Ultime ricette

Dove andare nella presentazione 2012

Dove andare nella presentazione 2012


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Tokyo

Tokyo vanta il maggior numero di stelle Michelin di qualsiasi città del mondo, con un panorama culinario di cibi incredibili e incredibilmente costosi. E con un focus sempre maggiore sul cibo giapponese negli States, i viaggiatori sono sempre più entusiasti e disposti ad avventurarsi in Le strade affollate e affollate di Tokyo. Inoltre, al di là dei ristoranti stellati Michelin, i viaggiatori in economia possono divertirsi a Tokyo spendendo poco.

Istria, Croazia

La Croazia è stata difficile da definire. I viaggiatori hanno in mente la Croazia da anni, ma fino ad ora non c'era una destinazione ovvia. Una volta il sentiero del fantastico enogastronomia in Istria è stato svelato, sempre più viaggiatori hanno iniziato a saltare la Toscana per sorseggiare il vino, assaggiare gli oli d'oliva locali, annusare i tartufi e le erbe infettive locali e assaggiare invece i formaggi prodotti localmente in Croazia.

Londra

Un matrimonio reale nel 2011, seguito dalle Olimpiadi nel 2012, significa che il mondo sta guardando e volando verso Londra. Nonostante il clima tradizionalmente grigio e cupo, è una destinazione per tutto l'anno con un calendario pieno di avvenimenti culturali. Per non parlare del flusso costante di fantastiche aperture di ristoranti che hanno punteggiato il paesaggio, con Cena di Heston Blumenthal in testa al gruppo.

Belize

Con due Resort di proprietà di Francis Ford Coppola, una nuova proprietà nelle opere di Leonardo DiCaprio, l'inglese come lingua ufficiale, e rovine e spiagge meno rovinate di quelle di vicini come Messico e Costa Rica, non c'è da meravigliarsi Belize sta diventando una destinazione latinoamericana da raccontare a casa. La famosa salsa piccante di Marie Sharp, un birrificio da chiamare proprio, e fry jack ricoperti di conserve tropicali per colazione, sono tre dei tanti buoni motivi per prenotare subito un viaggio lì.

Santa Fe, N.M.

Scoprire nuovi posti è il nome del gioco nel 2012, ma pagare per queste vacanze lontane è ancora un toccasana, motivo per cui Santa Fe, e una manciata di altre città degli Stati Uniti, stanno emergendo dopo anni di essere un po' superato. È una destinazione per tutto l'anno, con lo sci in inverno, una bellissima architettura in adobe, chiese meravigliose, ampi panorami, una fiorente scena artistica e culturale e un'atmosfera unica panorama culinario che i viaggiatori sono pronto per esplorare.

Città del Capo, Sudafrica

Questa città di mare attira da anni turisti per vedere la Table Mountain, fare safari e visitare i pinguini a Boulders Beach. Ma ora che i vini sudafricani sono diventati un appuntamento fisso nei menu negli Stati Uniti e i viaggiatori sono diventati più ispirati a dirigersi più lontano, Città del Capo dovrebbe prepararsi per un afflusso di jet-set americani. Che ha un infinito scena di cibi e bevande in forte espansione, con posti come Aubergine e Bizerca, non fa che aumentare il fascino.

Copenhagen, Danimarca

Ripeti dopo di me: "Noma". Con il successo internazionale e l'acclamazione che il Noma (nella foto) ha raccolto, sono spuntate manciate di ramificazioni a Copenaghen e dintorni, e la cucina nordica è stata portata nei nostri piatti. La città si trova proprio tra la vicina Stoccolma, molto turistica, e la proibitivamente costosa Oslo, come destinazione dall'ottimo rapporto qualità-prezzo con uno stuolo di avamposti culturali, un ricca scena gastronomicae un'atmosfera di design accattivante.

Lima, Perù

Se c'è un tipo di cibo che sembra essere arrivato dal nulla per essere improvvisamente sulla bocca di tutti nel 2011, è peruviano. E Lima sta guidando la carica come destinazione preferita dell'America Latina, nonostante sia stata ignorata per anni dai turisti diretti a Machu Picchu e al Lago Titicaca. La crescente popolarità della città è dovuta alla sua nuova scena gastronomica, che vanta ristoranti stellari guidati da chef in fermento, come Gastón Acurio.

Singapore

Singapore è un porto trafficato, con i viaggiatori d'affari che si muovono costantemente attraverso l'aeroporto di Changi. Ma il paese ha finalmente convinto i viaggiatori non solo di passaggio, ma di rimanere e mangiare per un po'. L'aeroporto da solo è impressionante, con piscine (e un bar sull'acqua), giardini e ristoranti incredibili, ma una volta che trascorri del tempo a mangiare a Singapore, è chiaro perché il la cucina multiculturale è così avvincente. La città è pronta a mettersi in gioco e diventare la meta "it" per chi vuole provare qualcosa di nuovo in un'area altrimenti satura.

Marittimi canadesi

Le province atlantiche del Canada hanno da tempo un fascino rustico e delizioso; L'Isola del Principe Edoardo evoca immagini appetitose di soli involtini di aragosta fresca e ostriche. Ma con il primo viaggio reale ufficiale di Will e Kate che ha colpito l'Isola del Principe Edoardo, i viaggiatori sembrano essersi ricordati delle numerose attrazioni della regione. Ci sono nuove distillerie che aprono, cantine e sale di degustazione nelle vicinanze, molte attività all'aria aperta, fari caratteristici e una costante atmosfera da mercato degli agricoltori per l'intero posto.

Moscato, Oman

Una parte del Medio Oriente che sta davvero cercando di attirare i visitatori verso le sue coste incontaminate è l'Oman. Il paese suscitò interessi costruendo un teatro dell'opera; giardini e parchi in espansione; aprire costantemente ristoranti, bar e hotel più chic; e promuovere la sua splendida costa. Che sia adatto ai viaggiatori di lusso non dovrebbe sorprendere, considerando i suoi vicini ricchi di petrolio, quindi aspettati hotel eleganti con splendide viste sui tetti e una scena gastronomica sfaccettata che attinge influenza da Libano, Turchia e India.

Bucarest, Romania

Mentre sempre più viaggiatori americani sono incuriositi dall'Europa dell'Est e scoprono posti un po' più nascosti, la Romania si sta facendo strada sotto i riflettori. Il fascino del castello di Dracula (sia quello letterario che quello reale) nelle vicinanze; boutique hotel chic e attenti al design; una nuova ondata di ristoranti e bar; e una vivace scena di feste in spiaggia attira ora l'Europa continentale e il Regno Unito, ma i viaggiatori dagli Stati Uniti sono i prossimi.


Ross Douthat: ‘Julia’ — preoccupante testimonianza delle tendenze del liberalismo di oggi

Una settimana fa la campagna per la rielezione di Obama ha svelato uno slogan per la campagna autunnale — la sua risposta a Ronald Reagan’s “Morning in America,” Bill Clinton’s “ponte al 21esimo secolo,” e altri successi per la rielezione. Ci sono state segnalazioni secondo cui il processo di scrittura degli slogan era stato una lotta per la Casa Bianca, e il prodotto finale ha confermato queste voci. "Avanti", la campagna di Obama declamerà agli americani, il che sembra un'ammissione non troppo sottile che uno sguardo al passato economico di Obama potrebbe essere una cattiva notizia per le prospettive di rielezione del presidente.

Ma forse la Casa Bianca non ha bisogno di uno slogan. Dopotutto, ha invece una persona: un personaggio composito di cui Washington ha parlato negli ultimi giorni, e la cui storia immaginaria mette in risalto la posta in gioco in questa campagna presidenziale.

Il suo nome è Julia, e ha il ruolo principale in una presentazione di Obama 2012 che segue quella che dovrebbe essere una donna qualunque americana dall'infanzia alla pensione, seguendo tutto ciò che le politiche della Casa Bianca di Obama farebbero per lei e tutto ciò che il & #8220Romney/Ryan” I repubblicani non lo farebbero. L'elenco dei benefici concessi da Obama include Head Start quando Julia è una ragazzina, crediti d'imposta e sovvenzioni Pell per portarla al college e rimborso del prestito a basso interesse in seguito, controllo delle nascite garantito quando ha 20 anni e sponsorizzato dal governo prestiti quando vuole avviare un'attività, il tutto culminando in un pensionamento senza stress sottoscritto da Medicare e Social Security.

Tutta la propaganda invita allo sarcasmo e alla parodia, e la storia di Julia è matura per questo. È una donna qualunque solo per gli standard dell'alta borghesia liberale: lavora come web designer, ha il suo primo figlio sulla trentina (la madre americana media per la prima volta ha circa venticinque anni) e trascorre i suoi anni d'oro come “volontario in un orto comunitario.” (Non ti sorprenderà sapere che il cartone animato Julia sembra caucasica.)

Inoltre, sembra non avere relazioni significative a parte il suo legame con la Casa Bianca di Obama: niente amici o fratelli o famiglia allargata, niente marito (“Julia decide di avere un figlio,” è tutta la presentazione dice), un figlio che scompare quando inizia la scuola e genitori che contano solo perché Obamacare le concede il privilegio di rimanere nel loro piano di assistenza sanitaria fino ai 26 anni. Questo conferisce all'intera produzione una qualità curiosamente patriarcale, con il presidente Barack Obama come il benefico Daddy Warbucks, Mitt Romney e Paul Ryan interpretano insieme gli zii malvagi che minacciano di rubare l'eredità di Julia.

Ma se la presentazione è facile da prendere in giro (e i conservatori sono subito obbligati, twittando battute su Julia su Internet), c'è anche un'affascinante purezza ideologica nei suoi atteggiamenti e argomenti. Infatti, sia nella sua visione politica che nelle sue premesse filosofiche, la proiezione di diapositive rappresenta un monumento a certe tendenze del liberalismo contemporaneo.

Da un lato, la sua agenda di politica pubblica è essenzialmente una difesa degli accordi esistenti, indipendentemente dalla loro efficacia o sostenibilità, apparentemente basata sul presupposto che le donne americane non possono fare calcoli costi-benefici o addirittura fare calcoli di base. Oltre a ignorare le tasse che saranno richieste alla sua eroina donna d'affari nel corso della sua vita lavorativa, "La vita di Julia" saluta un programma (Head Start) che potrebbe non funzionare affatto, sollecita la spesa per l'istruzione che non ha fatto molto per i punteggi dei test delle scuole superiori o tagliare i costi del college, e non menziona mai che sulla traiettoria del budget dell'amministrazione Obama, né Medicare né Social Security saranno in grado di mantenere le promesse una volta che la ventenne Julia di oggi andrà in pensione.

Allo stesso tempo, la visione della proiezione di diapositive del rapporto dell'individuo con lo stato sembra progettata per rivendicare ogni critica conservatrice del Partito Democratico dell'era Obama. Il liberalismo di "La vita di Julia" non prevede che il governo spenda come faceva un vecchio liberalismo "come sostegno per famiglie lavoratrici altrimenti autosufficienti, fornendo un'assicurazione contro la perdita del lavoro, la decrepitezza e le malattie catastrofiche". Offre una visione più ampia del posto del governo nella società, in cui l'individuo dipende dallo stato in ogni fase della vita, e nessuna decisione — personale, educativa, imprenditoriale, sessuale — può essere contemplata senza la promessa che sarà in qualche modo sovvenzionato da Washington.

La condiscendenza inerente a questa visione è evidente in ogni fase del pellegrinaggio di Julia verso una pensione di giardinaggio comunitario. Ma in una società sempre più atomizzata, in cui le comunità e le famiglie sono più deboli che mai, una tale visione potrebbe avere più appeal — per entrambi i sessi— di quanto molti dei conservatori che deridono lo slide show potrebbero voler credere.

Apparentemente qualcuno alla Casa Bianca la pensa così, il che rende la vita di Julia l'incursione elettorale più interessante di entrambe le campagne fino ad oggi. Interessante e chiarificatore: in una corsa che probabilmente sarà dominata da campagne puramente negative da entrambe le parti, la sua storia è la dichiarazione più chiara che probabilmente otterremo di ciò che il liberalismo dell'era Obama ci porterebbe "in avanti" verso .


16 ricette di dolci asiatici che vorresti provare prima

Siamo tutti d'accordo sul fatto che il mondo dei dessert stia perdendo il controllo ultimamente? Dai frullati esagerati e alcolici guarniti con il contenuto di un intero negozio di caramelle flippin per abbinare un servizio morbido avvolto con foglie di golf da 24 carati, sembra che non ci sia fine ai dessert pazzi e oltraggiosi. Quindi, quando è il momento di fare un passo indietro rispetto ai dessert trendy e spettacolari, passa ai classici. E per me? Ciò include i dessert asiatici.

I dolci asiatici in realtà non ottengono gli elogi o il riconoscimento che meritano. Certo, alcuni potrebbero non essere i più accessibili, come la cagliata di latte allo zenzero, un popolare dessert cantonese, ma tutti hanno resistito alla prova del tempo per un motivo o per l'altro, sia che si tratti di halo-halo, un dessert filippino di ghiaccio tritato che è guadagnando popolarità e presenta strati su strati di gelatina, cocco, fagioli zuccherati e gelato all'ube (tra gli altri ingredienti), o l'innegabilmente classico dessert giapponese simile al flan, il purin. Davvero, c'è qualcosa per tutti nel mondo dei dolci asiatici.

In anticipo, abbiamo raccolto le ricette di dolci asiatici che dovresti preparare al più presto, perché una volta fatto, ti ritroverai con la tua nuova prelibatezza preferita.

Una versione di questo articolo è stata originariamente pubblicata a settembre 2019.


Dove andare nella presentazione 2012 - Ricette

Un sommario per presentazioni HTML

Barra spaziatrice per andare avanti,
p per tornare indietro,
Presentabile per andare ovunque!

Presentable è un piccolo script/plugin/widget/thingy che aggiunge un sommario alle presentazioni basate su HTML analizzando i tag di intestazione.

I seguenti framework di presentazione sono supportati immediatamente e Presentable può teoricamente gestire anche altri framework, sebbene il tuo chilometraggio possa variare.

Fare riferimento al wiki per i dettagli sull'utilizzo di Presentable con questi framework di presentazione.

Presentabile dovrebbe funzionare in Firefox, Chrome, Safari, Edge e IE9+.

Queste sono istruzioni generiche per darti un'idea di come installare Presentable. Fare riferimento al wiki per le istruzioni di installazione specifiche del framework.

Aggiungi il CSS nel tag <head>.

Avvolgi il seguente codice HTML in una diapositiva.

E aggiungilo come figlio del tag <body>.

Fai riferimento a presentable.js seguendo le convenzioni stabilite dal tuo framework preferito.

Questo va dopo tutte le diapositive.

Può anche accettare altre opzioni di configurazione che consentono a Presentable di supportare quasi tutti i framework.

Presentabile trasformerà i "titoli" delle diapositive in righe nel sommario. Per impostazione predefinita, un "titolo" di una diapositiva è un elemento HTML che soddisfa i seguenti requisiti:

Il primo elemento idoneo in una diapositiva sarà il titolo di quella diapositiva nel sommario:

Ogni diapositiva dovrebbe avere un "titolo" o verrà assegnato il titolo "Senza titolo" nel sommario. Tuttavia, le diapositive senza titolo possono essere omesse dal sommario utilizzando l'opzione "hideNoTitle". C'è anche un'opzione per cambiare il testo della diapositiva senza titolo predefinito.

Qualsiasi markup presente nel titolo della diapositiva verrà rimosso dai titoli del sommario.

Premi il tasto t per tornare al sommario da qualsiasi punto della presentazione. Questa opzione è configurabile.

Presentable espone i due metodi seguenti:

Configurazione e inizializzazione

La chiamata a presentable.toc() attiverà presentabile per analizzare la presentazione e rendere il sommario. Deve essere chiamato dopo che la presentazione è nel DOM e completamente renderizzata. presentable.toc() dovrebbe essere chiamato solo una volta.

Passi anche le opzioni di configurazione a presentable.toc() . Uno dei framework o dei dati è richiesto. Tutte le altre configurazioni sono opzionali.

Presentable espone anche la funzione presentable.slideTitle() che restituisce il titolo di una diapositiva identificata da un indice che corrisponde all'hash dell'URL corrispondente a quella diapositiva.

Un possibile utilizzo è tenere traccia del traffico verso diapositive specifiche passando il titolo della diapositiva al provider di analisi web ogni volta che viene visitata.

Le seguenti configurazioni possono essere passate a presentable.toc() . Le opzioni ei relativi valori predefiniti sono illustrati di seguito. Alcuni framework hanno le proprie impostazioni predefinite. Vedi il wiki per maggiori dettagli.

Identifica il quadro di presentazione. Presentable genererà il TOC corretto per il framework in base a questo valore. L'opzione dati viene ignorata quando viene utilizzata questa opzione.

Accetta uno dei seguenti: revealjs , html5slides , io-2012-slides , shower , impressjs

Questa configurazione è necessaria se i dati non vengono utilizzati e verrà ignorata se vengono utilizzati i dati.

Passa in una struttura di presentazione personalizzata. L'opzione framework viene ignorata quando viene utilizzata questa opzione. Vedere Supporto per altri framework di seguito per maggiori dettagli.

Questa configurazione è necessaria se il framework non viene utilizzato e verrà ignorata se viene utilizzato il framework.

Utilizzato per la navigazione da tastiera alla diapositiva TOC. Il valore predefinito, 84 è uguale al tasto t. Impostare su false per disabilitare.

Testo visualizzato nel sommario quando non viene trovato alcun titolo per una diapositiva.

Le diapositive senza titolo sono escluse dal sommario quando questa opzione è vera.

Ricarica quando si fa clic sul collegamento presentabile. Per framework senza API di navigazione.

ID HTML, classi ed elementi da considerare come titoli delle diapositive.

Identifica come vengono separate le diapositive e le diapositive nidificate. Se viene utilizzato un carattere diverso da c, le pagine padre e figlio nel sommario verranno separate da quel valore. Se viene utilizzato c, verrà visualizzato un conteggio delle diapositive ascendente invece di mostrare i conteggi dei genitori e dei figli.


Questo pesce al forno non potrebbe essere più facile da realizzare. Quindi fallo già!

Iscriviti al Bon Appétit

Newsletter

Verrà utilizzato in conformità con le nostre condizioni d'uso e informativa sulla privacy

Esplora Bon Appétit

Food Innovation Group: Bon Appétit ed Epicurious
© 2021 Condé Nast. Tutti i diritti riservati.
L'utilizzo e/o la registrazione su qualsiasi parte di questo sito implica l'accettazione del nostro Accordo con l'utente (aggiornato al 1/21) e alla Politica sulla privacy e alla Dichiarazione sui cookie (aggiornato al 1/21).
Bon Appétit può guadagnare una parte delle vendite dai prodotti acquistati tramite il nostro sito nell'ambito delle nostre partnership di affiliazione con i rivenditori.
I tuoi diritti sulla privacy in California
Il materiale di questo sito non può essere riprodotto, distribuito, trasmesso, memorizzato nella cache o utilizzato in altro modo, salvo previa autorizzazione scritta di Condé Nast.


Visualizza la presentazione in WLM 2012

Ciao, sono Bianca, Consulente Indipendente per Microsoft, esperta e utente Microsoft come te. Sono felice di aiutarti.

Potrebbe essere necessario eseguire lo strumento di risoluzione dei problemi di riparazione per Windows Live Mail. Puoi seguire i passaggi sul link qui sotto pubblicato dal mio collega:

Spero che questo aiuti. In caso contrario, fammi sapere se non funziona o se l'hai già provato.

Segnala un abuso

Ottimo! Grazie per il tuo feedback.

Quanto sei soddisfatto di questa risposta?

Grazie per il tuo feedback, ci aiuta a migliorare il sito.

Quanto sei soddisfatto di questa risposta?

Ciao, sono Bianca, Consulente Indipendente per Microsoft, esperta e utente Microsoft come te. Sono felice di aiutarti.

Potrebbe essere necessario eseguire lo strumento di risoluzione dei problemi di riparazione per Windows Live Mail. Puoi seguire i passaggi sul link qui sotto pubblicato dal mio collega:

Spero che questo aiuti. In caso contrario, fammi sapere se non funziona o se l'hai già provato.

Ho già provato a riparare Windows Live Essentials. A volte dirà che non è riuscito a riparare i film e qualcos'altro che non ha nulla a che fare con Windows Live Mail e devo riprovare. Le poche volte che ha detto di aver riparato Windows Essentials, non ha fatto alcuna differenza nella visualizzazione della presentazione nella miniatura nel corpo dell'e-mail. Quando fai clic su di esso, non fa nulla.


"Mi piace un frullato proteico banana-cioccolato dopo un allenamento, di solito corsa, balletto o pesi. Sono spesso in bikini Destro, quindi sono motivato!"

I beni: Garcia ce l'ha. Mangiare proteine ​​entro un'ora dall'esercizio aiuta il corpo a riparare i tessuti e costruire massa muscolare magra, afferma Kristine Clark, Ph.D., direttore della nutrizione sportiva presso Penn State in University Park.

Frullato alla banana e cioccolato di Garcia

In un frullatore, frullare 1 banana biologica, 1 1/2 tazze di latte di mandorle e 1/4 di tazza di proteine ​​del siero di latte in polvere.


Tributi a coloro che abbiamo perso nel 2012

Michael Ochs Archivi / Corbis

Era come lo zio grande e turbolento alla cena di famiglia: un narratore sottomarino che ascoltava le opinioni dei geyser, allungava la mano sul lungo tavolo per una seconda porzione, impressionava i bambini e infastidiva la zia Ethel con la sua personalità in forte espansione. Esistono milioni di questi personaggi in America, ma c'era un solo Ernest Borgnine. L'attore, che ha vinto un Oscar nel 1956 come il macellaio solitario in Marty e ha recitato in quattro stagioni della sitcom militare Marina di McHale, è morto ieri a 95 anni, al Cedars-Sinai Medical Center di West Hollywood, dopo una carriera cinematografica incredibilmente lunga e robusta.

Figlio di immigrati italiani - padre frenatore e madre che rivendicava origini reali - Borgnine ha servito 10 anni nella Marina ed aveva 30 anni prima che sua madre gli suggerisse di provare a recitare. Hollywood ha dato un'occhiata a quella faccia carnosa e alla forma pesante e lo ha scelto come un prepotente principale. Nel Da qui all'eternità, il film vincitore dell'Oscar del 1953, era l'immagine del sadismo militare, Sgt. Fatso Judson, che ha picchiato a morte Frank Sinatra. Due anni dopo, in Brutta giornata al Black Rock, è in una tavola calda di una città deserta che litiga con l'uomo di legge con un braccio solo Spencer Tracy. Quando versa una goccia di ketchup nel caffè di Tracy e dice. "Spero che non sia troppo", risponde Tracy, "Non solo ti sbagli, ti sbagli a voce alta", prima di umiliare Borgnine con un artiglio alla gola e un paio di colpi di karate.

"Sbagliato nella parte superiore della tua voce": quello era Borgnine in così tanti ruoli da cattivo in una carriera di 60 anni. Quindi cosa vedevano in lui Burt Lancaster e il suo team di produzione che sarebbe stato adatto per il triste scapolo del Bronx in Marty, il dramma televisivo di Paddy Chayefsky che stavano trasformando in un film? Qualcuno era chiaroveggente, perché quando Rod Steiger, un altro attore di punta che aveva interpretato Marty nella Philco-Goodyear Television Playhouse (e che era appena stato nominato all'Oscar in Sul lungomare), ha rifiutato la versione cinematografica della commedia di Chayefsky, Borgnine è stato scelto e si è insinuato nella tranquilla dignità di un uomo miserabile. Pagato $ 5.000 per il ruolo, in un film che è costato solo $ 343.000, Borgnine ha ripagato la fiducia di Lancaster nell'oro.

Marty Piletti passa le sue giornate a tagliare la carne e le sue notti con il suo amico Angie (Joe Mantel) scambiando l'equivalente del Bronx delle battute di Samuel Beckett: "Che cosa vuoi fare stasera?" “Non lo so, Angie. Whadda tu lo voglio fare?" Il sabato va a un ballo locale, cerca una bella ragazza, torna a casa da solo e vuoto. A sua madre (Esther Minciotti), il cui incoraggiamento è diventato assillante per lui, Marty spiega i fatti spiacevoli: “Prima o poi arriva un punto nella vita di un uomo in cui deve affrontare alcuni fatti. E un fatto che devo affrontare è che qualunque cosa piaccia alle donne, non ce l'ho. Ho inseguito abbastanza ragazze nella mia vita, sono andato a abbastanza balli. Mi sono fatto abbastanza male. Non voglio più farmi del male.... Starò a casa stanotte e guarderò il Hit parade.”

Quando sua madre continua a insistere sulla sua causa, l'uomo tranquillo esplode: "Sono brutto, sono brutto, sono brutto - mamma, lasciami in pace!" Altrettanto rapidamente, torna alla rassegnazione. "Va bene", dice, "quindi andrò alla Stardust Ballroom, indosserò un abito blu e me ne andrò. E sai cosa prenderò per il mio disturbo? Mal di cuore. Una grande notte di angoscia.”

La fonte della scena è un'eccellente scrittura di Chayefsky, ma scorre attraverso l'orchestrazione precisa e intuitiva delle emozioni di Borgnine. Ha riconosciuto che Marty ha accettato a lungo il suo fallimento - una malattia con cui ha vissuto così a lungo che può diagnosticarla senza arrabbiarsi - e che solo quando sua madre spinge sul punto si infuria. Dopo il suo sfogo, si siede, accarezza due volte la mano di sua madre, come se per restare fosse tutto a posto, e mangia i suoi spaghetti. La carezza era un tocco Borgnine. Come ha detto a Robert Osborne in un'intervista a Turner Classic Movies nel 2009, "È uno di quei gesti: capisco, mamma, è così che mi sento".

Il primo spettacolo televisivo ad essere espanso in un film, Marty ha avvertito Hollywood che i romanzi e le opere teatrali non erano le uniche fonti di storie cinematografiche avvincenti. Negli anni successivi, gli Oscar e le nomination agli Oscar sono andati a film basati su sceneggiature di Reginald Rose (12 uomini arrabbiati), Abby Mann (Sentenza a Norimberga), William Gibson (L'operaio dei miracoli) e JP Miller (Giorni del vino e delle rose). La morte di Billy the Kid di Gore Vidal è diventato il film di Paul Newman La pistola per mancini, e Jerry Lewis ha fatto un film di Vidal Visita a un piccolo pianeta. Borgnine ha recitato con Bette Davis in un film tratto da un altro copione per il piccolo schermo di Chayefsky, L'affare del catering. Il dramma televisivo in diretta ha aiutato Hollywood a trovare brevemente un posto per il naturalismo intimo, per i racconti di piccole persone con problemi riconoscibili. Era il Sundance degli anni '50.

Nominato per otto Academy Awards, Marty ne ha vinti quattro: per Immagine, Sceneggiatura, Regia — Delbert Mann, che aveva anche diretto lo show televisivo — e Attore. Nell'era delle star, Borgnine è stata probabilmente la prima non-star a vincere un Oscar come miglior attore. (L'argomento che potresti fare è per José Ferrer cinque anni prima in Cyrano de Bergerac, ma Ferrer si era affermato come un'eminenza di Broadway prima Cyrano.) Borgnine ha vinto contro una concorrenza agguerrita: Tracy in Brutta giornata, Sinatra in L'uomo dal braccio d'oro (una performance meravigliosamente nuda e stregata), James Cagney in Amami o lasciami e James Dean (il primo attore a guadagnare una nomination postuma all'Oscar) in Ribelle senza un motivo. Oggi, un osservatore spassionato potrebbe scegliere uno di quei quattro, o tutti, al posto di Borgnine. Ma lo spirito del momento, e la rude delicatezza del suo modo di suonare, lo hanno portato al successo dell'Academy.

Un Oscar come miglior attore non garantisce una vita di ruoli cinematografici di spicco, basta chiedere a F. Murray Abraham o Adrian Brody. E Borgnine potrebbe essere scivolato di nuovo nelle nuvole del personaggio-attore. L'anno dopo Marty, ha fatto un provino per un piccolo ruolo in Dolce profumo di successo (anch'essa una produzione Lancaster), ma per leggere la sceneggiatura ha dovuto prendere in prestito una copia, ha detto a Osborne, dal capocameriere del 21 Club. Tranne un ruolo come amante di Anne Baxter negli anni '60Stagione di passione, un dramma ambientato in Australia basato sull'opera teatrale L'estate della diciassettesima bambola, Borgnine interpretava raramente ruoli romantici. Hollywood contava su di lui per la malevolenza, non per un altro Marty. Si era laureato da terzo delinquente a sinistra a primo delinquente al centro.

Per farti notare, vai in televisione. Borgnine ha interpretato il tenente comandante Quinton McHale in La marina di McHale. Anche se un primo episodio ("PT 73 Dove sei?") è stato scritto da Prendi il 22 romanziere Joseph Heller, lo spettacolo sopravvive nella memoria come la sitcom di servizio più pesante della TV e come indizio del conforto che Borgnine trovava sempre nella confraternita delle anime ruvide. Nell'arco di 21 anni è apparso in sei film del regista uomo-uomo Robert Aldrich, daVera Cruz nel 1954 a Attività febbrile nel 1975 e si è assicurato due dei suoi ruoli più importanti in Aldrich's La sporca dozzina e (come un feroce detective a caccia di vagabondi ferroviari Lee Marvin) in Imperatore del Nord. Ha anche collaborato con l'autore rinnegato Sam Peckinpah in Il mucchio selvaggio, un film leggendario per la sua malvagità e violenza, e Convoglio.

Forse la sua migliore interpretazione in ritardo è stata in un segmento di 11 minuti, diretto da Sean Penn, del film antologico 11 settembre, conosciuto anche come 11’09″01, che è stato realizzato per il primo anniversario degli attacchi terroristici al World Trade Center. Borgnine interpreta un vecchio solitario, che vive in un appartamento buio nel centro di Manhattan, che si preoccupa che l'unica pianta sul davanzale della sua finestra non riceva abbastanza luce. Una mattina si sveglia per vedere il sole che scorre attraverso la sua finestra, ed è stordito dalla gioia finché non vede che la ragione della luce è che i grandi edifici che la bloccavano - le torri gemelle - sono caduti. È un ruolo che ha ricollegato Borgnine al suo Marty radici, riempiendo lo schermo con una grande mattinata di angoscia che l'intero paese potrebbe condividere.

Dotato di una salute vigorosa e di un'affabile reputazione sul set, Borgnine era la definizione di un attore che lavora. Navigando tra gli elenchi di film via cavo lo trovi in ​​qualche nodoso western (Johnny Chitarra), biopic musicale (Le cose migliori della vita sono gratis), Disastro epico degli anni '70 (L'avventura di Poseidone), film d'azione distopico (Fuga da New York) o commedia minore (BASEketball con Trey Parker e Matt Stone). Ha recitato in western italiani come Un proiettile per Sandoval e ha interpretato J. Edgar Hoover — con simpatia — nel 1998 senza budget Hoover. Potrebbe essere indotto in qualsiasi proprietà televisiva con "square" nel titolo: è stata la prima celebrità di Center Square nel game showPiazze di Hollywood, e ha contribuito con la voce di Mermaid Man a SpongeBob SquarePantaloni.

Secondo l'Internet Movie Database, Borgnine è apparso in alcuni film o programmi TV in ciascuno dei 62 anni dal suo debutto nel 1951 come Hu Chang, il proprietario di un club di gioco d'azzardo nell'avventura Columbia B-meno Corsaro cinese, alla sua morte. Nel suo ultimo film in cui recita, L'uomo che strinse la mano a Vicente Fernandez, interpreta un brontolone in una casa di riposo che conquista l'amore dello staff latino perché una volta ha incontrato un leggendario cantante messicano. Nel suo ultimo ruolo, come nella sua lunga carriera, la fortuna era per lui una signora.

Ma le donne non erano spesso fortunate per lui. Si sposò cinque volte, incluso un famigerato matrimonio di 32 giorni nel 1964 con la leggenda di Broadway Ethel Merman. Johnny Carson, parlando della separazione, ha detto che le due star stavano divorziando "per motivi di facce inconciliabili". Per anni Merman ha serbato rancore nei confronti del suo ex: nella sua autobiografia, il capitolo intitolato "Il mio matrimonio con Ernest Borgnine" è vuoto. Ma nel 1973 ha trovato una compagnia duratura, sposando Tova Traesnaes, che è stata con lui per 39 anni e gli è stata vicina mentre moriva.

Il vantaggio di assomigliare a Borgnine quando hai 35 anni è che sei riconoscibilmente lo stesso ragazzo quando ne hai 95. (Qualche anno fa ha detto su Fox News che il segreto della sua longevità era "Mi masturbo molto". ) Il numero di luglio di Graydon Carter's Fiera della vanità ha una foto di più di 100 luminari assemblati per il centenario della Paramount Pictures. E lì, seduti tra Mickey Rooney, Kirk Douglas, Jerry Lewis, Eva Marie Saint (che ha vinto un Oscar per Sul lungomare, l'anno prima Marty), Dustin Hoffman, Jack Nicholson, Robert De Niro, Harrison Ford, Steven Spielberg, Robert Evans, Tom Cruise, George Clooney e Dakota Fanning - e sembra in forma come tutti loro - è Ernie Borgnine, ancora sorridente, ancora soddisfatto del suo buona fortuna.

La sua filosofia guida, diceva spesso, era quella di un tizio che vende castagne in una strada d'inverno: “Non voglio dare fuoco al mondo. Voglio solo tenere le mie noccioline al caldo". Quel Borgnine ha ottenuto. Per 60 anni ha mantenuto i film accesi e il pubblico felice.


7. Chili di pollo bianco

Il peperoncino è l'essenziale per la stagione fredda che devi avere a portata di mano, specialmente la domenica del Super Bowl. Questa versione di Fit Forty Forever è fatta con petto di pollo ed è un po' più leggera della tua solita selezione. Inoltre è un'ottima alternativa al tacchino o al peperoncino di manzo.

Per gentile concessione di Trendgredient.


Lo stile arriva alla berlina di medie dimensioni al New York Auto Show 2012

Con i federali che impongono standard di risparmio di carburante sempre più severi, produttori come Nissan stanno perdendo peso del telaio e tirando fuori altri trucchi. Nissan dice che la sua nuova Altima è quasi cento libbre più leggera dell'auto in partenza, e il suo 2,5 litri rivisto ottiene un leggero aumento di potenza, a 182 CV, per andare con un CVT che si dice abbia il 40% in meno di attrito interno. Sebbene pochi CVT brillino, Nissan rimane impegnata nella trasmissione e quel quattro cilindri con il CVT otterrà un'autostrada dichiarata 27 città/38. Impressionante e non va bene anche la Chevy Malibu Eco ibrida delicata.

Risparmio di carburante, parte 2

Il cambiamento più grande qui è invisibile&mdashit è sotto il cofano. Come con il nuovo BRZ, Subaru trae vantaggio dalla sua partnership con Toyota, ottenendo una fasatura variabile delle valvole per il risparmio di carburante su aspirazione e scarico. Il quattro più piccolo da 2,5 litri è progettato per arrivare fino a 32 mpg in autostrada e 27 mpg in città, il che è buono per un'auto a trazione integrale. A proposito, l'auto ha anche un aspetto migliore, la parte anteriore è un po' più liscia rispetto al volto mascolino delle passate Eredità.

Mentre Acura venderà probabilmente molte berline RLX con la trasmissione a doppia frizione a sette velocità abbinata al suo sistema SH-AWD e un V-6 da 370 CV, la casa automobilistica ha affermato che sta debuttando una nuova tecnologia chiamata Precision All Wheel Steer (PAWS ) sul modello FWD da 310 CV più economico. PAWS regolerà l'angolo di convergenza delle ruote posteriori destra e sinistra, utilizzando anche il controllo di stabilità dell'auto per ridurre la coppia sterzante che deriva dall'avere un motore così potente che guida le ruote anteriori. Ci piacerebbe pensare che funzionerà, ma questa non sarebbe la prima volta che una casa automobilistica prova questi trucchi per ridurre la sensazione che le ruote motrici stiano combattendo contro il controllo dello sterzo.

Tecnologia, parte 2

Infiniti promises a production version of this car within two years. Think of it as Nissan Leaf technology gone exceedingly upscale. Design gets very aero, with a 0.25 coefficient of drag. The charge port (should you want to do it in a wired fashion) is hidden in the grille under the Infiniti emblem. But Infiniti says the LE can also receive wireless charging through induction&mdashso, in theory, you could park the car over a pad or a hidden underground recharger and never need to use wires. Li-ion batteries drive a 240-lb-ft-torque electric motor. One interesting idea is a display that helps drivers find charging stations and even reserve a charging "appointment."

Big Cars for America

Americans are buying smaller and smaller cars the full-size segment is on the decline as the Buick generation shrinks and aging baby boomers seem to have much more varied tastes than their parents. Still, there's a need for big sedans, and in an effort to engage those baby boomers, Toyota's 2013 Avalon replaces the staid outgoing car with a much more interesting skin. Actually, Toyota doesn't have much choice in sexying up its largest (and American-made) sedan, since a walk through the New York Auto Show makes it obvious that a lot of competition in the big-sedan market is getting more stylish. Consider the Ford Taurus and the new Chevy Impala (see next slide). Don't expect sport sedan performance from the Avalon, though there will be a sportier version, likely an SE model à la the SE Camry. Power will come from a V-6 when the car debuts in late summer, but exact specs were unavailable.



Commenti:

  1. Maximillian

    Ti sono davvero grato per l'informazione. È stato molto utile per me.

  2. Meztibar

    Harasho

  3. Coman

    Mosca non era in costruzione subito.

  4. Toukere

    sfortuna



Scrivi un messaggio