Ultime ricette

La California rallenta nel finanziare l'acqua pulita

La California rallenta nel finanziare l'acqua pulita



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I residenti della California guidano per trovare acqua pulita, mentre il governo si siede sui soldi

Secondo il Los Angeles Times, l'acqua pulita e sicura che esce dalle nostre docce e dai nostri lavandini non è disponibile per gli sfortunati cittadini di Lanare, in California.

Un po' fuori Fresno, in California, questa città "impoverita" ha un disperato bisogno di acqua pulita. Per anni hanno avuto a che fare con acqua che è sicura solo da sciacquare. Cucinare e bere il liquido è fuori discussione. L'arsenico proveniente dai processi agricoli scorre attraverso i loro sistemi idrici.

Perché lo stato della California non sta facendo qualcosa al riguardo? La loro domanda non riguarda certamente la mancanza di fondi monetari: la California ha la "più grande quota di denaro non speso per migliorare l'acqua potabile nella nazione". L'Agenzia per l'ambiente degli Stati Uniti ha dato al Dipartimento della salute dello stato una scadenza del 24 giugnons elaborare un piano per fissare i finanziamenti e semplificare il processo di allocazione.

Mentre due milioni di residenti in California vivono senza acqua potabile, il resto della popolazione può prendere un bicchiere d'acqua del rubinetto senza pensarci due volte. Allora perché queste comunità soffrono quando altri non devono?

Per cominciare, queste comunità non hanno la capacità di richiedere sovvenzioni o esperti tecnici per risolvere la loro situazione attuale. Anche quando i soldi arrivano per aiutare a riparare i sistemi idrici, spesso vanno sprecati, cosa che il Los Angeles Times attribuisce a una cattiva pianificazione e alla mancanza di coordinamento.

Mentre i funzionari statali e i sostenitori dell'acqua stanno ottenendo piccole vittorie nella lotta per portare acqua pulita a queste comunità, i residenti di Lanare non trattengono il respiro. La città ha ricevuto $ 500.000 a dicembre per uno studio su come risolvere la loro situazione particolare, ma potrebbero passare mesi prima che l'acqua pulita sia disponibile nella loro città. Attualmente, i cittadini di Lanare devono guidare per 20 miglia fino a Fresno o Hanford per comprare l'acqua, e continuano a pagare 54 dollari al mese per l'acqua che non possono nemmeno bere.


Per i californiani senza accesso all'acqua, il coronavirus aggiunge un altro livello di lotta

Mentre i californiani si rifugiano a casa durante l'epidemia di COVID-19, si stima che 1 milione di loro non abbia accesso all'acqua potabile pulita, in gran parte nelle zone rurali dello stato. Credito fotografico: iStock.

Lucy Hernandez sapeva che qualcosa non andava quando è arrivata in un negozio Walmart a Visalia, in California, il mese scorso, poco prima che il governatore Gavin Newsom emettesse un ordine di soggiorno a casa in tutto lo stato per rallentare la diffusione del coronavirus.

Sugli scaffali normalmente ben forniti, Hernandez non riusciva a trovare acqua in bottiglia.

Allarmata, è tornata in macchina e si è diretta a Costco. No acqua. Ha provato il negozio 99 Cents Only, il Dollar Tree e Target. No acqua. Disperato, Hernandez ha guidato per 20 miglia fino a Hanford, ma non riusciva ancora a trovare acqua in vendita.

Nonna di tre figli, Hernandez vive con altri nove membri della famiglia nella piccola comunità di West Goshen, appena a est di Visalia. I residenti nella comunità latina prevalentemente a basso reddito diffidano dell'acqua del rubinetto locale perché ha una storia di contaminazione. Alcuni si affidano alle acque sotterranee di pozzi privati ​​che non sono stati testati per la sicurezza. Come migliaia di altri residenti in tutta la Central Valley senza accesso all'acqua potabile attraverso i loro rubinetti, molte persone a West Goshen fanno affidamento sull'acqua in bottiglia per bere.

"Ero sotto shock", dice Hernandez. “Ho detto: ‘Come può succedere? Come possiamo stare senza bottiglie d'acqua se abbiamo bisogno dell'acqua?'

"Molti dei nostri residenti dipendono da questo tipo di acqua e non c'era niente, niente".

Poiché i californiani in tutto lo stato si rifugiano a casa durante l'epidemia di COVID-19, si stima che 1 milione di loro non abbia accesso all'acqua potabile pulita, una delle risorse più fondamentali per il mantenimento della salute e dell'igiene. Molti di questi residenti sono concentrati nelle zone rurali dello stato, in particolare nella San Joaquin Valley, dove dozzine di piccoli sistemi idrici pubblici non soddisfano gli standard di sicurezza, mostrano i dati.

A livello nazionale, ogni anno milioni di persone sono esposte all'acqua del rubinetto non sicura, spesso proveniente da piccoli sistemi idrici comunitari che servono in gran parte le comunità rurali e di colore a basso reddito. Piombo proveniente da tubi invecchiati e altre sostanze chimiche tossiche si sono ritrovate anche nelle forniture idriche urbane, soprattutto a Flint, nel Michigan, nel 2014. E un recente rapporto dell'Environmental Working Group ha rilevato una diffusa contaminazione delle forniture di acqua potabile degli Stati Uniti con prodotti dall'uomo. sostanze chimiche per sempre", anche in città come Miami, Filadelfia e New Orleans.

L'acqua contaminata non è l'unico problema. Un terzo degli americani fatica a pagare le bollette dell'acqua, una situazione destinata a peggiorare con la crisi economica. Questo è un problema soprattutto a Detroit, uno dei punti caldi del COVID-19, dove fino a poco tempo fa migliaia di residenti erano senza acqua corrente. Tuttavia, alcuni stati, tra cui Michigan e California, ora vietano la chiusura dell'acqua durante la pandemia.

Gli acquirenti aspettano in una lunga fila per entrare in Costco a Stockton. Credito fotografico: iStock.

Problemi alle infrastrutture

L'anno scorso, il governatore della California ha firmato la legge del Senato Bill 200, creando un fondo per l'acqua potabile sicura e conveniente da 130 milioni di dollari l'anno per sostenere i miglioramenti alle infrastrutture idriche della comunità. L'attuazione di tale disegno di legge è in corso, ma non è arrivato in tempo per aiutare le migliaia di persone che ora si trovano senza acqua del rubinetto sicura in mezzo alla pandemia di coronavirus, affermano i sostenitori.

"Il problema della mancanza di accesso all'acqua del rubinetto è enorme in California", afferma Michael K. Claiborne, avvocato senior del Leadership Counsel for Justice and Accountability, un gruppo di organizzazione di comunità con sede nelle valli di San Joaquin e Eastern Coachella. "Questa nuova crisi COVID-19 ha esacerbato e amplificato questi problemi che le comunità della California già affrontano".

Gli inquinanti comuni trovati nelle forniture idriche della Central Valley non conformi includono residui chimici agricoli e industriali come nitrati, arsenico e un composto noto come 1,2,3-TCP. Questi contaminanti sono stati collegati a gravi problemi di salute come danni al fegato e ai reni, disturbi respiratori, disturbi della pressione sanguigna e cancro.

Susana De Anda, direttrice esecutiva del Community Water Center, che lavora con le comunità della San Joaquin Valley, afferma di temere che le persone con acqua di rubinetto contaminata possano ricorrere a cucinare con essa o, peggio ancora, a berla. La sua organizzazione sta ascoltando molte persone nella stessa situazione di Hernandez, dice.

“Riceviamo chiamate e i residenti chiedono: ‘Dove posso prendere l'acqua? Sono andato in più negozi e non hanno acqua'", afferma De Anda. "Questo é un problema. Questa è la California nel 2020. La realtà è che dobbiamo essere in grado di dare la priorità a questa risorsa per le nostre comunità a rischio".

De Anda e Claiborne affermano che lo stato dovrebbe fornire finanziamenti per la consegna di acqua in bottiglia di emergenza nelle aree con carenze. Alcune comunità con acqua di rubinetto non sicura hanno già programmi di distribuzione di acqua in bottiglia, spiega Jonathan Nelson, Community Water CenterPolicy Director. Questi programmi devono essere pubblicizzati più ampiamente e le applicazioni semplificate in modo che le persone possano ottenere forniture idriche il prima possibile, afferma.

I sostenitori hanno applaudito la recente moratoria di Newsom sulla chiusura dell'acqua per le bollette dell'acqua non pagate durante la crisi del coronavirus, nonché il ripristino del servizio idrico per le persone che hanno avuto l'acqua spenta per mancato pagamento dal 4 marzo. risolvere il problema per chi non ha acqua di rubinetto pulita, dicono. Inoltre, non si rivolge alle persone che vivono senza acqua a causa degli arresti avvenuti prima della pandemia, aggiungono.

"L'acqua è qualcosa che tutti hanno bisogno di vivere"

I leader della Casa Democratica hanno proposto di includere 25 miliardi di dollari nella prossima legge di stimolo al COVID-19 per finanziare progetti di infrastrutture per l'acqua pulita e fornire finanziamenti alle famiglie americane che lottano per pagare le bollette dell'acqua e delle fognature.

Tornata a West Goshen, Hernandez sta ancora lottando per trovare acqua in bottiglia per la sua famiglia e i vicini. Cerca regolarmente nei negozi, anche se teme che uscire potrebbe esporla al virus e si collega con residenti e parenti in altre città tramite telefono e social media per trovare persone con acqua in bottiglia che sono disposte a condividere.

Dice che vorrebbe che la contea avesse un numero di emergenza che le persone potrebbero chiamare per prendere l'acqua, invece che lei e i suoi vicini cerchino di risolvere il problema da soli.

"Stiamo cercando di aiutarci a vicenda, ma se non abbiamo le risorse, come possiamo aiutarci?" dice Hernandez. “L'acqua è qualcosa che tutti hanno bisogno di vivere. Abbiamo bisogno di acqua da bere, qualunque cosa accada».

Questo articolo è prodotto in collaborazione con SÌ! Media, un editore nazionale senza scopo di lucro e indipendente di giornalismo di soluzioni che analizza i problemi della società e cosa viene fatto al riguardo.


L'indagine EPA classifica la California al primo posto nelle esigenze di infrastrutture idriche

La California potrebbe utilizzare $ 44,5 miliardi per riparare i sistemi idrici obsoleti nei prossimi due decenni, secondo un sondaggio federale che ha posto lo stato in cima a un elenco nazionale di esigenze di infrastrutture idriche.

Il Texas, con quasi 34 miliardi di dollari, e New York, con circa 22 miliardi di dollari, erano i prossimi in fila.

La valutazione, condotta dall'Agenzia per la protezione dell'ambiente degli Stati Uniti nel 2011 e pubblicata martedì, viene utilizzata per documentare le esigenze di investimento di capitale dei sistemi pubblici di acqua potabile in tutto il paese. L'EPA si basa sui risultati per assegnare le sovvenzioni attraverso il Fondo rotativo statale per l'acqua potabile.

Tutto sommato, il sondaggio ha rivelato una lista di progetti infrastrutturali da 384 miliardi di dollari entro il 2030, 4,5 miliardi di dollari in più rispetto alla valutazione del 2007.

In California e altrove, la necessità maggiore era la riparazione e l'ammodernamento delle linee di trasmissione e distribuzione dell'acqua. Ciò non sarà una sorpresa per i residenti di Los Angeles, dove le vecchie condutture si interrompono regolarmente, inviando zampilli d'acqua allagando le strade della città. I progetti di trattamento erano i prossimi sulla lista.

"I sistemi idrici della nazione sono entrati in un'era di riabilitazione e sostituzione in cui gran parte delle infrastrutture esistenti ha raggiunto, o si sta avvicinando, alla fine della sua vita utile", ha dichiarato in una nota l'amministratore ad interim dell'EPA, Robert Perciasepe. "Questo è un problema importante che deve essere affrontato in modo che le famiglie americane continuino ad avere l'accesso di cui hanno bisogno a fonti d'acqua pulite e sane".

Ad aprile, l'amministratore regionale dell'EPA ha inviato una lettera di non conformità al Dipartimento della sanità pubblica della California, lamentando che lo stato non era riuscito a spendere $ 455 milioni di denaro federale in un altro fondo rotativo statale utilizzato per migliorare la qualità dell'acqua potabile nelle piccole comunità rurali con pozzi contaminati o altri problemi.

L'EPA ha affermato che lo stato ha accantonato gran parte dei finanziamenti per progetti che non erano pronti, mentre altri progetti pronti all'uso languono.

Ricevi la nostra newsletter gratuita sul Coronavirus Today

Iscriviti per ricevere le ultime notizie, le migliori storie e cosa significano per te, oltre alle risposte alle tue domande.

Occasionalmente potresti ricevere contenuti promozionali dal Los Angeles Times.

Bettina Boxall si è occupata di acqua e ambiente per il Los Angeles Times prima di ritirarsi nel 2021 dopo 34 anni al giornale. Ha condiviso il Premio Pulitzer 2009 per i reportage esplicativi con la collega Julie Cart per la loro serie in cinque parti sulle cause e gli effetti dell'escalation degli incendi in Occidente.


Aggiornamenti in tempo reale

Il governatore Andrew M. Cuomo ha avvertito che senza ulteriori soccorsi New York taglierà 8,2 miliardi di dollari in sovvenzioni ai governi locali, un colpo che, secondo lui, "non ha precedenti nei tempi moderni". I tagli colpirebbero "quasi tutte le attività finanziate dal governo statale", compresa l'istruzione speciale, l'assistenza sanitaria pediatrica, i programmi di abuso di sostanze, gli sgravi fiscali e il trasporto di massa, ha affermato.

Non esistono due stati che hanno affrontato la crisi di bilancio allo stesso modo. Molti hanno stracciato i loro budget annuali e stanno distribuendo soldi ai programmi uno o due mesi alla volta. Alcuni hanno previsto dei tagli ma non li hanno ancora eseguiti.

Il Delaware ha deciso di emettere meno debito e un'emissione obbligazionaria che avrebbe dovuto finanziare progetti per l'acqua pulita è stata accantonata. In California, le persone che vanno in tribunale senza avvocati - si stima che 4,3 milioni all'anno - continueranno a fare i conti con la confusione perché lo stato ha scartato i piani per "navigatori di corte" per guidarli. Il Nevada ha detto che avrebbe rinunciato alle sanzioni e agli interessi che normalmente addebitava ai truffatori fiscali, sperando di convincere loro e i loro milioni non pagati a uscire dalla metropolitana. Nel Maryland, la Baltimore Symphony Orchestra perderà un sussidio statale di 1,6 milioni di dollari.

Alcuni stati stanno cercando di risparmiare sui contributi pensionistici. Il Kentucky ha ritardato i pagamenti al fondo pensione dei lavoratori statali, già uno dei meno finanziati del paese. Colorado e Maryland sono tra gli stati che intendono ridurre i loro contributi. Alcuni, come la California e il New Jersey, si erano recentemente impegnati ad aumentare i loro contributi per coprire i pagamenti insufficienti del passato, ma ora non possono permetterselo.

Senza ulteriori aiuti federali, alcuni dei tagli maggiori riguarderanno l'istruzione e l'assistenza sanitaria. La California dice che invierà ai suoi distretti scolastici 12,5 miliardi di dollari in I.O.U. se Washington non interviene, e spetterà alle scuole capire come finanziarsi nel frattempo. I programmi prescolari vengono tagliati in molti stati, così come i programmi universitari gratuiti. Si prevede che i sistemi universitari statali perderanno miliardi di dollari in finanziamenti statali, anche se alcuni stati affermano che i tagli saranno rapidamente annullati se arriveranno abbastanza fondi federali.

E molti stati dicono che ridurranno le loro spese per Medicaid. Il programma di assistenza sanitaria per le persone a basso reddito è cresciuto rapidamente durante la pandemia poiché milioni di persone hanno perso il lavoro insieme ai benefici per la salute dei dipendenti. Gli Stati stanno lottando per trovare un modo per pagare tutte queste persone in più. Alcuni, come il Colorado, stanno aumentando i co-pagamenti che i loro pazienti Medicaid devono pagare per le visite mediche, i prodotti farmaceutici e il trasporto medico.

I funzionari statali affermano di non avere altra scelta che continuare a tagliare se non arrivano più aiuti. Tutti gli stati tranne uno, il Vermont, sono legalmente tenuti a pareggiare i propri bilanci ogni anno, e il Vermont lo fa volontariamente. Non possono prendere in prestito per uscire da una crisi di liquidità, come può fare Washington, perché hanno leggi che limitano la quantità di debito obbligazionario che possono portare. Se si avvicinano troppo al limite, gli istituti di credito inizieranno a richiedere tassi di interesse più elevati e le agenzie di rating li declasseranno.

A maggio, la Federal Reserve si è offerta di acquistare obbligazioni statali se i termini nel mercato obbligazionario municipale diventassero onerosi. Ma la maggior parte degli stati pensa che i prestiti della Fed costino troppo e debbano essere rimborsati troppo rapidamente per essere di grande aiuto. Finora solo uno stato, l'Illinois, e un'autorità statale, la Metropolitan Transportation Authority di New York, hanno accettato la sua offerta. Il New Jersey e le Hawaii stanno esplorando accordi, secondo la National Conference of State Legislatures, che tiene traccia dei piani fiscali degli stati mentre si sviluppano.

Le pensioni pubbliche sono state un punto centrale di contesa nelle discussioni su ulteriori aiuti federali.

Ad aprile, con l'attività economica a ribasso, i legislatori dell'Illinois hanno inviato una lista dei desideri dettagliata alla delegazione del Congresso del loro stato che includeva $ 10 miliardi per il contributo pensionistico del prossimo anno. Hanno anche chiesto 9,6 miliardi di dollari per le città dell'Illinois, che avevano bisogno di soldi per "finanziare i sistemi pensionistici per la polizia, i vigili del fuoco e altri primi soccorritori che forniscono servizi di emergenza durante questa epidemia di Covid-19".

La richiesta ha suscitato scherno a Washington.

In un programma radiofonico sindacato, McConnell ha affermato che i repubblicani del Senato "cercheranno di insistere sul fatto che tutto ciò che prenderemo in prestito per inviare agli stati non viene speso per risolvere i problemi che si sono creati nel corso degli anni con i loro programmi pensionistici".

Glenn Hubbard, un conservatore economico che è stato presidente del Consiglio dei consulenti economici sotto il presidente George W. Bush, ha affermato di essere d'accordo sul fatto che il denaro federale non dovrebbe essere utilizzato per sostenere i fondi pensione statali in crisi. Ma ha riconosciuto che le esigenze di liquidità degli Stati stavano diventando urgenti e ha affermato che non c'era tempo per una revisione completa dei sistemi pensionistici statali in difficoltà.

Per motivi di velocità, ha detto L. Ron Hubbard in un'intervista, il Congresso potrebbe inviare denaro allo stato con una regola semplice, e probabilmente infrangibile, che non venga utilizzato per ridurre le tasse o salvare le pensioni. La riforma delle pensioni pubbliche, che sarebbe estenuante, potrebbe arrivare in seguito.


Problemi alle infrastrutture

L'anno scorso, il governatore della California ha firmato il Senate Bill 200, creando un fondo per l'acqua potabile sicura e conveniente da 130 milioni di dollari l'anno per sostenere i miglioramenti alle infrastrutture idriche della comunità. L'attuazione di tale disegno di legge è in corso, ma non è arrivato in tempo per aiutare le migliaia di persone che ora si trovano senza acqua del rubinetto sicura in mezzo alla pandemia di coronavirus, affermano i sostenitori.

"Il problema della mancanza di accesso all'acqua del rubinetto è enorme in California", afferma Michael K. Claiborne, avvocato senior del Leadership Counsel for Justice and Accountability, un gruppo di organizzazione di comunità con sede nelle valli di San Joaquin e Eastern Coachella. "Questa nuova crisi COVID-19 ha esacerbato e amplificato questi problemi che le comunità della California già affrontano".

Gli inquinanti comuni trovati nelle forniture idriche della Central Valley non conformi includono residui chimici agricoli e industriali come nitrati, arsenico e un composto noto come 1,2,3-TCP. Questi contaminanti sono stati collegati a gravi problemi di salute come danni al fegato e ai reni, disturbi respiratori, disturbi della pressione sanguigna e cancro.

Susana De Anda, direttrice esecutiva del Community Water Center, che lavora con le comunità della San Joaquin Valley, afferma di temere che le persone con acqua di rubinetto contaminata possano ricorrere a cucinare con essa o, peggio ancora, a berla. La sua organizzazione sta ascoltando molte persone nella stessa situazione di Hernandez, dice.

“Riceviamo chiamate e i residenti chiedono: ‘Dove posso prendere l'acqua? Sono andato in più negozi e non hanno acqua'", afferma De Anda. "Questo é un problema. Questa è la California nel 2020. La realtà è che dobbiamo essere in grado di dare la priorità a questa risorsa per le nostre comunità a rischio".

De Anda e Claiborne affermano che lo stato dovrebbe fornire finanziamenti per la consegna di acqua in bottiglia di emergenza nelle aree con carenze. Alcune comunità con acqua di rubinetto non sicura hanno già programmi di distribuzione di acqua in bottiglia, spiega Jonathan Nelson, Community Water Center Policy Director. Questi programmi devono essere pubblicizzati più ampiamente e le applicazioni semplificate in modo che le persone possano ottenere forniture idriche il prima possibile, afferma.

I sostenitori hanno applaudito la recente moratoria di Newsom sulle interruzioni dell'acqua per le bollette dell'acqua non pagate durante la crisi del coronavirus, nonché il ripristino del servizio idrico per le persone che hanno avuto l'acqua spenta per mancato pagamento dal 4 marzo. risolvere il problema per chi non ha acqua di rubinetto pulita, dicono. Inoltre, non si rivolge alle persone che vivono senza acqua a causa degli arresti avvenuti prima della pandemia, aggiungono.


Nessuna fede senza acqua

Prova a immaginare la tua routine mattutina senza acqua. Lavarsi i denti, fare la doccia, usare il bagno, fare il tè o il caffè. Praticamente ogni passaggio richiede molta acqua, pulita e facilmente accessibile.

Per milioni di donne in tutto il mondo, la routine mattutina è molto diversa.

Nei paesi in via di sviluppo di tutto il mondo, le donne trascorrono fino a cinque ore al giorno a raccogliere acqua da fonti lontane e spesso inquinate, tornando ai loro villaggi portando sulla schiena taniche da 40 libbre. Water.org riporta che le donne ei bambini in 45 paesi in via di sviluppo hanno la responsabilità primaria per la raccolta dell'acqua. I corpi si rompono sotto il peso e spesso l'acqua fa ammalare le famiglie. Circa 50 malattie sono legate alla scarsa qualità dell'acqua e alla mancanza di servizi igienico-sanitari. E sono i bambini sotto i cinque anni a soffrire di più.

Dignità e sicurezza sono difficili da trovare in un mondo senza acqua e servizi igienico-sanitari. Donne e ragazze devono sgattaiolare in un campo appartato nel buio della notte per la privacy, dove alcune verranno molestate o violentate. Quando una ragazza raggiunge la pubertà, o viene umiliata a scuola o salta diversi giorni al mese - molti abbandonano del tutto solo per gestire le mestruazioni. È una realtà ingiusta che mantiene milioni di giovani donne in povertà, senza via d'uscita.


Newsom vuole una tassa sull'acqua per il ‘Fondo per l'acqua potabile sicura e conveniente’

Il governatore Gavin Newsom ha proposto una tassa sull'acqua potabile in tutto lo stato per aiutare le comunità povere della California a gestire i sistemi idrici contaminati.

Il piano di Newsom per istituire un "fondo per l'acqua potabile sicuro e conveniente" è nella sua proposta di bilancio, presentata giovedì. Un disegno di legge che proponeva una tassa sull'acqua potabile è stato presentato l'anno scorso, ma è stato eliminato durante il processo della commissione sotto la minaccia di un veto da parte del governatore Jerry Brown.

Newsom propone di spendere 25 milioni di dollari per il "Fondo per l'acqua potabile sicura e conveniente". Nonostante un surplus statale di 15 miliardi di dollari, non si sa ancora chi e come verrà tassata l'acqua della California.

Venerdì, Newsom ha portato il suo staff in gita nella Central Valley per parlare con i residenti che non hanno acqua potabile pulita.

Eppure, per diversi anni, il membro dell'Assemblea Devon Mathis (R-Porterville) ha cercato di convincere i suoi colleghi della legislatura ad approvare una legge per finanziare l'acqua potabile pulita per i 10.000 elettori poveri del suo distretto che dipendono dai pozzi sotterranei che si sono prosciugati a causa della siccità.

Mathis ha scritto AB 954 che avrebbe fornito $ 10 milioni ai proprietari di case per scavare pozzi più profondi e pulire quelli contaminati. Tuttavia, l'allora presidente degli stanziamenti del Senato Ricardo Lara (D-Los Angeles) ha ucciso il disegno di legge di Mathis.

La città di East Porterville, nella contea di Tulare, ha visto decine di migliaia di residenti poveri e a basso reddito senza acqua potabile per molti anni a causa della recente siccità, esacerbata dalla mancanza di infrastrutture e da pozzi secchi e contaminati.

Matthis ha riprovato con AB 1588 che ha ampliato l'accesso ai fondi non solo ai proprietari di case ma anche agli affittuari. Il senatore Lara ha messo AB 1588 sul file di sospensione nella sua prima udienza nella commissione per gli stanziamenti del Senato, sostenendo che il costo totale di $ 10 milioni era troppo grande. Alla fine ha approvato il comitato per gli stanziamenti e il governatore Jerry Brown ha firmato il disegno di legge nel 2016 fornendo 15 milioni di dollari in prestiti e sovvenzioni ai proprietari di case per approfondire i pozzi asciutti.

“Abbiamo incontrato i residenti che non possono bere o fare il bagno con l'acqua nelle loro case, pagando di più rispetto a quelli di Beverly Hills,” ha twittato il governatore.

L'Associazione delle agenzie idriche della California è intervenuta, incerta sulla tassa sull'acqua. “ACWA ritiene che rendere l'accesso all'acqua potabile sicura per tutti i californiani dovrebbe essere una priorità assoluta per lo Stato,' ha affermato Cindy Tuck, vicedirettore esecutivo dell'Associazione delle agenzie idriche della California. “Tuttavia, una tassa statale sull'acqua è altamente problematica e non è necessaria quando esistono soluzioni di finanziamento alternative e lo stato ha un enorme avanzo di bilancio.”

Tuck ha detto che l'ACWA preferisce lavorare con il governatore Newsom, la legislatura e altre parti interessate su una soluzione che non imponga una tassa statale sull'acqua.

"Con sorpresa assoluta di nessuno, il nuovo governatore della California ha proposto un bilancio statale con miliardi in aumento della spesa e molti aumenti delle tasse", ha affermato Jon Coupal, presidente della Howard Jarvis Taxpayers Association. Coupal ha rilevato un avanzo di bilancio di 14,8 miliardi di dollari dello stato e ha definito la tassa proposta un esempio della reazione istintiva della California a non pagare una nuova tassa ogni volta che si verifica un nuovo problema.


I californiani votano le misure per finanziare parchi e progetti idrici

LOS ANGELES (AP) – I californiani stanno votando martedì sulle proposte per consentire allo stato di prendere in prestito $ 4 miliardi per parchi e progetti di conservazione e cambiare il modo in cui vengono allocati i ricavi dal suo programma di inquinamento cap-and-trade.

Gli elettori si stanno recando alle urne per decidere su cinque misure elettorali in tutto lo stato.

La proposta 68 consentirebbe alla California di emettere obbligazioni di obbligo generale per finanziare parchi e progetti ambientali, inclusi $ 200 milioni per aiutare a preservare il più grande lago dello stato. Il Salton Sea sta evaporando da quando l'agenzia idrica regionale di San Diego ha smesso di inviargli acqua. Il restringimento del lago ha spazzato via la polvere nelle comunità vicine e ha minacciato l'habitat degli uccelli.

La misura – che è stata approvata per il ballottaggio dalla legislatura – fornirebbe anche 725 milioni di dollari per i parchi nei quartieri meno serviti e finanzierebbe acqua potabile pulita e progetti di prevenzione delle inondazioni.

I sostenitori affermano che gli sforzi sono fondamentali per aiutare la California a mitigare i disastri naturali come incendi e inondazioni ed espandere l'accesso della comunità ai parchi. Gli oppositori affermano che lo stato non dovrebbe assumere nuovo debito obbligazionario.

Un'altra misura, la Proposition 70, cerca di cambiare il modo in cui il legislatore determina come viene speso il denaro dal programma cap-and-trade della California, che genera miliardi di dollari ogni anno richiedendo agli inquinatori di acquistare i permessi per rilasciare gas serra.

Cap and trade dovrebbe raccogliere $ 2,7 miliardi durante l'anno fiscale in corso. La spesa dei fondi, come il resto del bilancio statale, richiede un voto a maggioranza semplice in ogni camera della legislatura. Circa un quarto delle entrate va al progetto ferroviario ad alta velocità dello stato, a cui si oppongono molti repubblicani.

Se la misura passa, la legislatura richiederebbe un voto a maggioranza di due terzi una tantum a partire dal 2024 per stanziare questi fondi, il che potrebbe dare ai repubblicani più voce in capitolo nel processo.

Le altre misure sulla scheda elettorale riguardano il modo in cui vengono spese le entrate della tassa sul gasolio, quando le misure elettorali hanno effetto e un'agevolazione fiscale per l'installazione di dispositivi di cattura dell'acqua piovana.

La proposta 69 richiederebbe al legislatore di spendere soldi da una tassa sul diesel e una tassa sui veicoli recentemente approvate per progetti di trasporto. I legislatori hanno votato per mettere la misura in ballottaggio l'anno scorso quando hanno approvato l'aumento della tassa sul gas, che i repubblicani vogliono abrogare attraverso un'iniziativa separata a novembre.

La proposta 71 modificherebbe la data effettiva per le misure elettorali dal giorno successivo alle elezioni a cinque giorni dopo la certificazione dei risultati elettorali. Ritarderebbe la data di inizio effettiva per le proposte di circa sei settimane.

La proposta 72 concederebbe un'agevolazione fiscale ai proprietari di case che installano dispositivi di cattura dell'acqua piovana nelle loro proprietà nel tentativo di incoraggiare più persone a fare il passo per il risparmio idrico.


Il Vermont non ha ancora intenzione di pagare per l'acqua pulita

I legislatori del Vermont hanno trascorso più di due decenni a discutere su come ripulire il lago Champlain e gli altri corsi d'acqua inquinati dello stato. Quattro anni fa, si sono impegnati a trovare una fonte di fondi stabile e a lungo termine per portare a termine il lavoro. Due anni fa, il tesoriere di stato Beth Pearce ha offerto un menu di opzioni per fare proprio questo.

Ora, a metà della sessione legislativa del 2019, i legislatori non sembrano più vicini a prendere una decisione.

Il Senato del Vermont dovrebbe prendere in considerazione un disegno di legge questa settimana che stabilisca un nuovo sistema per stabilire le priorità e distribuire i fondi antinquinamento, regione per regione. Ma nella sua forma attuale, la misura non include nuove tasse o commissioni per mantenere i 50-60 milioni di dollari all'anno necessari per portare a termine il lavoro. Sebbene i leader legislativi affermino che aggiungeranno una fonte di finanziamento quando la legislazione raggiungerà la Camera, i sostenitori dell'ambiente non trattengono il respiro.

"Siamo davvero nervosi", ha affermato Jon Groveman, direttore del programma politico e idrico per il Vermont Natural Resources Council.

Per raggiungere gli obiettivi di qualità dell'acqua, i legislatori devono trovare una nuova fonte da 10 a 20 milioni di dollari all'anno per aumentare di circa 40 milioni di dollari la spesa statale e federale esistente.

La portavoce della Camera Mitzi Johnson (D-South Hero) ha affermato di aspettarsi che il Comitato dei modi e dei mezzi della Camera proponga un piano di finanziamento più avanti in questa sessione, ma il pannello deve ancora iniziare a elaborare un piano. I democratici, nel frattempo, hanno respinto la proposta del governatore repubblicano Phil Scott di utilizzare i proventi della tassa di successione, circa 8 milioni di dollari l'anno.

"Ogni volta che c'è un passo, c'è un'opportunità e un'aspettativa che il denaro venga fornito ed è... non, sembra di nuovo come un déjà vu", ha detto Groveman, che ha fatto pressioni sui legislatori per ottenere i soldi dal 2015. "Sembra che l'abbiamo già visto. Chi si farà avanti e metterà i soldi?"

Il problema dei corsi d'acqua inquinati non è piccolo, né nuovo.

L'Agenzia per la protezione dell'ambiente degli Stati Uniti ha dichiarato nel 2016 che il flusso di fosforo verso il lago Champlain deve essere ridotto di un terzo, o circa 200 tonnellate, e verso il lago Memphremagog del 29%. Il fosforo, proveniente dal letame bovino, dal deflusso delle strade, dall'erosione degli argini dei corsi d'acqua e da altre fonti attraverso il paesaggio, è un nutriente che guida la crescita di erbacce acquatiche, alghe e batteri tossici nei corpi idrici e li rende meno adatti per la ricreazione e l'acqua potabile.

Groveman ha affermato che i passati tentativi dello stato di ridurre l'inquinamento idrico si basavano su politiche così deboli che i finanziamenti non erano il più grande ostacolo.

"Stavamo fallendo su tutti i fronti", ha detto Groveman.

L'ordine del 2016 dell'EPA non solo ha chiarito che erano necessarie nuove politiche, ha affermato Groveman, ma ha richiesto allo stato di aumentare i suoi investimenti in acqua pulita.

Finora, ha detto, "quei soldi ci hanno procurato acqua davvero sporca".

Il rapporto di gennaio 2017 di Pearce ha delineato nei minimi dettagli come lo stato potrebbe aumentare il proprio sostegno finanziario per i costosi cambiamenti necessari per conformarsi agli ordini EPA e al Vermont Clean Water Act 2015. Quella legge ha conferito alle agenzie statali maggiori poteri per regolare la qualità dell'acqua e ha richiesto una serie di nuovi sistemi di autorizzazione progettati per proteggere i corsi d'acqua dall'inquinamento legato allo sviluppo, all'agricoltura, alle strade e ad altre attività umane.

Scott e il legislatore hanno seguito rapidamente la raccomandazione di Pearce di fornire un'infusione una tantum di 30 milioni di dollari per due anni vendendo titoli di stato.

Il denaro ha aiutato a pagare dozzine di progetti che contribuiscono in minima parte a ridurre il problema generale. Ad esempio, una recente sovvenzione ha aiutato un agricoltore della contea di Addison a pagare una piantatrice di mais senza lavorazione perché meno aratura significa un deflusso meno inquinato dai suoi campi. Altre sovvenzioni hanno contribuito a ridurre il deflusso dalle proprietà residenziali a Burlington, ad apportare miglioramenti ai sistemi fognari comunali e ad istituire controlli sull'erosione per ridurre il deflusso dalle strade secondarie, tra le altre cose.

Ma Pearce ha affermato che il denaro temporaneo era destinato solo a dare ai legislatori e alle agenzie statali il tempo di stabilire un sistema di finanziamento a lungo termine per i molti anni di lavoro rimanenti.

"Questo non significa rinviare le decisioni e le conseguenti azioni lungo la strada per altri due anni", ha avvertito poi. In addition to quickly finding a permanent source of new funds, lawmakers should develop a spending model that "maximizes cost efficiency and incentivizes local and regional decision making and implementation," she wrote.

Now, just three months before the temporary funds expire, lawmakers are working on a bill that addresses distribution of clean water funds but not how to raise all the needed money.

For environmental groups, the year started with a promising sign: After refusing for two years to identify a new, stable tax source to pay for clean water, Scott not only opened the door to new spending — he proposed it. The governor's budget recommendation for next year would steer revenues from the estate tax, collected when the wealthiest Vermonters die, into the state's Clean Water Fund instead of the state's General Fund.

"That's positive," Groveman said of Scott's acknowledgment that more dedicated funds are needed.

On the other hand, Groveman and other advocates were dismayed by the demise of the only water quality tax considered thus far by lawmakers this year. Senate Natural Resources and Energy Committee chair Chris Bray (D-Addison) proposed to raise $14 million a year with a $40-per-parcel annual fee on every piece of land in Vermont. An additional fee for developed land would have been phased in later to bolster those funds.

But Bray couldn't convince the other four members of his committee. The bill, as it emerged from his panel earlier this month, was stripped of all revenue-raising. Instead, it would create a new system for spending money from the Clean Water Fund and to monitor the results of that spending.

Under that model, the state Agency of Natural Resources would work with 14 local agencies, such as regional planning commissions, to set local, watershed-specific pollution reduction goals and priorities. The 14 agencies would receive block grants, which they would have discretion to spend on improvements, as long as they met pollution reduction targets and reported their progress to the state.

That redesign has won the support of Natural Resources Secretary Julie Moore, who said her agency could use help managing the thousands of potential cleanup projects across the state.

"We recognize that we are in some ways a bottleneck in the system," she said.

Rebekah Weber, the Conservation Law Foundation's Lake Champlain advocate, called Bray's bill, S.96, "an important step in being transparent and accountable" with clean water money.

She said accountability and monitoring are particularly important because the job ahead is so huge. "We need to remove around 213 metric tons of phosphorus from Lake Champlain," Weber said. "That's just Lake Champlain. There are other obligations in other watersheds. We're not near that goal."

But she also said there is a major flaw in the plan.

"There is no money," Weber said. "We've created some pretty innovative and important structures to get the money out the door, but S.96 does not deliver on money in its current form."

To replace the temporary funds and keep the state on track with its clean water obligations under state and federal law, Weber's organization is calling for $25 million in new spending this year.

Scott's proposal to use the estate tax would add an estimated $8 million, but it hasn't been well received in the legislature or the environmental community because it would starve the cash-strapped General Fund of that money. Nor did Bray's short-lived per-parcel-fee gain traction, leaving the legislature without an apparent plan to keep paying for the work required by state and federal law.

Senate President Pro Tempore Tim Ashe (D/P-Chittenden) said the focus on raising money is misplaced. He emphasized that the targets legislators are trying to meet have to do with water quality, not spending some specified amount of money.

"When we arrived here this year, our primary mission was cleaning up the water," he said. "Discussing revenue streams and all that are secondary to the actual policy of cleaning up the water."

Still, Ashe said he and his fellow senators "are all committed to the broad contours of an annual effort in the range that was described both by the EPA and by Beth Pearce's report, which was in that 50 to 60 [million dollar] range."

Because of the importance of spending clean water money efficiently, Ashe said, it was important to keep Bray's bill on track for passage even without consensus on how to raccogliere that money.

"We've got to figure out how to make our annual payment of between $50 and $60 million, but that doesn't have to happen to hold up a bill that's focused on making sure the work projects are prioritized and done the right way," Ashe said.

Plus, he said, it takes time to develop sound budgets.

"If we don't like the governor's proposal, we have to find the replacement money," he said. "But we don't walk in here with all the solutions just ready."

In fact, lawmakers have had access to a list of possible solutions for more than two years. Pearce's January 2017 report listed 64 potential revenue streams to pay for clean water and estimated how much cash each might provide. Her possibilities ranged from a tax on nail salons ($2.23 million in potential revenue) to a $50 per parcel fee ($16.7 million in potential revenue). Every legislative proposal since then has been a variation on one of Pearce's ideas, but none has passed.

With S.96 poised to move to the House, environmental groups and senators are looking to that chamber's Ways and Means Committee, which oversees all state revenues, to come up with a plan.

A year ago, Johnson told Sette giorni, "We know it's a huge responsibility. Coming up with a new funding source is never easy, particularly when there are a lot of competing needs, but we've got to buckle down sometime."

In fact, the House last year passed a measure to raise clean water money with an increased rooms-and-meals tax. The Senate rejected the idea.

Johnson noted last week that the legislature ha raised some new money for the Clean Water Fund in the past — money that helped the state reach its existing water quality budget. A 2016 addition to the property transfer tax provides $4 million to $6 million a year, she said. Later, lawmakers redirected revenues from unclaimed bottle deposits — about $2 million a year — to the Clean Water Fund. Because of that revenue, Johnson said, the money budgeted for a two-year funding surge is likely to last longer than two years.

"We're not at nothing," she said of the funding plan. "We're waiting for the final piece. And while everyone's been sitting around saying, 'Where's the silver bullet? Where's the silver bullet?' we've been quietly saying, 'And here's a piece, and here's a piece, and here's a piece.'"

She declined to say what that last piece would be.

"I'm very confident," Johnson said, adding that Ways and Means Committee chair Janet Ancel (D-Calais) has said she hopes to propose up to $10 million in new funding — more than Scott's $8 million. Asked whether she has any specific proposals in mind, Ancel said the committee will figure it out in the next few weeks.

Groveman remains hopeful that the legislature will fund its obligations before adjournment, but he's not confident.

"If history is any indication, we have reason to be concerned," he said. "Because there's no track record of getting over the finish line."

Correction, 3/28/19: An earlier version of this story mischaracterized Gov. Scott’s previous position on long-term clean water funding.


State To Pump $10 Million Into Fund To Clean Up Chicago River

CHICAGO (CBS) — The State of Illinois plans to add $10 million to a $21 million fund to disinfect sewage flowing into the Chicago River, as Chicago joins other major cities in making the most of a natural asset.

As WBBM Newsradio&rsquos John Cody reports, Gov. Pat Quinn joined Mayor Rahm Emanuel along the river&rsquos North Branch near Division Street and Goose Island Thursday afternoon, to talk about some ambitious plans for the river.

The fund will build systems for disinfecting sewage so that the river will be swimmable and fishable, and will feature walking and biking paths along its entire length.

&ldquoFor the 2016 recreation season, this will be in full effect,&rdquo Quinn said.

Quinn says there will be boathouses for kayaking, among many other new features.

&ldquoSo that people when they kayak, or they walk along the river, or do anything they want &ndash to look at the river or the wildlife near the river &ndash it&rsquos important that we make sure the river is as clean as possible,&rdquo Quinn said.

There will even be the possibility of river races, as once won by former Tarzan &ndash the late Johnny Weissmuller, Quinn said.

&ldquoFrom the mouth of Lake Michigan all the way to Wolf Point, and someday soon we want to have that swimming again, and maybe the Olympic rowing trials &ndash something like that,&rdquo Quinn said.

The city&rsquos view of the river has changed dramatically over the years. Executive director Margaret Frisbie says when Friends of the Chicago River started in 1979, the river didn’t have many friends.

Rather, it was something between an industrial drain and open sewer, she said.

&ldquoWe look at how people love the Charles River in Boston &ndash there&rsquos people around it all the time &ndash when we look at New York City and the work they&rsquore doing on the Hudson it&rsquos in process, it&rsquos not built all at once. It&rsquos step-by-step,&rdquo Frisbie said. &ldquoBut we&rsquore doing it in Chicago. The Chicago Riverwalk is a step. When they opened that Riverwalk, literally, the first day, there was a press conference, and under the bridge came someone walking a dog, someone else pushing a stroller.&rdquo

Last year, the EPA demanded that parts of the river be clean enough for &ldquorecreation in and on the water,&rdquo which means activities from swimming to canoeing. The order applies to all three branches of the Chicago River, as well as the North Shore Channel, the Cal-Sag Channel and the Little Calumet River.

But estimates put the cleanup cost at $425 million, which will likely mean higher sewer bills in Chicago and suburban Cook County, where such bills are among the nation&rsquos lowest, according to published reports.

The Chicago River system runs 156 miles, and is the waterway that first drew explorers to the area. French explorers Louis Jolliet and the Rev. Jacques Marquette explored the Chicago River in 1673, and Jean-Baptiste Point du Sable, the first permanent settler in Chicago, set up his farm on the north banks of the river in the 1780s.

But for longer than anyone has been alive today, the river has been associated with sewage and stink. In 1900, the Sanitary District of Chicago reversed the flow of the Chicago River, after sewage emptying into Lake Michigan from the river&rsquos main branch caused a public health crisis.

For most of the century afterward, the river was widely regarded as dirty and stinky, but beautification efforts have improved some parts of the river in the past 20 years.

Chicago is the only major city in the United States that does not disinfect human and industrial waste in the sewers before it ends up in the waterways, according to published reports.