rose Pistola è uno dei preferiti dagli appassionati di granchi della Bay Area.

Molti cioppino di San Francisco sono più a base di pomodoro, ma la versione di Rose Pistola è più vicina a una zuppa di pesce, con il pomodoro come uno dei componenti del sapore. Gordon consiglia di utilizzare un vino bianco secco, fresco e molto acido per cucinare - Sauvignon Blanc o Albariño - anche se suggerisce bianchi più ricchi e persino rossi con una buona acidità per l'abbinamento con il prodotto finale. "Questa zuppa è piuttosto ricca, con un po' di pomodoro e acido, ma anche un po' di spezie", ha detto Gordon, che in precedenza ha lavorato come chef a Fetzer Vineyards. "Ci sono molti [vini] che potrebbero funzionare con esso davvero, davvero bene."

Le scelte di Gordon andavano dal cava spagnolo a un rosé di Saumur della Valle della Loira in Francia fino a bianchi come il Vermentino, il Verdicchio o il Pinot Bianco che hanno una buona mineralità, un buon acido e un po' di ricchezza. "Ma penso che il rosso sia un abbinamento più interessante", ha detto. "Pinot Noir, ne vuoi uno che non sia troppo ricco e jammy, ne vuoi uno che sia ad alto contenuto di acidità. La stessa cosa con Zinfandel. Abbiamo Storybook [Mountain] Zin a Rose Pistola e penso che sia una combinazione perfetta. Barolo con un po' di un po' di età, non uno che è appena stato rilasciato, ma forse un Barolo di 5 anni", ha detto Gordon. "Cru Beaujolais sarebbe fantastico. E il Barbera penso che funzioni alla grande con quel pomodoro, ma solo uno che è stato realizzato in acciaio inossidabile, non consiglierei uno con trattamento di quercia".

Per molte altre ricette per le feste del Super Bowl (dalle ali alle zuppe ai Roethlisburger), controlla tutti i link nella barra laterale.

Ricette per il Super Bowl di Baltimora contro San Francisco

Nota: il seguente elenco è una selezione di vini eccezionali e molto buoni provenienti da uscite valutate di recente. I vini di maggior valore possono essere trovati nella nostra ricerca delle valutazioni dei vini.


The Crab Bowl: Baltimora e San Francisco Square in una battaglia di ricette

Il Super Bowl XLVII riunisce due città pazze di granchi, Baltimora e San Francisco, in un'altra città ossessionata dai crostacei, New Orleans. In un grande campionato sportivo americano prima, le squadre avversarie sono allenate dai fratelli, Jim Harbaugh dei 49ers e John Harbaugh dei Ravens. È la costa orientale contro la costa occidentale, il fratello contro il fratello e, quando si tratta di cucine esclusive, i granchi di Dungeness contro il blues di Chesapeake.

Quest'anno, Spettatore del vinoL'abbinamento cibo-vino del Super Bowl presenta ricette per due specialità a base di granchio, Le famose torte di granchio di Faidley da Baltimora e Cioppino di Rose Pistola da San Francisco.

Le torte di granchio "Bawlmer" sono proliferate lì dal 19° secolo, quando J.W. Faidley Seafood, il fornitore più venerato di polpette di granchio della zona di Chesapeake Bay, ha aperto i battenti. Fondato nel 1886, Faidley's è oggi di proprietà e gestito da Bill e Nancy Devine. (Nancy è una discendente di terza generazione del fondatore John W. Faidley, Sr.) Nancy stessa supervisiona la produzione manuale delle famose torte di granchio blu del ristorante Lexington Market. Lei e sua figlia, Damye Hahn, ci hanno fornito una versione semplice della famosa torta di granchio di Faidley, senza alcuni ingredienti segreti. Se vuoi la cosa vera, spediscono torte di granchio fresche durante la notte in qualsiasi parte degli Stati Uniti.

La polpa di granchio fresca, leggermente dolce, leggermente salata e sempre delicata, si abbina a un'ampia gamma di vini bianchi, dall'albariño al vermentino, oltre a spumanti e rosati secchi. "In genere suggeriamo un buon Chardonnay o Sauvignon Blanc", ha detto Hahn. "Il David Hill Estate Reserve Chardonnay dell'Oregon è una buona scelta, così come il Domaine Bellevue Sauvignon Blanc della Touraine. Il mio personale abbinamento quotidiano è una miscela della Côtes de Gascogne chiamata Haut-Marin. È un ottimo vino di pesce".

Le torte di granchio di Faidley sono perfette per gli spuntini delle feste e si abbinano bene a una vasta gamma di bevande per adulti.

Nella sua forma di torta in padella, il granchio si abbina bene alla birra, ovviamente. Hahn riferisce che i clienti di Faidley's amano particolarmente innaffiare le loro torte di granchio con lattine di "Natty Boh", la pilsner locale. National Bohemian ha prodotto la sua prima birra chiara appena un anno prima dell'apertura di Faidley Seafood ed è stato il primo birrificio a confezionare la birra nell'ormai onnipresente confezione da sei. La gente del posto è nota per preparare un "Baltimore Margarita" borrando un boccale di birra ghiacciata di Natty Boh con condimento Old Bay. The Raven, un'altra famosa birra locale, sembra particolarmente adatta per la domenica del Super Bowl. "Personalmente mi piace un bel hefeweizen, con agrumi, ovviamente", ha detto Hahn.

San Francisco ha un'ossessione per il suo crostaceo locale, il granchio Dungeness, e un piatto che ha avuto origine qui nel XIX secolo, il cioppino, uno stufato di pesce e granchio in stile mediterraneo a base di vino bianco. I pescatori immigrati dal Portogallo e dall'Italia farebbero il cioppino dagli avanzi sminuzzati del pescato del giorno, il nome del piatto probabilmente deriva dal verbo italiano dialettale genovese ciuppin, o "tagliare".

Una delle migliori bocce di cioppino a San Francisco si trova al Rose Pistola, un ristorante di influenza ligure che ha aperto nel 1996 nel quartiere italiano di North Beach. L'executive chef Mark Gordon, che supervisiona anche le cucine dei ristoranti affiliati Terzo e Rose's Café, offre la sua ricetta per il Cioppino di Rose Pistola.

Il cioppino di Rose Pistola è uno dei preferiti dagli appassionati di granchi della Bay Area.

Molti cioppino di San Francisco sono più a base di pomodoro, ma la versione di Rose Pistola è più vicina a una zuppa di pesce, con il pomodoro come uno dei componenti del sapore. Gordon consiglia di utilizzare un vino bianco secco, fresco e molto acido per cucinare - Sauvignon Blanc o Albariño - anche se suggerisce bianchi più ricchi e persino rossi con una buona acidità per l'abbinamento con il prodotto finale. "Questa zuppa è piuttosto ricca, con un po' di pomodoro e acido, ma anche un po' di spezie", ha detto Gordon, che in precedenza ha lavorato come chef a Fetzer Vineyards. "Ci sono molti [vini] che potrebbero funzionare con esso davvero, davvero bene."

Le scelte di Gordon hanno spaziato dal cava spagnolo a un rosé di Saumur della Valle della Loira francese fino a bianchi come il Vermentino, il Verdicchio o il Pinot Bianco che hanno una buona mineralità, un buon acido e un po' di ricchezza. "Ma penso che il rosso sia un abbinamento più interessante", ha detto. "Pinot Noir, ne vuoi uno che non sia troppo ricco e jammy, ne vuoi uno che sia ad alto contenuto di acidità. La stessa cosa con Zinfandel. Abbiamo Storybook [Mountain] Zin a Rose Pistola e penso che sia una combinazione perfetta. Barolo con un po' di un po' di età, non uno che è appena stato rilasciato, ma forse un Barolo di 5 anni", ha detto Gordon. "Cru Beaujolais sarebbe fantastico. E il Barbera penso che funzioni alla grande con quel pomodoro, ma solo uno che è stato realizzato in acciaio inossidabile, non consiglierei uno con trattamento di quercia".

Per molte altre ricette per le feste del Super Bowl (dalle ali alle zuppe ai Roethlisburger), controlla tutti i link nella barra laterale.

Ricette per il Super Bowl di Baltimora contro San Francisco

Nota: il seguente elenco è una selezione di vini eccezionali e molto buoni provenienti da uscite valutate di recente. I vini di maggior valore possono essere trovati nella nostra ricerca delle valutazioni dei vini.


The Crab Bowl: Baltimora e San Francisco Square in una battaglia di ricette

Il Super Bowl XLVII riunisce due città pazze di granchi, Baltimora e San Francisco, in un'altra città ossessionata dai crostacei, New Orleans. In un grande campionato sportivo americano prima, le squadre avversarie sono allenate dai fratelli, Jim Harbaugh dei 49ers e John Harbaugh dei Ravens. È la costa orientale contro la costa occidentale, il fratello contro il fratello e, quando si tratta di cucine esclusive, i granchi di Dungeness contro il blues di Chesapeake.

Quest'anno, Spettatore del vinoL'abbinamento cibo-vino del Super Bowl presenta ricette per due specialità a base di granchio, Le famose torte di granchio di Faidley da Baltimora e Cioppino di Rose Pistola da San Francisco.

Le torte di granchio "Bawlmer" sono proliferate lì dal 19° secolo, quando J.W. Faidley Seafood, il fornitore più venerato di polpette di granchio della zona di Chesapeake Bay, ha aperto i battenti. Fondato nel 1886, Faidley's è oggi di proprietà e gestito da Bill e Nancy Devine. (Nancy è una discendente di terza generazione del fondatore John W. Faidley, Sr.) Nancy stessa supervisiona la produzione manuale delle famose torte di granchio blu del ristorante Lexington Market. Lei e sua figlia, Damye Hahn, ci hanno fornito una versione semplice della famosa torta di granchio di Faidley, senza alcuni ingredienti segreti. Se vuoi la cosa vera, spediscono torte di granchio fresche durante la notte in qualsiasi parte degli Stati Uniti.

La polpa di granchio fresca, leggermente dolce, leggermente salata e sempre delicata, si abbina a un'ampia gamma di vini bianchi, dall'albariño al vermentino, oltre a spumanti e rosati secchi. "In genere suggeriamo un buon Chardonnay o Sauvignon Blanc", ha detto Hahn. "Il David Hill Estate Reserve Chardonnay dell'Oregon è una buona scelta, così come il Domaine Bellevue Sauvignon Blanc della Touraine. Il mio personale abbinamento quotidiano è una miscela della Côtes de Gascogne chiamata Haut-Marin. È un ottimo vino di pesce".

Le torte di granchio di Faidley sono perfette per gli spuntini delle feste e si abbinano bene a una vasta gamma di bevande per adulti.

Nella sua forma di torta in padella, il granchio si abbina bene alla birra, ovviamente. Hahn riferisce che i clienti di Faidley's amano particolarmente innaffiare le loro torte di granchio con lattine di "Natty Boh", la pilsner locale. National Bohemian ha prodotto la sua prima birra chiara appena un anno prima dell'apertura di Faidley Seafood ed è stato il primo birrificio a confezionare la birra nell'ormai onnipresente confezione da sei. La gente del posto è nota per preparare un "Baltimore Margarita" borrando un boccale di birra ghiacciata di Natty Boh con condimento Old Bay. The Raven, un'altra famosa birra locale, sembra particolarmente adatta per la domenica del Super Bowl. "Personalmente mi piace un bel hefeweizen, con agrumi, ovviamente", ha detto Hahn.

San Francisco ha un'ossessione per il suo crostaceo locale, il granchio Dungeness, e un piatto che ha avuto origine qui nel XIX secolo, il cioppino, uno stufato di pesce e granchio in stile mediterraneo a base di vino bianco. I pescatori immigrati dal Portogallo e dall'Italia farebbero il cioppino dagli avanzi sminuzzati del pescato del giorno, il nome del piatto probabilmente deriva dal verbo italiano dialettale genovese ciuppin, o "tagliare".

Una delle migliori bocce di cioppino a San Francisco si trova al Rose Pistola, un ristorante di influenza ligure che ha aperto nel 1996 nel quartiere italiano di North Beach. L'executive chef Mark Gordon, che supervisiona anche le cucine dei ristoranti affiliati Terzo e Rose's Café, offre la sua ricetta per il Cioppino di Rose Pistola.

Il cioppino di Rose Pistola è uno dei preferiti dagli appassionati di granchi della Bay Area.

Molti cioppino di San Francisco sono più a base di pomodoro, ma la versione di Rose Pistola è più vicina a una zuppa di pesce, con il pomodoro come uno dei componenti del sapore. Gordon consiglia di utilizzare un vino bianco secco, fresco e molto acido per cucinare - Sauvignon Blanc o Albariño - anche se suggerisce bianchi più ricchi e persino rossi con una buona acidità per l'abbinamento con il prodotto finale. "Questa zuppa è piuttosto ricca, con un po' di pomodoro e acido, ma anche un po' di spezie", ha detto Gordon, che in precedenza ha lavorato come chef a Fetzer Vineyards. "Ci sono molti [vini] che potrebbero funzionare con esso davvero, davvero bene."

Le scelte di Gordon hanno spaziato dal cava spagnolo a un rosé di Saumur della Valle della Loira francese fino a bianchi come il Vermentino, il Verdicchio o il Pinot Bianco che hanno una buona mineralità, un buon acido e un po' di ricchezza. "Ma penso che il rosso sia un abbinamento più interessante", ha detto. "Pinot Noir, ne vuoi uno che non sia troppo ricco e jammy, ne vuoi uno che sia ad alto contenuto di acidità. La stessa cosa con Zinfandel. Abbiamo Storybook [Mountain] Zin a Rose Pistola e penso che sia una combinazione perfetta. Barolo con un po' di un po' di età, non uno che è appena stato rilasciato, ma forse un Barolo di 5 anni", ha detto Gordon. "Cru Beaujolais sarebbe fantastico. E il Barbera penso che funzioni alla grande con quel pomodoro, ma solo uno che è stato realizzato in acciaio inossidabile, non consiglierei uno con trattamento di quercia".

Per molte altre ricette per le feste del Super Bowl (dalle ali alle zuppe ai Roethlisburger), controlla tutti i link nella barra laterale.

Ricette per il Super Bowl di Baltimora contro San Francisco

Nota: il seguente elenco è una selezione di vini eccezionali e molto buoni provenienti da uscite valutate di recente. I vini di maggior valore possono essere trovati nella nostra ricerca delle valutazioni dei vini.


The Crab Bowl: Baltimora e San Francisco Square in una battaglia di ricette

Il Super Bowl XLVII riunisce due città pazze di granchi, Baltimora e San Francisco, in un'altra città ossessionata dai crostacei, New Orleans. In un grande campionato sportivo americano prima, le squadre avversarie sono allenate dai fratelli, Jim Harbaugh dei 49ers e John Harbaugh dei Ravens. È la costa orientale contro la costa occidentale, il fratello contro il fratello e, quando si tratta di cucine esclusive, i granchi di Dungeness contro il blues di Chesapeake.

Quest'anno, Spettatore del vinoL'abbinamento cibo-vino del Super Bowl presenta ricette per due specialità a base di granchio, Le famose torte di granchio di Faidley da Baltimora e Cioppino di Rose Pistola da San Francisco.

Le torte di granchio "Bawlmer" sono proliferate lì dal 19° secolo, quando J.W. Faidley Seafood, il fornitore più venerato di polpette di granchio della zona di Chesapeake Bay, ha aperto i battenti. Fondato nel 1886, Faidley's è oggi di proprietà e gestito da Bill e Nancy Devine. (Nancy è una discendente di terza generazione del fondatore John W. Faidley, Sr.) Nancy stessa supervisiona la produzione manuale delle famose torte di granchio blu del ristorante Lexington Market. Lei e sua figlia, Damye Hahn, ci hanno fornito una versione semplice della famosa torta di granchio di Faidley, senza alcuni ingredienti segreti. Se vuoi la cosa vera, spediscono torte di granchio fresche durante la notte in qualsiasi parte degli Stati Uniti.

La polpa di granchio fresca, leggermente dolce, leggermente salata e sempre delicata, si abbina a un'ampia gamma di vini bianchi, dall'albariño al vermentino, oltre a spumanti e rosati secchi. "In genere suggeriamo un buon Chardonnay o Sauvignon Blanc", ha detto Hahn. "Il David Hill Estate Reserve Chardonnay dell'Oregon è una buona scelta, così come il Domaine Bellevue Sauvignon Blanc della Touraine. Il mio personale abbinamento quotidiano è un blend della Côtes de Gascogne chiamato Haut-Marin. È un ottimo vino di mare".

Le torte di granchio di Faidley sono perfette per gli spuntini delle feste e si abbinano bene a una vasta gamma di bevande per adulti.

Nella sua forma di torta in padella, il granchio si abbina bene alla birra, ovviamente. Hahn riferisce che i clienti di Faidley's amano particolarmente innaffiare le loro torte di granchio con lattine di "Natty Boh", la pilsner locale. National Bohemian ha prodotto la sua prima birra chiara appena un anno prima dell'apertura di Faidley Seafood ed è stato il primo birrificio a confezionare la birra nell'ormai onnipresente confezione da sei. La gente del posto è nota per preparare un "Baltimore Margarita" borrando un boccale di birra ghiacciata di Natty Boh con condimento Old Bay. The Raven, un'altra famosa birra locale, sembra particolarmente adatta per la domenica del Super Bowl. "Personalmente mi piace un bel hefeweizen, con agrumi, ovviamente", ha detto Hahn.

San Francisco ha un'ossessione per il suo crostaceo locale, il granchio Dungeness, e un piatto che ha avuto origine qui nel XIX secolo, il cioppino, uno stufato di pesce e granchio in stile mediterraneo a base di vino bianco. I pescatori immigrati dal Portogallo e dall'Italia farebbero il cioppino dagli avanzi sminuzzati del pescato del giorno, il nome del piatto probabilmente deriva dal verbo italiano dialettale genovese ciuppin, o "tagliare".

Una delle migliori bocce di cioppino a San Francisco si trova al Rose Pistola, un ristorante di influenza ligure che ha aperto nel 1996 nel quartiere italiano di North Beach. L'executive chef Mark Gordon, che supervisiona anche le cucine dei ristoranti affiliati Terzo e Rose's Café, offre la sua ricetta per il Cioppino di Rose Pistola.

Il cioppino di Rose Pistola è uno dei preferiti dagli appassionati di granchi della Bay Area.

Molti cioppino di San Francisco sono più a base di pomodoro, ma la versione di Rose Pistola è più vicina a una zuppa di pesce, con il pomodoro come uno dei componenti del sapore. Gordon consiglia di utilizzare un vino bianco secco, fresco e molto acido per cucinare - Sauvignon Blanc o Albariño - anche se suggerisce bianchi più ricchi e persino rossi con una buona acidità per l'abbinamento con il prodotto finale. "Questa zuppa è piuttosto ricca, con un po' di pomodoro e acido, ma anche un po' di spezie", ha detto Gordon, che in precedenza ha lavorato come chef a Fetzer Vineyards. "Ci sono molti [vini] che potrebbero funzionare con esso davvero, davvero bene."

Le scelte di Gordon hanno spaziato dal cava spagnolo a un rosé di Saumur della Valle della Loira francese fino a bianchi come il Vermentino, il Verdicchio o il Pinot Bianco che hanno una buona mineralità, un buon acido e un po' di ricchezza. "Ma penso che il rosso sia un abbinamento più interessante", ha detto. "Pinot Noir, ne vuoi uno che non sia troppo ricco e jammy, ne vuoi uno che sia ad alto contenuto di acidità. La stessa cosa con Zinfandel. Abbiamo Storybook [Mountain] Zin a Rose Pistola e penso che sia una combinazione perfetta. Barolo con un po' di un po' di età, non uno che è appena stato rilasciato, ma forse un Barolo di 5 anni", ha detto Gordon. "Cru Beaujolais sarebbe fantastico. E il Barbera penso che funzioni alla grande con quel pomodoro, ma solo uno che è stato realizzato in acciaio inossidabile, non consiglierei uno con trattamento di quercia".

Per molte altre ricette per le feste del Super Bowl (dalle ali alle zuppe ai Roethlisburger), controlla tutti i link nella barra laterale.

Ricette per il Super Bowl di Baltimora contro San Francisco

Nota: il seguente elenco è una selezione di vini eccezionali e molto buoni provenienti da uscite valutate di recente. I vini di maggior valore possono essere trovati nella nostra ricerca delle valutazioni dei vini.


The Crab Bowl: Baltimora e San Francisco Square in una battaglia di ricette

Il Super Bowl XLVII riunisce due città pazze di granchi, Baltimora e San Francisco, in un'altra città ossessionata dai crostacei, New Orleans. In un grande campionato sportivo americano prima, le squadre avversarie sono allenate dai fratelli, Jim Harbaugh dei 49ers e John Harbaugh dei Ravens. È la costa orientale contro la costa occidentale, il fratello contro il fratello e, quando si tratta di cucine esclusive, i granchi di Dungeness contro il blues di Chesapeake.

Quest'anno, Spettatore del vinoL'abbinamento cibo-vino del Super Bowl presenta ricette per due specialità a base di granchio, Le famose torte di granchio di Faidley da Baltimora e Cioppino di Rose Pistola da San Francisco.

Le torte di granchio "Bawlmer" sono proliferate lì dal 19° secolo, quando J.W. Faidley Seafood, il fornitore più venerato di polpette di granchio della zona di Chesapeake Bay, ha aperto i battenti. Fondato nel 1886, Faidley's è oggi di proprietà e gestito da Bill e Nancy Devine. (Nancy è una discendente di terza generazione del fondatore John W. Faidley, Sr.) Nancy stessa supervisiona la produzione manuale delle famose torte di granchio blu del ristorante Lexington Market. Lei e sua figlia, Damye Hahn, ci hanno fornito una versione semplice della famosa torta di granchio di Faidley, senza alcuni ingredienti segreti. Se vuoi la cosa vera, spediscono torte di granchio fresche durante la notte in qualsiasi parte degli Stati Uniti.

La polpa di granchio fresca, leggermente dolce, leggermente salata e sempre delicata, si abbina a un'ampia gamma di vini bianchi, dall'albariño al vermentino, oltre a spumanti e rosati secchi. "In genere suggeriamo un buon Chardonnay o Sauvignon Blanc", ha detto Hahn. "Il David Hill Estate Reserve Chardonnay dell'Oregon è una buona scelta, così come il Domaine Bellevue Sauvignon Blanc della Touraine. Il mio personale abbinamento quotidiano è una miscela della Côtes de Gascogne chiamata Haut-Marin. È un ottimo vino di pesce".

Le torte di granchio di Faidley sono perfette per gli spuntini delle feste e si abbinano bene a una vasta gamma di bevande per adulti.

Nella sua forma di torta in padella, il granchio si abbina bene alla birra, ovviamente. Hahn riferisce che i clienti di Faidley's amano particolarmente innaffiare le loro torte di granchio con lattine di "Natty Boh", la pilsner locale. National Bohemian ha prodotto la sua prima birra chiara appena un anno prima dell'apertura di Faidley Seafood ed è stato il primo birrificio a confezionare la birra nell'ormai onnipresente confezione da sei. La gente del posto è nota per preparare un "Baltimore Margarita" riempiendo un boccale di birra ghiacciata di Natty Boh con il condimento Old Bay. The Raven, un'altra famosa birra locale, sembra particolarmente adatta per la domenica del Super Bowl. "Personalmente mi piace un bel hefeweizen, con agrumi, ovviamente", ha detto Hahn.

San Francisco ha un'ossessione per il suo crostaceo locale, il granchio Dungeness, e un piatto che ha avuto origine qui nel XIX secolo, il cioppino, uno stufato di pesce e granchio in stile mediterraneo a base di vino bianco. I pescatori immigrati dal Portogallo e dall'Italia farebbero il cioppino dagli avanzi sminuzzati del pescato del giorno, il nome del piatto probabilmente deriva dal verbo italiano dialettale genovese ciuppin, o "tagliare".

Una delle migliori bocce di cioppino a San Francisco si trova al Rose Pistola, un ristorante di influenza ligure che ha aperto nel 1996 nel quartiere italiano di North Beach. L'executive chef Mark Gordon, che supervisiona anche le cucine dei ristoranti affiliati Terzo e Rose's Café, offre la sua ricetta per il Cioppino di Rose Pistola.

Il cioppino di Rose Pistola è uno dei preferiti dagli appassionati di granchi della Bay Area.

Molti cioppino di San Francisco sono più a base di pomodoro, ma la versione di Rose Pistola è più vicina a una zuppa di pesce, con il pomodoro come uno dei componenti del sapore. Gordon consiglia di utilizzare un vino bianco secco, fresco e molto acido per cucinare, Sauvignon Blanc o Albariño, anche se suggerisce bianchi più ricchi e persino rossi con una buona acidità per l'abbinamento con il prodotto finale. "Questa zuppa è piuttosto ricca, con un po' di pomodoro e acido, ma anche un po' di spezie", ha detto Gordon, che in precedenza ha lavorato come chef a Fetzer Vineyards. "Ci sono molti [vini] che potrebbero funzionare con esso davvero, davvero bene."

Le scelte di Gordon hanno spaziato dal cava spagnolo a un rosé di Saumur della Valle della Loira francese fino a bianchi come il Vermentino, il Verdicchio o il Pinot Bianco che hanno una buona mineralità, un buon acido e un po' di ricchezza. "Ma penso che il rosso sia un abbinamento più interessante", ha detto. "Pinot Noir, ne vuoi uno che non sia troppo ricco e jammy, ne vuoi uno che sia ad alto contenuto di acidità. La stessa cosa con Zinfandel. Abbiamo Storybook [Mountain] Zin a Rose Pistola e penso che sia una combinazione perfetta. Barolo con un po' di un po' di età, non uno che è appena stato rilasciato, ma forse un Barolo di 5 anni", ha detto Gordon. "Cru Beaujolais sarebbe fantastico. E il Barbera penso che funzioni alla grande con quel pomodoro, ma solo uno che è stato realizzato in acciaio inossidabile, non consiglierei uno con trattamento di quercia".

Per molte altre ricette per le feste del Super Bowl (dalle ali alle zuppe ai Roethlisburger), controlla tutti i link nella barra laterale.

Ricette per il Super Bowl di Baltimora contro San Francisco

Nota: il seguente elenco è una selezione di vini eccezionali e molto buoni provenienti da uscite valutate di recente. I vini di maggior valore possono essere trovati nella nostra ricerca delle valutazioni dei vini.


The Crab Bowl: Baltimora e San Francisco Square in una battaglia di ricette

Il Super Bowl XLVII riunisce due città pazze di granchi, Baltimora e San Francisco, in un'altra città ossessionata dai crostacei, New Orleans. In un grande campionato sportivo americano prima, le squadre avversarie sono allenate dai fratelli, Jim Harbaugh dei 49ers e John Harbaugh dei Ravens. È la costa orientale contro la costa occidentale, il fratello contro il fratello e, quando si tratta di cucine esclusive, i granchi di Dungeness contro il blues di Chesapeake.

Quest'anno, Spettatore del vinoL'abbinamento cibo-vino del Super Bowl presenta ricette per due specialità a base di granchio, Le famose torte di granchio di Faidley da Baltimora e Cioppino di Rose Pistola da San Francisco.

Le torte di granchio "Bawlmer" sono proliferate lì dal 19° secolo, quando J.W. Faidley Seafood, il fornitore più venerato di polpette di granchio della zona di Chesapeake Bay, ha aperto i battenti. Fondato nel 1886, Faidley's è oggi di proprietà e gestito da Bill e Nancy Devine. (Nancy è una discendente di terza generazione del fondatore John W. Faidley, Sr.) Nancy stessa supervisiona la produzione manuale delle famose torte di granchio blu del ristorante Lexington Market. Lei e sua figlia, Damye Hahn, ci hanno fornito una versione semplice della famosa torta di granchio di Faidley, senza alcuni ingredienti segreti. Se vuoi la cosa vera, spediscono torte di granchio fresche durante la notte in qualsiasi parte degli Stati Uniti.

La polpa di granchio fresca, leggermente dolce, leggermente salata e sempre delicata, si abbina a un'ampia gamma di vini bianchi, dall'albariño al vermentino, oltre a spumanti e rosati secchi. "In genere suggeriamo un buon Chardonnay o Sauvignon Blanc", ha detto Hahn. "Il David Hill Estate Reserve Chardonnay dell'Oregon è una buona scelta, così come il Domaine Bellevue Sauvignon Blanc della Touraine. Il mio personale abbinamento quotidiano è un blend della Côtes de Gascogne chiamato Haut-Marin. È un ottimo vino di mare".

Faidley's crab cakes are perfect for party snacking and pair well with an array of adult beverages.

In its pan-fried cake form, crab pairs well with beer, of course. Hahn reports that the customers at Faidley's are particularly fond of washing down their crab cakes with cans of "Natty Boh," the local pilsner. National Bohemian brewed its first lager just a year before Faidley Seafood opened and was the first brewery to package beer in the now-ubiquitous six-pack. Locals are known to make a "Baltimore Margarita" by rimming a chilled beer mug of Natty Boh with Old Bay seasoning. The Raven, another popular local brew, seems particularly well-suited for Super Bowl Sunday. "I personally like a nice hefeweizen, with citrus, of course," said Hahn.

San Francisco has an obsession with its own local crustacean, the Dungeness crab, and a dish that originated here in the 19th century, cioppino, a Mediterranean-style fish-and-crab stew made with white wine. Fisherman immigrants from Portugal and Italy would make cioppino from the chopped-up leftovers of the day's catch, the dish's name likely derived from the Genoan dialect Italian verb ciuppin, or "to chop."

One of the best bowls of cioppino in San Francisco can be found at Rose Pistola, a Ligurian-influenced restaurant that opened in 1996 in the Italian neighborhood of North Beach. Executive chef Mark Gordon, who also oversees the kitchens at sister restaurants Terzo and Rose's Café, offers his recipe for Rose Pistola's Cioppino.

Rose Pistola's cioppino is a favorite among Bay-area crab aficionados.

Many San Francisco cioppinos are more tomato-based, but Rose Pistola's version is closer to a seafood soup, with tomato as one of the flavor components. Gordon recommends using a dry, crisp, high-acid white wine for cooking—Sauvignon Blanc or Albariño—though he suggests richer whites and even reds with good acidity for pairing with the final product. "This soup is pretty rich, with a little bit of tomato and acid, but also a little bit of spice to it," said Gordon, who previously worked as a chef at Fetzer Vineyards. “There are a lot of [wines] that could work with it really, really well.”

Gordon's picks ranged from Spanish cava to a Saumur rosé from France's Loire Valley to whites such as Vermentino, Verdicchio or Pinot Blanc that have good minerality, good acid and a little bit of richness. "But I think red makes a more interesting pairing," he said. "Pinot Noir, you want one that's not too rich and jammy, you want one that's high in acidity. The same thing with Zinfandel. We have Storybook [Mountain] Zin at Rose Pistola and I think that's a perfect combination. Barolo with a little bit of age—not one that's just been released but maybe a 5-year-old Barolo," said Gordon. "Cru Beaujolais would be great. And Barbera I think works great with that tomato, but only one that was made in stainless steel—I wouldn't recommend one that had any oak treatment."

For plenty of other Super Bowl party recipes (from wings to chowders to Roethlisburgers), check out all the links in the sidebar.

Baltimore vs. San Francisco Super Bowl Party Recipes

Note: The following list is a selection of outstanding and very good wines from recently rated releases. More value wines can be found in our Wine Ratings Search.


The Crab Bowl: Baltimore and San Francisco Square Off in a Battle of Recipes

Super Bowl XLVII brings two crab-mad towns, Baltimore and San Francisco, together in yet another shellfish-obsessed city, New Orleans. In an American major sport championship first, the opposing teams are coached by brothers, Jim Harbaugh of the 49ers and John Harbaugh of the Ravens. It’s East Coast vs. West Coast, brother vs. brother and, when it comes to signature cuisines, Dungeness crabs vs. Chesapeake blues.

Quest'anno, Spettatore del vino's Super Bowl food-and-wine pairing match-up features recipes for two crab-based specialties, Faidley’s Famous Crab Cakes from Baltimore and Rose Pistola’s Cioppino da San Francisco.

“Bawlmer” crab cakes have proliferated there since the 19th century, when J.W. Faidley Seafood, the Chesapeake Bay area's most revered purveyor of crab patties, first opened its doors. Founded in 1886, Faidley's is owned and operated today by Bill and Nancy Devine. (Nancy is a third-generation descendant of founder John W. Faidley, Sr.) Nancy herself oversees the hand-making of the Lexington Market restaurant's famed lump blue crab cakes. She and her daughter, Damye Hahn, provided us with a simple version of the Faidley's Famous Crab Cake, minus a few secret ingredients. If you want the real thing, they ship fresh crab cakes overnight to anywhere in the United States.

Fresh lump crabmeat—slightly sweet, slightly briny and always delicate—pairs well with a wide range of white wines, from Albariño to Vermentino, as well as sparkling wines and dry rosés. "We generally suggest a nice Chardonnay or Sauvignon Blanc," said Hahn. "The David Hill Estate Reserve Chardonnay from Oregon is a good choice, as is Domaine Bellevue Sauvignon Blanc from Touraine. My personal go-to everyday pairing is a blend from Côtes de Gascogne called Haut-Marin. It's a great seafood wine."

Faidley's crab cakes are perfect for party snacking and pair well with an array of adult beverages.

In its pan-fried cake form, crab pairs well with beer, of course. Hahn reports that the customers at Faidley's are particularly fond of washing down their crab cakes with cans of "Natty Boh," the local pilsner. National Bohemian brewed its first lager just a year before Faidley Seafood opened and was the first brewery to package beer in the now-ubiquitous six-pack. Locals are known to make a "Baltimore Margarita" by rimming a chilled beer mug of Natty Boh with Old Bay seasoning. The Raven, another popular local brew, seems particularly well-suited for Super Bowl Sunday. "I personally like a nice hefeweizen, with citrus, of course," said Hahn.

San Francisco has an obsession with its own local crustacean, the Dungeness crab, and a dish that originated here in the 19th century, cioppino, a Mediterranean-style fish-and-crab stew made with white wine. Fisherman immigrants from Portugal and Italy would make cioppino from the chopped-up leftovers of the day's catch, the dish's name likely derived from the Genoan dialect Italian verb ciuppin, or "to chop."

One of the best bowls of cioppino in San Francisco can be found at Rose Pistola, a Ligurian-influenced restaurant that opened in 1996 in the Italian neighborhood of North Beach. Executive chef Mark Gordon, who also oversees the kitchens at sister restaurants Terzo and Rose's Café, offers his recipe for Rose Pistola's Cioppino.

Rose Pistola's cioppino is a favorite among Bay-area crab aficionados.

Many San Francisco cioppinos are more tomato-based, but Rose Pistola's version is closer to a seafood soup, with tomato as one of the flavor components. Gordon recommends using a dry, crisp, high-acid white wine for cooking—Sauvignon Blanc or Albariño—though he suggests richer whites and even reds with good acidity for pairing with the final product. "This soup is pretty rich, with a little bit of tomato and acid, but also a little bit of spice to it," said Gordon, who previously worked as a chef at Fetzer Vineyards. “There are a lot of [wines] that could work with it really, really well.”

Gordon's picks ranged from Spanish cava to a Saumur rosé from France's Loire Valley to whites such as Vermentino, Verdicchio or Pinot Blanc that have good minerality, good acid and a little bit of richness. "But I think red makes a more interesting pairing," he said. "Pinot Noir, you want one that's not too rich and jammy, you want one that's high in acidity. The same thing with Zinfandel. We have Storybook [Mountain] Zin at Rose Pistola and I think that's a perfect combination. Barolo with a little bit of age—not one that's just been released but maybe a 5-year-old Barolo," said Gordon. "Cru Beaujolais would be great. And Barbera I think works great with that tomato, but only one that was made in stainless steel—I wouldn't recommend one that had any oak treatment."

For plenty of other Super Bowl party recipes (from wings to chowders to Roethlisburgers), check out all the links in the sidebar.

Baltimore vs. San Francisco Super Bowl Party Recipes

Note: The following list is a selection of outstanding and very good wines from recently rated releases. More value wines can be found in our Wine Ratings Search.


The Crab Bowl: Baltimore and San Francisco Square Off in a Battle of Recipes

Super Bowl XLVII brings two crab-mad towns, Baltimore and San Francisco, together in yet another shellfish-obsessed city, New Orleans. In an American major sport championship first, the opposing teams are coached by brothers, Jim Harbaugh of the 49ers and John Harbaugh of the Ravens. It’s East Coast vs. West Coast, brother vs. brother and, when it comes to signature cuisines, Dungeness crabs vs. Chesapeake blues.

Quest'anno, Spettatore del vino's Super Bowl food-and-wine pairing match-up features recipes for two crab-based specialties, Faidley’s Famous Crab Cakes from Baltimore and Rose Pistola’s Cioppino da San Francisco.

“Bawlmer” crab cakes have proliferated there since the 19th century, when J.W. Faidley Seafood, the Chesapeake Bay area's most revered purveyor of crab patties, first opened its doors. Founded in 1886, Faidley's is owned and operated today by Bill and Nancy Devine. (Nancy is a third-generation descendant of founder John W. Faidley, Sr.) Nancy herself oversees the hand-making of the Lexington Market restaurant's famed lump blue crab cakes. She and her daughter, Damye Hahn, provided us with a simple version of the Faidley's Famous Crab Cake, minus a few secret ingredients. If you want the real thing, they ship fresh crab cakes overnight to anywhere in the United States.

Fresh lump crabmeat—slightly sweet, slightly briny and always delicate—pairs well with a wide range of white wines, from Albariño to Vermentino, as well as sparkling wines and dry rosés. "We generally suggest a nice Chardonnay or Sauvignon Blanc," said Hahn. "The David Hill Estate Reserve Chardonnay from Oregon is a good choice, as is Domaine Bellevue Sauvignon Blanc from Touraine. My personal go-to everyday pairing is a blend from Côtes de Gascogne called Haut-Marin. It's a great seafood wine."

Faidley's crab cakes are perfect for party snacking and pair well with an array of adult beverages.

In its pan-fried cake form, crab pairs well with beer, of course. Hahn reports that the customers at Faidley's are particularly fond of washing down their crab cakes with cans of "Natty Boh," the local pilsner. National Bohemian brewed its first lager just a year before Faidley Seafood opened and was the first brewery to package beer in the now-ubiquitous six-pack. Locals are known to make a "Baltimore Margarita" by rimming a chilled beer mug of Natty Boh with Old Bay seasoning. The Raven, another popular local brew, seems particularly well-suited for Super Bowl Sunday. "I personally like a nice hefeweizen, with citrus, of course," said Hahn.

San Francisco has an obsession with its own local crustacean, the Dungeness crab, and a dish that originated here in the 19th century, cioppino, a Mediterranean-style fish-and-crab stew made with white wine. Fisherman immigrants from Portugal and Italy would make cioppino from the chopped-up leftovers of the day's catch, the dish's name likely derived from the Genoan dialect Italian verb ciuppin, or "to chop."

One of the best bowls of cioppino in San Francisco can be found at Rose Pistola, a Ligurian-influenced restaurant that opened in 1996 in the Italian neighborhood of North Beach. Executive chef Mark Gordon, who also oversees the kitchens at sister restaurants Terzo and Rose's Café, offers his recipe for Rose Pistola's Cioppino.

Rose Pistola's cioppino is a favorite among Bay-area crab aficionados.

Many San Francisco cioppinos are more tomato-based, but Rose Pistola's version is closer to a seafood soup, with tomato as one of the flavor components. Gordon recommends using a dry, crisp, high-acid white wine for cooking—Sauvignon Blanc or Albariño—though he suggests richer whites and even reds with good acidity for pairing with the final product. "This soup is pretty rich, with a little bit of tomato and acid, but also a little bit of spice to it," said Gordon, who previously worked as a chef at Fetzer Vineyards. “There are a lot of [wines] that could work with it really, really well.”

Gordon's picks ranged from Spanish cava to a Saumur rosé from France's Loire Valley to whites such as Vermentino, Verdicchio or Pinot Blanc that have good minerality, good acid and a little bit of richness. "But I think red makes a more interesting pairing," he said. "Pinot Noir, you want one that's not too rich and jammy, you want one that's high in acidity. The same thing with Zinfandel. We have Storybook [Mountain] Zin at Rose Pistola and I think that's a perfect combination. Barolo with a little bit of age—not one that's just been released but maybe a 5-year-old Barolo," said Gordon. "Cru Beaujolais would be great. And Barbera I think works great with that tomato, but only one that was made in stainless steel—I wouldn't recommend one that had any oak treatment."

For plenty of other Super Bowl party recipes (from wings to chowders to Roethlisburgers), check out all the links in the sidebar.

Baltimore vs. San Francisco Super Bowl Party Recipes

Note: The following list is a selection of outstanding and very good wines from recently rated releases. More value wines can be found in our Wine Ratings Search.


The Crab Bowl: Baltimore and San Francisco Square Off in a Battle of Recipes

Super Bowl XLVII brings two crab-mad towns, Baltimore and San Francisco, together in yet another shellfish-obsessed city, New Orleans. In an American major sport championship first, the opposing teams are coached by brothers, Jim Harbaugh of the 49ers and John Harbaugh of the Ravens. It’s East Coast vs. West Coast, brother vs. brother and, when it comes to signature cuisines, Dungeness crabs vs. Chesapeake blues.

Quest'anno, Spettatore del vino's Super Bowl food-and-wine pairing match-up features recipes for two crab-based specialties, Faidley’s Famous Crab Cakes from Baltimore and Rose Pistola’s Cioppino da San Francisco.

“Bawlmer” crab cakes have proliferated there since the 19th century, when J.W. Faidley Seafood, the Chesapeake Bay area's most revered purveyor of crab patties, first opened its doors. Founded in 1886, Faidley's is owned and operated today by Bill and Nancy Devine. (Nancy is a third-generation descendant of founder John W. Faidley, Sr.) Nancy herself oversees the hand-making of the Lexington Market restaurant's famed lump blue crab cakes. She and her daughter, Damye Hahn, provided us with a simple version of the Faidley's Famous Crab Cake, minus a few secret ingredients. If you want the real thing, they ship fresh crab cakes overnight to anywhere in the United States.

Fresh lump crabmeat—slightly sweet, slightly briny and always delicate—pairs well with a wide range of white wines, from Albariño to Vermentino, as well as sparkling wines and dry rosés. "We generally suggest a nice Chardonnay or Sauvignon Blanc," said Hahn. "The David Hill Estate Reserve Chardonnay from Oregon is a good choice, as is Domaine Bellevue Sauvignon Blanc from Touraine. My personal go-to everyday pairing is a blend from Côtes de Gascogne called Haut-Marin. It's a great seafood wine."

Faidley's crab cakes are perfect for party snacking and pair well with an array of adult beverages.

In its pan-fried cake form, crab pairs well with beer, of course. Hahn reports that the customers at Faidley's are particularly fond of washing down their crab cakes with cans of "Natty Boh," the local pilsner. National Bohemian brewed its first lager just a year before Faidley Seafood opened and was the first brewery to package beer in the now-ubiquitous six-pack. Locals are known to make a "Baltimore Margarita" by rimming a chilled beer mug of Natty Boh with Old Bay seasoning. The Raven, another popular local brew, seems particularly well-suited for Super Bowl Sunday. "I personally like a nice hefeweizen, with citrus, of course," said Hahn.

San Francisco has an obsession with its own local crustacean, the Dungeness crab, and a dish that originated here in the 19th century, cioppino, a Mediterranean-style fish-and-crab stew made with white wine. Fisherman immigrants from Portugal and Italy would make cioppino from the chopped-up leftovers of the day's catch, the dish's name likely derived from the Genoan dialect Italian verb ciuppin, or "to chop."

One of the best bowls of cioppino in San Francisco can be found at Rose Pistola, a Ligurian-influenced restaurant that opened in 1996 in the Italian neighborhood of North Beach. Executive chef Mark Gordon, who also oversees the kitchens at sister restaurants Terzo and Rose's Café, offers his recipe for Rose Pistola's Cioppino.

Rose Pistola's cioppino is a favorite among Bay-area crab aficionados.

Many San Francisco cioppinos are more tomato-based, but Rose Pistola's version is closer to a seafood soup, with tomato as one of the flavor components. Gordon recommends using a dry, crisp, high-acid white wine for cooking—Sauvignon Blanc or Albariño—though he suggests richer whites and even reds with good acidity for pairing with the final product. "This soup is pretty rich, with a little bit of tomato and acid, but also a little bit of spice to it," said Gordon, who previously worked as a chef at Fetzer Vineyards. “There are a lot of [wines] that could work with it really, really well.”

Gordon's picks ranged from Spanish cava to a Saumur rosé from France's Loire Valley to whites such as Vermentino, Verdicchio or Pinot Blanc that have good minerality, good acid and a little bit of richness. "But I think red makes a more interesting pairing," he said. "Pinot Noir, you want one that's not too rich and jammy, you want one that's high in acidity. The same thing with Zinfandel. We have Storybook [Mountain] Zin at Rose Pistola and I think that's a perfect combination. Barolo with a little bit of age—not one that's just been released but maybe a 5-year-old Barolo," said Gordon. "Cru Beaujolais would be great. And Barbera I think works great with that tomato, but only one that was made in stainless steel—I wouldn't recommend one that had any oak treatment."

For plenty of other Super Bowl party recipes (from wings to chowders to Roethlisburgers), check out all the links in the sidebar.

Baltimore vs. San Francisco Super Bowl Party Recipes

Note: The following list is a selection of outstanding and very good wines from recently rated releases. More value wines can be found in our Wine Ratings Search.


The Crab Bowl: Baltimore and San Francisco Square Off in a Battle of Recipes

Super Bowl XLVII brings two crab-mad towns, Baltimore and San Francisco, together in yet another shellfish-obsessed city, New Orleans. In an American major sport championship first, the opposing teams are coached by brothers, Jim Harbaugh of the 49ers and John Harbaugh of the Ravens. It’s East Coast vs. West Coast, brother vs. brother and, when it comes to signature cuisines, Dungeness crabs vs. Chesapeake blues.

Quest'anno, Spettatore del vino's Super Bowl food-and-wine pairing match-up features recipes for two crab-based specialties, Faidley’s Famous Crab Cakes from Baltimore and Rose Pistola’s Cioppino da San Francisco.

“Bawlmer” crab cakes have proliferated there since the 19th century, when J.W. Faidley Seafood, the Chesapeake Bay area's most revered purveyor of crab patties, first opened its doors. Founded in 1886, Faidley's is owned and operated today by Bill and Nancy Devine. (Nancy is a third-generation descendant of founder John W. Faidley, Sr.) Nancy herself oversees the hand-making of the Lexington Market restaurant's famed lump blue crab cakes. She and her daughter, Damye Hahn, provided us with a simple version of the Faidley's Famous Crab Cake, minus a few secret ingredients. If you want the real thing, they ship fresh crab cakes overnight to anywhere in the United States.

Fresh lump crabmeat—slightly sweet, slightly briny and always delicate—pairs well with a wide range of white wines, from Albariño to Vermentino, as well as sparkling wines and dry rosés. "We generally suggest a nice Chardonnay or Sauvignon Blanc," said Hahn. "The David Hill Estate Reserve Chardonnay from Oregon is a good choice, as is Domaine Bellevue Sauvignon Blanc from Touraine. My personal go-to everyday pairing is a blend from Côtes de Gascogne called Haut-Marin. It's a great seafood wine."

Faidley's crab cakes are perfect for party snacking and pair well with an array of adult beverages.

In its pan-fried cake form, crab pairs well with beer, of course. Hahn reports that the customers at Faidley's are particularly fond of washing down their crab cakes with cans of "Natty Boh," the local pilsner. National Bohemian brewed its first lager just a year before Faidley Seafood opened and was the first brewery to package beer in the now-ubiquitous six-pack. Locals are known to make a "Baltimore Margarita" by rimming a chilled beer mug of Natty Boh with Old Bay seasoning. The Raven, another popular local brew, seems particularly well-suited for Super Bowl Sunday. "I personally like a nice hefeweizen, with citrus, of course," said Hahn.

San Francisco has an obsession with its own local crustacean, the Dungeness crab, and a dish that originated here in the 19th century, cioppino, a Mediterranean-style fish-and-crab stew made with white wine. Fisherman immigrants from Portugal and Italy would make cioppino from the chopped-up leftovers of the day's catch, the dish's name likely derived from the Genoan dialect Italian verb ciuppin, or "to chop."

One of the best bowls of cioppino in San Francisco can be found at Rose Pistola, a Ligurian-influenced restaurant that opened in 1996 in the Italian neighborhood of North Beach. Executive chef Mark Gordon, who also oversees the kitchens at sister restaurants Terzo and Rose's Café, offers his recipe for Rose Pistola's Cioppino.

Rose Pistola's cioppino is a favorite among Bay-area crab aficionados.

Many San Francisco cioppinos are more tomato-based, but Rose Pistola's version is closer to a seafood soup, with tomato as one of the flavor components. Gordon recommends using a dry, crisp, high-acid white wine for cooking—Sauvignon Blanc or Albariño—though he suggests richer whites and even reds with good acidity for pairing with the final product. "This soup is pretty rich, with a little bit of tomato and acid, but also a little bit of spice to it," said Gordon, who previously worked as a chef at Fetzer Vineyards. “There are a lot of [wines] that could work with it really, really well.”

Gordon's picks ranged from Spanish cava to a Saumur rosé from France's Loire Valley to whites such as Vermentino, Verdicchio or Pinot Blanc that have good minerality, good acid and a little bit of richness. "But I think red makes a more interesting pairing," he said. "Pinot Noir, you want one that's not too rich and jammy, you want one that's high in acidity. The same thing with Zinfandel. We have Storybook [Mountain] Zin at Rose Pistola and I think that's a perfect combination. Barolo with a little bit of age—not one that's just been released but maybe a 5-year-old Barolo," said Gordon. "Cru Beaujolais would be great. And Barbera I think works great with that tomato, but only one that was made in stainless steel—I wouldn't recommend one that had any oak treatment."

For plenty of other Super Bowl party recipes (from wings to chowders to Roethlisburgers), check out all the links in the sidebar.

Baltimore vs. San Francisco Super Bowl Party Recipes

Note: The following list is a selection of outstanding and very good wines from recently rated releases. More value wines can be found in our Wine Ratings Search.



Commenti:

  1. Munachiso

    Mi dispiace, ma penso che tu abbia torto. Sono sicuro. Propongo di discuterne. Inviami un'e -mail a PM, parleremo.

  2. Kidal

    Congratulazioni, questo brillante pensiero arriverà nel posto giusto.

  3. Kasia

    Al meglio possibile!

  4. Mezibei

    È la frase semplicemente incomparabile

  5. Adri

    D'accordo, la tua idea è geniale

  6. Garey

    Non ha capito assolutamente, che desideravi dirlo.



Scrivi un messaggio