Ultime ricette

Taralli sugna e pepe

Taralli sugna e pepe

Ricetta Taralli sugna e pepe di del 15-06-2009 [Aggiornata il 15-04-2020]

I taralli sugna e pepe (o a dirla alla napoletana taralli 'nzogna e pepe) sono dei biscotti secchi salati tipici napoletani, la loro particolarità sta nel connubio del gusto dolce delle mandorle che si unisce al sapore piccante del pepe. Questi taralli hanno una storia antichissima, quando i fornai intrecciavano gli avanzi del pane al quale aggiungevano sugna e pepe e ne facevano biscotti,pur di non buttare "lo sfriddo" (gli avanzi), dall'800 ai classici taralli nzogna e pepe si è aggiunta la mandorla ed è sotto questa veste che si conoscono oggi questi taralli napoletani.

Procedimento

Come fare i taralli sugna e pepe

Preparate un lievitino miscelando la farina, il lievito e l' acqua, lo zucchero e fate lievitare per 1 ora.

Nel frattempo mettete le mandorle su una teglia da forno e tostatele a 200° in forno già caldo per 2-3 minuti. Sfornatele, fatele intiepidire e frullatele per ottenere una granella grossolana.


Aggiungete al lievitino la restante farina, la restante acqua, il sale, il pepe, le mandorle tritate e lo strutto. Lavorate l'impasto per far amalgamare tutti gli ingredienti, ma mi raccomando di non impastare troppo, altrimenti i taralli verranno gommosi .

Dividete l'impasto dei taralli a pezzetti e formate dei cordoncini lunghi una ventina di cm
Attorcigliate 2 cordoncini alla volta a spirale.

Richiudeteli alle estremità ottenendo così delle ciambelline che andrete a posizionare su una placca da forno rivestita di carta forno distanziate le une dalle altre.

Inserite sulla superficie di ogni tarallo le restanti mandorle che avrete bagnato con l'acqua e lasciate lievitare i taralli sugna e pepe al coperto per 2 ore. Non lieviteranno molto, è normale.

Splamate i taralli con lo strutto. Infornate i taralli sugna e pepe in forno già caldo a 160°C e cuocete per 45 minuti, o finché non risulteranno dorati.

Sfornate i taralli sugna e pepe, lasciateli raffreddare e serviteli accompagnati ad una birra fredda.

Video: CASATIELLO NAPOLETANO di Roberto Di Pinto (Settembre 2020).