Ultime ricette

Le più grandi tendenze della salute del 2017

Le più grandi tendenze della salute del 2017


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il 2017 è stato un grande anno per il benessere. La verità sui carboidrati è stata rivelata, le persone sono diventate creative nelle loro cucine a basso contenuto di zucchero e tutti hanno smesso di cercare di limitare i loro grassi (anche se forse quest'ultimo è andato un po' troppo lontano).

Fare clic qui per lo slideshow The Biggest Health Trends of 2017.

Instagram sta trasformando la scena del cibo e più che mai puoi monitorare l'andamento delle conversazioni sul benessere su una semplice app di social media. Ogni volta che nasce un nuovo bar con un uso innovativo dell'avocado, Instagram è già su di esso. La nuova funzione di Instagram story ha permesso a blogger e influencer di descrivere in dettaglio le loro pratiche e rituali quotidiani ai seguaci devoti, insegnando alle persone come creare i propri waffle al collagene e avena proteica.

Relazionato

Attraverso questa piattaforma, insieme a molte altre, abbiamo valutato quali tendenze stavano davvero spuntando quest'anno. La salute e la forma fisica cambiano continuamente — può essere difficile tenere il passo. Ma ora che il 2017 ha quasi fatto il suo corso, possiamo identificare le più grandi tendenze per la salute di quest'anno.


2017, l'anno delle ciotole di cibo

Cosa ha a che fare il Buddha con le ciotole? Che cosa ha in comune "l'illuminato", come viene chiamato nella religione buddista, con recipienti rotondi che contengono cibi liquidi o solidi, possono resistere alle alte temperature e sono spesso tenuti nel palmo della mano?

A 1001 ricette sotto il nome generico di Buddha Bowl, condividono lo stesso armonioso equilibrio tra la perfezione estetica di Buddha (la forma della ciotola ricorda quella di un panciotto di Buddha) e il sapore.

Tipo Buddha bowl, o più semplicemente “ricette di ciotola" in Google e una miriade di suggerimenti, spesso vegano, vengono restituiti, in cui il ingredienti sono ad arte combinato in termini di colore, ben equilibrato proprietà nutritive ed esplosioni di impareggiabile gusto.

I vari ricette di ciotola, i cui ingredienti vengono preparati separatamente e poi combinati secondo una serie di regole riguardanti colore, calorie, cibi compatibili e incompatibili, diete speciali, indennità per intolleranze alimentari e così via, sono praticamente infinite. Ciò che hanno tutti in comune, tuttavia, è la ciotola stessa.

Di varie larghezze, realizzati a mano da artisti e artigiani o prodotti industrialmente, possono essere tenuti nel palmo della mano in stile street food o apparire sulla tovaglia damascata di un ristorante stellato. Il trend della ciotola è decisamente orientale, dal momento che questo recipiente è perfetto per alcuni piatti come risotti esotici o ramen, noodles o zuppe di verdure, ma come ci assicurano i trendsetter della buona tavola internazionale, le persone hanno ceduto ad esso in tutto il mondo.

Mentre mania della ciotola scoppiata davvero nel 2016, diffondendosi in tutti i continenti, con alcune interpretazioni molto locali, nel 2017 si prevede che diventi un trend stabile e continuo nelle cucine e nei ristoranti domestici, dalla colazione alla cena.

Allora, dici Baum + Uomo Bianco, la società di consulenza di New York con sede a Brooklyn, che pubblica un rapporto annuale sulle tendenze enogastronomiche emergenti, la cui edizione di fine 2016 includeva le ciotole come una delle tendenze dell'anno successivo.

Le ragioni di ciò sono anche psicologiche, come afferma lo stesso rapporto: “Se tieni una ciotola simile a un Buddha mentre mangi, sei psicologicamente più incline alla consapevolezza del tuo pasto. Avrai anche maggiori possibilità di catturare tutti i sapori e le consistenze ad ogni morso. e pensi di essere pieno molto più velocemente, anche se elimini i carboidrati bianchi. Questa opinione è ulteriormente sostenuta da Baum + Whiteman nel loro Risorse su cibo e bevande previsioni, che lega il successo delle bocce al hawaiano tendenza per poke.

Poke bowl (pronunciato correttamente “Poh-keh”) rispecchiano il significato hawaiano della parola stessa – affetta e taglia – e sono in realtà composti da carne e pesce affettati o tagliati a dadini accompagnati da peperoni dolci e peperoncino, e verdure servite insieme in una ciotola.

Nell'ovest, ciotole di acai per primo ha scatenato questa moda gastronomica: salutari e nutrienti ciotole di cereali per la colazione, frutta fresca e secca e naturalmente acai, il dolce frutto tropicale poco calorico la cui consistenza, ridotta a una purea, è molto simile a quella del gelato. Sapore e moda a parte, questa tendenza è fortemente alimentata dal fattore convenienza: da un lato i consumatori iniziano a rendersi conto di quanto sia facile maneggiare una ciotola, perfetta per una pausa pranzo veloce in ufficio e, sul fronte professionale, gli chef apprezzano il fatto che le ciotole richiedano meno tempo per impiattare, poiché richiedono meno abilità rispetto a un piatto piano tradizionale, dove non solo il cibo deve essere presentato in modo efficace, ma dove spesso è anche difficile riempire lo spazio "bianco".


2017, l'anno delle ciotole del cibo

Cosa ha a che fare il Buddha con le ciotole? Che cosa ha in comune "l'illuminato", come viene chiamato nella religione buddista, con recipienti rotondi che contengono cibi liquidi o solidi, possono resistere alle alte temperature e sono spesso tenuti nel palmo della mano?

A 1001 ricette sotto il nome generico di Buddha Bowl, condividono lo stesso armonioso equilibrio tra la perfezione estetica di Buddha (la forma della ciotola ricorda quella di un panciotto di Buddha) e il sapore.

Tipo Buddha bowl, o più semplicemente “ricette di ciotola" in Google e una miriade di suggerimenti, spesso vegano, vengono restituiti, in cui il ingredienti sono ad arte combinato in termini di colore, ben equilibrato proprietà nutritive ed esplosioni di impareggiabile gusto.

I vari ricette di ciotola, i cui ingredienti vengono preparati separatamente e poi combinati secondo una serie di regole riguardanti colore, calorie, cibi compatibili e incompatibili, diete speciali, indennità per intolleranze alimentari e così via, sono praticamente infinite. Ciò che tutti hanno in comune, tuttavia, è la ciotola stessa.

Di varie larghezze, realizzati a mano da artisti e artigiani o prodotti industrialmente, possono essere tenuti nel palmo della mano in stile street food o apparire sulla tovaglia damascata di un ristorante stellato. Il trend della ciotola è decisamente orientale, dal momento che questo recipiente è perfetto per alcuni piatti come risotti esotici o ramen, noodles o zuppe di verdure, ma come ci assicurano i trendsetter della buona tavola internazionale, le persone hanno ceduto ad esso in tutto il mondo.

Mentre mania della ciotola scoppiata davvero nel 2016, diffondendosi in tutti i continenti, con alcune interpretazioni molto locali, nel 2017 si prevede che diventi una tendenza stabile e continua nelle cucine e nei ristoranti domestici, dalla colazione alla cena.

Allora, dici Baum + Uomo Bianco, la società di consulenza di New York con sede a Brooklyn, che pubblica un rapporto annuale sulle tendenze enogastronomiche emergenti, la cui edizione di fine 2016 includeva le ciotole come una delle tendenze dell'anno successivo.

Le ragioni di ciò sono anche psicologiche, come afferma lo stesso rapporto: “Se tieni una ciotola simile a un Buddha mentre mangi, sei psicologicamente più incline alla consapevolezza del tuo pasto. Avrai anche maggiori possibilità di catturare tutti i sapori e le consistenze ad ogni morso. e pensi di essere pieno molto più velocemente, anche se elimini i carboidrati bianchi. Questa opinione è ulteriormente sostenuta da Baum + Whiteman nel loro Risorse su cibo e bevande previsioni, che lega il successo delle bocce al hawaiano tendenza per poke.

Poke bowl (pronunciato correttamente “Poh-keh”) rispecchiano il significato hawaiano della parola stessa – affetta e taglia – e sono in realtà composti da carne e pesce affettati o tagliati a dadini accompagnati da peperoni dolci e peperoncino, e verdure servite insieme in una ciotola.

Nell'ovest, ciotole di acai Per prima cosa ha scatenato questa moda gastronomica: salutari e nutrienti ciotole di cereali per la colazione, frutta fresca e secca e naturalmente acai, il dolce frutto tropicale poco calorico la cui consistenza, ridotta a una purea, è molto simile a quella del gelato. Sapore e moda a parte, questa tendenza è fortemente alimentata dal fattore convenienza: da un lato i consumatori iniziano a rendersi conto di quanto sia facile maneggiare una ciotola, perfetta per una pausa pranzo veloce in ufficio e, sul fronte professionale, gli chef apprezzano il fatto che le ciotole richiedano meno tempo per impiattare, poiché richiedono meno abilità rispetto a un piatto piano tradizionale, dove non solo il cibo deve essere presentato in modo efficace, ma dove spesso è anche difficile riempire lo spazio "bianco".


2017, l'anno delle ciotole del cibo

Cosa ha a che fare il Buddha con le ciotole? Che cosa ha in comune "l'illuminato", come viene chiamato nella religione buddista, con recipienti rotondi che contengono cibi liquidi o solidi, possono resistere alle alte temperature e sono spesso tenuti nel palmo della mano?

A 1001 ricette sotto il nome generico di Buddha Bowl, condividono lo stesso armonioso equilibrio tra la perfezione estetica di Buddha (la forma della ciotola ricorda quella di un panciotto di Buddha) e il sapore.

Tipo Buddha bowl, o più semplicemente “ricette di ciotola" in Google e una miriade di suggerimenti, spesso vegano, vengono restituiti, in cui il ingredienti sono ad arte combinato in termini di colore, ben equilibrato proprietà nutritive ed esplosioni di impareggiabile gusto.

I vari ricette di ciotola, i cui ingredienti vengono preparati separatamente e poi combinati secondo una serie di regole riguardanti colore, calorie, cibi compatibili e incompatibili, diete speciali, indennità per intolleranze alimentari e così via, sono praticamente infinite. Ciò che hanno tutti in comune, tuttavia, è la ciotola stessa.

Di varie larghezze, realizzati a mano da artisti e artigiani o prodotti industrialmente, possono essere tenuti nel palmo della mano in stile street food o apparire sulla tovaglia damascata di un ristorante stellato. Il trend della ciotola è decisamente orientale, dal momento che questo recipiente è perfetto per alcuni piatti come risotti esotici o ramen, noodles o zuppe di verdure, ma come ci assicurano i trendsetter della buona tavola internazionale, le persone hanno ceduto ad esso in tutto il mondo.

Mentre mania della ciotola scoppiata davvero nel 2016, diffondendosi in tutti i continenti, con alcune interpretazioni molto locali, nel 2017 si prevede che diventi un trend stabile e continuo nelle cucine e nei ristoranti domestici, dalla colazione alla cena.

Allora, dici Baum + Uomo Bianco, la società di consulenza di New York con sede a Brooklyn, che pubblica un rapporto annuale sulle tendenze enogastronomiche emergenti, la cui edizione di fine 2016 includeva le ciotole come una delle tendenze dell'anno successivo.

Le ragioni di ciò sono anche psicologiche, come afferma lo stesso rapporto: “Se tieni una ciotola simile a un Buddha mentre mangi, sei psicologicamente più incline alla consapevolezza del tuo pasto. Avrai anche maggiori possibilità di catturare tutti i sapori e le consistenze ad ogni morso. e pensi di essere pieno molto più velocemente, anche se elimini i carboidrati bianchi. Questa opinione è ulteriormente sostenuta da Baum + Whiteman nel loro Risorse su cibo e bevande previsioni, che lega il successo delle bocce al hawaiano tendenza per poke.

Poke bowl (pronunciato correttamente “Poh-keh”) rispecchiano il significato hawaiano della parola stessa – affetta e taglia – e sono in realtà composti da carne e pesce affettati o tagliati a dadini accompagnati da peperoni dolci e peperoncino, e verdure servite insieme in una ciotola.

Nell'ovest, ciotole di acai per primo ha scatenato questa moda gastronomica: salutari e nutrienti ciotole di cereali per la colazione, frutta fresca e secca e naturalmente acai, il dolce frutto tropicale poco calorico la cui consistenza, ridotta a una purea, è molto simile a quella del gelato. Sapore e moda a parte, questa tendenza è fortemente alimentata dal fattore convenienza: da un lato i consumatori iniziano a rendersi conto di quanto sia facile maneggiare una ciotola, perfetta per una pausa pranzo veloce in ufficio e, sul fronte professionale, gli chef apprezzano il fatto che le ciotole richiedano meno tempo per impiattare, poiché richiedono meno abilità rispetto a un piatto piano tradizionale, dove non solo il cibo deve essere presentato in modo efficace, ma dove spesso è anche difficile riempire lo spazio "bianco".


2017, l'anno delle ciotole del cibo

Cosa ha a che fare il Buddha con le ciotole? Che cosa ha in comune "l'illuminato", come viene chiamato nella religione buddista, con recipienti rotondi che contengono cibi liquidi o solidi, possono resistere alle alte temperature e sono spesso tenuti nel palmo della mano?

A 1001 ricette sotto il nome generico di Buddha Bowl, condividono lo stesso armonioso equilibrio tra la perfezione estetica di Buddha (la forma della ciotola ricorda quella di un panciotto di Buddha) e il sapore.

Tipo Buddha bowl, o più semplicemente “ricette di ciotola" in Google e una miriade di suggerimenti, spesso vegano, vengono restituiti, in cui il ingredienti sono ad arte combinato in termini di colore, ben equilibrato proprietà nutritive ed esplosioni di impareggiabile gusto.

I vari ricette di ciotola, i cui ingredienti vengono preparati separatamente e poi combinati secondo una serie di regole riguardanti colore, calorie, cibi compatibili e incompatibili, diete speciali, indennità per intolleranze alimentari e così via, sono praticamente infinite. Ciò che hanno tutti in comune, tuttavia, è la ciotola stessa.

Di varie larghezze, realizzati a mano da artisti e artigiani o prodotti industrialmente, possono essere tenuti nel palmo della mano in stile street food o apparire sulla tovaglia damascata di un ristorante stellato. Il trend della ciotola è decisamente orientale, dal momento che questo recipiente è perfetto per alcuni piatti come risotti esotici o ramen, noodles o zuppe di verdure, ma come ci assicurano i trendsetter della buona tavola internazionale, le persone hanno ceduto ad esso in tutto il mondo.

Mentre mania della ciotola scoppiata davvero nel 2016, diffondendosi in tutti i continenti, con alcune interpretazioni molto locali, nel 2017 si prevede che diventi una tendenza stabile e continua nelle cucine e nei ristoranti domestici, dalla colazione alla cena.

Allora, dici Baum + Uomo Bianco, la società di consulenza di New York con sede a Brooklyn, che pubblica un rapporto annuale sulle tendenze enogastronomiche emergenti, la cui edizione di fine 2016 includeva le ciotole come una delle tendenze dell'anno successivo.

Le ragioni di ciò sono anche psicologiche, come afferma lo stesso rapporto: “Se tieni una ciotola simile a un Buddha mentre mangi, sei psicologicamente più incline alla consapevolezza del tuo pasto. Avrai anche maggiori possibilità di catturare tutti i sapori e le consistenze ad ogni morso. e pensi di essere pieno molto più velocemente, anche se elimini i carboidrati bianchi. Questa opinione è ulteriormente sostenuta da Baum + Whiteman nel loro Risorse su cibo e bevande previsioni, che lega il successo delle bocce al hawaiano tendenza per poke.

Poke bowl (pronunciato correttamente “Poh-keh”) rispecchiano il significato hawaiano della parola stessa – affetta e taglia – e sono in realtà composti da carne e pesce affettati o tagliati a dadini accompagnati da peperoni dolci e peperoncino, e verdure servite insieme in una ciotola.

Nell'ovest, ciotole di acai Per prima cosa ha scatenato questa moda gastronomica: salutari e nutrienti ciotole di cereali per la colazione, frutta fresca e secca e naturalmente acai, il dolce frutto tropicale poco calorico la cui consistenza, ridotta a una purea, è molto simile a quella del gelato. Sapore e moda a parte, questa tendenza è fortemente alimentata dal fattore convenienza: da un lato i consumatori iniziano a rendersi conto di quanto sia facile maneggiare una ciotola, perfetta per una pausa pranzo veloce in ufficio e, sul fronte professionale, gli chef apprezzano il fatto che le ciotole richiedano meno tempo per impiattare, poiché richiedono meno abilità rispetto a un piatto piano tradizionale, dove non solo il cibo deve essere presentato in modo efficace, ma dove spesso è anche difficile riempire lo spazio "bianco".


2017, l'anno delle ciotole del cibo

Cosa ha a che fare il Buddha con le ciotole? Che cosa ha in comune "l'illuminato", come viene chiamato nella religione buddista, con recipienti rotondi che contengono cibi liquidi o solidi, possono resistere alle alte temperature e sono spesso tenuti nel palmo della mano?

A 1001 ricette sotto il nome generico di Buddha Bowl, condividono lo stesso armonioso equilibrio tra la perfezione estetica di Buddha (la forma della ciotola ricorda quella di un panciotto di Buddha) e il sapore.

Tipo Buddha bowl, o più semplicemente “ricette di ciotola" in Google e una miriade di suggerimenti, spesso vegano, vengono restituiti, in cui il ingredienti sono ad arte combinato in termini di colore, ben equilibrato proprietà nutritive ed esplosioni di impareggiabile gusto.

I vari ricette di ciotola, i cui ingredienti vengono preparati separatamente e poi combinati secondo una serie di regole riguardanti colore, calorie, cibi compatibili e incompatibili, diete speciali, indennità per intolleranze alimentari e così via, sono praticamente infinite. Ciò che tutti hanno in comune, tuttavia, è la ciotola stessa.

Di varie larghezze, realizzati a mano da artisti e artigiani o prodotti industrialmente, possono essere tenuti nel palmo della mano in stile street food o apparire sulla tovaglia damascata di un ristorante stellato. Il trend della ciotola è decisamente orientale, dal momento che questo recipiente è perfetto per alcuni piatti come risotti esotici o ramen, noodles o zuppe di verdure, ma come ci assicurano i trendsetter della buona tavola internazionale, le persone hanno ceduto ad esso in tutto il mondo.

Mentre mania della ciotola scoppiata davvero nel 2016, diffondendosi in tutti i continenti, con alcune interpretazioni molto locali, nel 2017 si prevede che diventi una tendenza stabile e continua nelle cucine e nei ristoranti domestici, dalla colazione alla cena.

Allora, dici Baum + Uomo Bianco, la società di consulenza di New York con sede a Brooklyn, che pubblica un rapporto annuale sulle tendenze enogastronomiche emergenti, la cui edizione di fine 2016 includeva le ciotole come una delle tendenze dell'anno successivo.

Le ragioni di ciò sono anche psicologiche, come afferma lo stesso rapporto: “Se tieni una ciotola simile a un Buddha mentre mangi, sei psicologicamente più incline alla consapevolezza del tuo pasto. Avrai anche maggiori possibilità di catturare tutti i sapori e le consistenze ad ogni morso. e pensi di essere pieno molto più velocemente, anche se elimini i carboidrati bianchi. Questa opinione è ulteriormente sostenuta da Baum + Whiteman nel loro Risorse su cibo e bevande previsioni, che lega il successo delle bocce al hawaiano tendenza per poke.

Poke bowl (pronunciato correttamente “Poh-keh”) rispecchiano il significato hawaiano della parola stessa – affetta e taglia – e sono in realtà composti da carne e pesce affettati o tagliati a dadini accompagnati da peperoni dolci e peperoncino, e verdure servite insieme in una ciotola.

Nell'ovest, ciotole di acai per primo ha scatenato questa moda gastronomica: salutari e nutrienti ciotole di cereali per la colazione, frutta fresca e secca e naturalmente acai, il dolce frutto tropicale poco calorico la cui consistenza, ridotta a una purea, è molto simile a quella del gelato. Sapore e moda a parte, questa tendenza è fortemente alimentata dal fattore convenienza: da un lato i consumatori iniziano a rendersi conto di quanto sia facile maneggiare una ciotola, perfetta per una pausa pranzo veloce in ufficio e, sul fronte professionale, gli chef apprezzano il fatto che le ciotole richiedano meno tempo per impiattare, poiché richiedono meno abilità rispetto a un piatto piano tradizionale, dove non solo il cibo deve essere presentato in modo efficace, ma dove spesso è anche difficile riempire lo spazio "bianco".


2017, l'anno delle ciotole di cibo

Cosa ha a che fare il Buddha con le ciotole? Che cosa ha in comune "l'illuminato", come viene chiamato nella religione buddista, con recipienti rotondi che contengono cibi liquidi o solidi, possono resistere alle alte temperature e sono spesso tenuti nel palmo della mano?

A 1001 ricette sotto il nome generico di Buddha Bowl, condividono lo stesso armonioso equilibrio tra la perfezione estetica di Buddha (la forma della ciotola ricorda quella di un panciotto di Buddha) e il sapore.

Tipo Buddha bowl, o più semplicemente “ricette di ciotola" in Google e una miriade di suggerimenti, spesso vegano, vengono restituiti, in cui il ingredienti sono ad arte combinato in termini di colore, ben equilibrato proprietà nutritive ed esplosioni di impareggiabile gusto.

I vari ricette di ciotola, i cui ingredienti vengono preparati separatamente e poi combinati secondo una serie di regole riguardanti colore, calorie, cibi compatibili e incompatibili, diete speciali, indennità per intolleranze alimentari e così via, sono praticamente infinite. Ciò che tutti hanno in comune, tuttavia, è la ciotola stessa.

Di varie larghezze, realizzati a mano da artisti e artigiani o prodotti industrialmente, possono essere tenuti nel palmo della mano in stile street food o apparire sulla tovaglia damascata di un ristorante stellato. Il trend della ciotola è decisamente orientale, dal momento che questo recipiente è perfetto per alcuni piatti come risotti esotici o ramen, noodles o zuppe di verdure, ma come ci assicurano i trendsetter della buona tavola internazionale, le persone hanno ceduto ad esso in tutto il mondo.

Mentre mania della ciotola scoppiata davvero nel 2016, diffondendosi in tutti i continenti, con alcune interpretazioni molto locali, nel 2017 si prevede che diventi una tendenza stabile e continua nelle cucine e nei ristoranti domestici, dalla colazione alla cena.

Allora, dici Baum + Uomo Bianco, la società di consulenza di New York con sede a Brooklyn, che pubblica un rapporto annuale sulle tendenze enogastronomiche emergenti, la cui edizione di fine 2016 includeva le ciotole come una delle tendenze dell'anno successivo.

Le ragioni di ciò sono anche psicologiche, come afferma lo stesso rapporto: “Se tieni una ciotola simile a un Buddha mentre mangi, sei psicologicamente più incline alla consapevolezza del tuo pasto. Avrai anche maggiori possibilità di catturare tutti i sapori e le consistenze ad ogni morso. e pensi di essere pieno molto più velocemente, anche se elimini i carboidrati bianchi. Questa opinione è ulteriormente sostenuta da Baum + Whiteman nel loro Risorse su cibo e bevande previsioni, che lega il successo delle bocce al hawaiano tendenza per poke.

Poke bowl (pronunciato correttamente “Poh-keh”) rispecchiano il significato hawaiano della parola stessa – affetta e taglia – e sono in realtà composti da carne e pesce affettati o tagliati a dadini accompagnati da peperoni dolci e peperoncino, e verdure servite insieme in una ciotola.

Nell'ovest, ciotole di acai Per prima cosa ha scatenato questa moda gastronomica: sane e nutrienti ciotole di cereali per la colazione, frutta fresca e secca e naturalmente acai, il dolce frutto tropicale poco calorico la cui consistenza, ridotta a una purea, è molto simile a quella del gelato. Sapore e moda a parte, questa tendenza è fortemente alimentata dal fattore convenienza: da un lato i consumatori iniziano a rendersi conto di quanto sia facile maneggiare una ciotola, perfetta per una pausa pranzo veloce in ufficio e, sul fronte professionale, gli chef apprezzano il fatto che le ciotole richiedano meno tempo per impiattare, poiché richiedono meno abilità rispetto a un piatto piano tradizionale, dove non solo il cibo deve essere presentato in modo efficace, ma dove spesso è anche difficile riempire lo spazio "bianco".


2017, l'anno delle ciotole di cibo

Cosa ha a che fare il Buddha con le ciotole? Che cosa ha in comune "l'illuminato", come viene chiamato nella religione buddista, con recipienti rotondi che contengono cibi liquidi o solidi, possono resistere alle alte temperature e sono spesso tenuti nel palmo della mano?

A 1001 ricette sotto il nome generico di Buddha Bowl, condividono lo stesso armonioso equilibrio tra la perfezione estetica di Buddha (la forma della ciotola ricorda quella di un panciotto di Buddha) e il sapore.

Tipo Buddha bowl, o più semplicemente “ricette di ciotola" in Google e una miriade di suggerimenti, spesso vegano, vengono restituiti, in cui il ingredienti sono ad arte combinato in termini di colore, ben equilibrato proprietà nutritive ed esplosioni di impareggiabile gusto.

I vari ricette di ciotola, i cui ingredienti vengono preparati separatamente e poi combinati secondo una serie di regole riguardanti colore, calorie, cibi compatibili e incompatibili, diete speciali, indennità per intolleranze alimentari e così via, sono praticamente infinite. Ciò che hanno tutti in comune, tuttavia, è la ciotola stessa.

Di varie larghezze, realizzati a mano da artisti e artigiani o prodotti industrialmente, possono essere tenuti nel palmo della mano in stile street food o apparire sulla tovaglia damascata di un ristorante stellato. Il trend della ciotola è decisamente orientale, dal momento che questo recipiente è perfetto per alcuni piatti come risotti esotici o ramen, noodles o zuppe di verdure, ma come ci assicurano i trendsetter della buona tavola internazionale, le persone hanno ceduto ad esso in tutto il mondo.

Mentre mania della ciotola scoppiata davvero nel 2016, diffondendosi in tutti i continenti, con alcune interpretazioni molto locali, nel 2017 si prevede che diventi una tendenza stabile e continua nelle cucine e nei ristoranti domestici, dalla colazione alla cena.

Allora, dici Baum + Uomo Bianco, la società di consulenza di New York con sede a Brooklyn, che pubblica un rapporto annuale sulle tendenze enogastronomiche emergenti, la cui edizione di fine 2016 includeva le ciotole come una delle tendenze dell'anno successivo.

Le ragioni di ciò sono anche psicologiche, come afferma lo stesso rapporto: “Se tieni una ciotola simile a un Buddha mentre mangi, sei psicologicamente più incline alla consapevolezza del tuo pasto. Avrai anche maggiori possibilità di catturare tutti i sapori e le consistenze ad ogni morso. e pensi di essere pieno molto più velocemente, anche se elimini i carboidrati bianchi. Questa opinione è ulteriormente sostenuta da Baum + Whiteman nel loro Risorse su cibo e bevande previsioni, che lega il successo delle bocce al hawaiano tendenza per poke.

Poke bowl (pronunciato correttamente “Poh-keh”) rispecchiano il significato hawaiano della parola stessa – affetta e taglia – e sono in realtà composti da carne e pesce affettati o tagliati a dadini accompagnati da peperoni dolci e peperoncino, e verdure servite insieme in una ciotola.

Nell'ovest, ciotole di acai Per prima cosa ha scatenato questa moda gastronomica: sane e nutrienti ciotole di cereali per la colazione, frutta fresca e secca e naturalmente acai, il dolce frutto tropicale poco calorico la cui consistenza, ridotta a una purea, è molto simile a quella del gelato. Sapore e moda a parte, questa tendenza è fortemente alimentata dal fattore convenienza: da un lato i consumatori iniziano a rendersi conto di quanto sia facile maneggiare una ciotola, perfetta per una pausa pranzo veloce in ufficio e, sul fronte professionale, gli chef apprezzano il fatto che le ciotole richiedano meno tempo per impiattare, poiché richiedono meno abilità rispetto a un piatto piano tradizionale, dove non solo il cibo deve essere presentato in modo efficace, ma dove spesso è anche difficile riempire lo spazio "bianco".


2017, l'anno delle ciotole del cibo

Cosa ha a che fare il Buddha con le ciotole? Che cosa ha in comune "l'illuminato", come viene chiamato nella religione buddista, con recipienti rotondi che contengono cibi liquidi o solidi, possono resistere alle alte temperature e sono spesso tenuti nel palmo della mano?

A 1001 ricette sotto il nome generico di Buddha Bowl, condividono lo stesso armonioso equilibrio tra la perfezione estetica di Buddha (la forma della ciotola ricorda quella di un panciotto di Buddha) e il sapore.

Tipo Buddha bowl, o più semplicemente “ricette di ciotola" in Google e una miriade di suggerimenti, spesso vegano, vengono restituiti, in cui il ingredienti sono ad arte combinato in termini di colore, ben equilibrato proprietà nutritive ed esplosioni di impareggiabile gusto.

I vari ricette di ciotola, i cui ingredienti vengono preparati separatamente e poi combinati secondo una serie di regole riguardanti colore, calorie, cibi compatibili e incompatibili, diete speciali, indennità per intolleranze alimentari e così via, sono praticamente infinite. Ciò che hanno tutti in comune, tuttavia, è la ciotola stessa.

Di varie larghezze, realizzati a mano da artisti e artigiani o prodotti industrialmente, possono essere tenuti nel palmo della mano in stile street food o apparire sulla tovaglia damascata di un ristorante stellato. La tendenza della ciotola è decisamente orientale, poiché questo recipiente è perfetto per alcuni piatti come varietà esotiche di riso o ramen, noodles o zuppe di verdure, ma come ci assicurano i trendsetter della buona tavola internazionale, le persone hanno ceduto in tutto il mondo.

Mentre mania della ciotola scoppiata davvero nel 2016, diffondendosi in tutti i continenti, con alcune interpretazioni molto locali, nel 2017 si prevede che diventi una tendenza stabile e continua nelle cucine e nei ristoranti domestici, dalla colazione alla cena.

Allora, dici Baum + Uomo Bianco, la società di consulenza di New York con sede a Brooklyn, che pubblica un rapporto annuale sulle tendenze enogastronomiche emergenti, la cui edizione di fine 2016 includeva le ciotole come una delle tendenze dell'anno successivo.

Le ragioni di ciò sono anche psicologiche, come afferma lo stesso rapporto: “Se tieni una ciotola simile a un Buddha mentre mangi, sei psicologicamente più incline alla consapevolezza del tuo pasto. Avrai anche maggiori possibilità di catturare tutti i sapori e le consistenze ad ogni morso. e pensi di essere pieno molto più velocemente, anche se elimini i carboidrati bianchi. Questa opinione è ulteriormente sostenuta da Baum + Whiteman nel loro Risorse su cibo e bevande previsioni, che lega il successo delle bocce al hawaiano tendenza per poke.

Poke bowl (pronunciato correttamente “Poh-keh”) rispecchiano il significato hawaiano della parola stessa – affetta e taglia – e sono in realtà composti da carne e pesce affettati o tagliati a dadini accompagnati da peperoni dolci e peperoncino, e verdure servite insieme in una ciotola.

Nell'ovest, ciotole di acai per primo ha scatenato questa moda gastronomica: salutari e nutrienti ciotole di cereali per la colazione, frutta fresca e secca e naturalmente acai, il dolce frutto tropicale poco calorico la cui consistenza, ridotta a una purea, è molto simile a quella del gelato. Sapore e moda a parte, questa tendenza è fortemente alimentata dal fattore convenienza: da un lato i consumatori iniziano a rendersi conto di quanto sia facile maneggiare una ciotola, perfetta per una pausa pranzo veloce in ufficio e, sul fronte professionale, gli chef apprezzano il fatto che le ciotole richiedano meno tempo per impiattare, poiché richiedono meno abilità rispetto a un piatto piano tradizionale, dove non solo il cibo deve essere presentato in modo efficace, ma dove spesso è anche difficile riempire lo spazio "bianco".


2017, l'anno delle ciotole del cibo

Cosa ha a che fare il Buddha con le ciotole? Che cosa ha in comune "l'illuminato", come viene chiamato nella religione buddista, con recipienti rotondi che contengono cibi liquidi o solidi, possono resistere alle alte temperature e sono spesso tenuti nel palmo della mano?

A 1001 ricette sotto il nome generico di Buddha Bowl, condividono lo stesso armonioso equilibrio tra la perfezione estetica del Buddha (la forma della coppa ricorda quella di un panciuto panciuto di Buddha) e il sapore.

Tipo Buddha bowl, o più semplicemente “ricette di ciotola" in Google e una miriade di suggerimenti, spesso vegano, vengono restituiti, in cui il ingredienti sono ad arte combinato in termini di colore, ben equilibrato proprietà nutritive ed esplosioni di impareggiabile gusto.

I vari ricette di ciotola, i cui ingredienti vengono preparati separatamente e poi combinati secondo una serie di regole riguardanti colore, calorie, cibi compatibili e incompatibili, diete speciali, indennità per intolleranze alimentari e così via, sono praticamente infinite. Ciò che hanno tutti in comune, tuttavia, è la ciotola stessa.

Di varie larghezze, realizzati a mano da artisti e artigiani o prodotti industrialmente, possono essere tenuti nel palmo della mano in stile street food o apparire sulla tovaglia damascata di un ristorante stellato. The bowl trend is a decidedly oriental one, since this vessel is perfect for certain dishes such as exotic rice varieties or ramen, noodles or vegetable soups, but as the trendsetters of international fine dining assure us, people have succumbed to it worldwide.

Mentre bowl mania really broke out in 2016, spreading to all continents, with some very local interpretations, in 2017 it is forecasted to become a stable and continuing trend in domestic kitchens and restaurants, from breakfast to dinner.

So say Baum + Whiteman, the New York consultancy firm headquartered in Brooklyn, which publishes an annual report on up-and-coming fine food and wine trends, whose end of 2016 edition included bowls as one of the following year's trends.

The reasons for this are also psychological, as the same report states: “If you hold a bowl Buddha-like while eating, you are psychologically more prone to mindfulness about your meal. You'll also stand a better chance of catching all the flavors and textures with every bite . and think you're full a lot faster, even if you chuck the white carbs.” This opinion is further endorsed by Baum + Whiteman in their Food and Drink Resources forecasts, which links the success of bowls to the hawaiano trend for poke.

Poke bowls (correctly pronounced “Poh-keh”) reflect the Hawaiian meaning of the word itself – slice and cut – and are actually composed of sliced or diced meat and fish accompanied by sweet and chilli peppers, and vegetables served together in a bowl.

Nell'ovest, acai bowls first sparked this food fad: healthy nutritious bowls of breakfast cereals, fresh and dried fruit and of course acai, the sweet tropical fruit low in calories whose consistency, when reduced to a puree, is very similar to that of ice-cream. Flavour and fashion apart, this trend is greatly boosted by the convenience factor: on one hand, consumers are starting to realise how easy it is to deal with a bowl, perfect for a quick lunch break in the office and, on the professional front, chefs appreciate the fact that bowls take less time to plate up, since they require fewer skills than a traditional flat plate, where the food not only has to be effectively presented, but where it is also often difficult to fill the “white” space.


2017, the Year of Food Bowls

What does Buddha have to do with bowls? What does “the enlightened one,” as he is referred to in the Buddhist religion, have in common with round vessels that contain liquid or solid foods, can withstand high temperatures, and are often held in the palm of the hand?

A 1001 recipes under the generic name of Buddha Bowl, share the same harmonious balance between the aesthetic perfection of Buddha (the shape of the bowl recalling that of a rotund Buddha belly) and flavour.

Type Buddha bowl, or more simply “bowl recipes” into Google and a plethora of suggestions, often vegan, are returned, in which the ingredienti are artfully combinato in termini di colore, well-balanced nutritional properties and explosions of incomparable flavour.

I vari bowl recipes, whose ingredients are prepared separately and then combined according to a set of rules regarding colour, calories, compatible and incompatible foods, special diets, allowances for food intolerances and so on, are practically infinite. What they all have in common, however, is the bowl itself.

Of various widths, hand-made by artists and craftsmen or industrially produced, they can either be held in the palm of the hand in street food style or appear on the damask table cloth of a starred restaurant. The bowl trend is a decidedly oriental one, since this vessel is perfect for certain dishes such as exotic rice varieties or ramen, noodles or vegetable soups, but as the trendsetters of international fine dining assure us, people have succumbed to it worldwide.

Mentre bowl mania really broke out in 2016, spreading to all continents, with some very local interpretations, in 2017 it is forecasted to become a stable and continuing trend in domestic kitchens and restaurants, from breakfast to dinner.

So say Baum + Whiteman, the New York consultancy firm headquartered in Brooklyn, which publishes an annual report on up-and-coming fine food and wine trends, whose end of 2016 edition included bowls as one of the following year's trends.

The reasons for this are also psychological, as the same report states: “If you hold a bowl Buddha-like while eating, you are psychologically more prone to mindfulness about your meal. You'll also stand a better chance of catching all the flavors and textures with every bite . and think you're full a lot faster, even if you chuck the white carbs.” This opinion is further endorsed by Baum + Whiteman in their Food and Drink Resources forecasts, which links the success of bowls to the hawaiano trend for poke.

Poke bowls (correctly pronounced “Poh-keh”) reflect the Hawaiian meaning of the word itself – slice and cut – and are actually composed of sliced or diced meat and fish accompanied by sweet and chilli peppers, and vegetables served together in a bowl.

Nell'ovest, acai bowls first sparked this food fad: healthy nutritious bowls of breakfast cereals, fresh and dried fruit and of course acai, the sweet tropical fruit low in calories whose consistency, when reduced to a puree, is very similar to that of ice-cream. Flavour and fashion apart, this trend is greatly boosted by the convenience factor: on one hand, consumers are starting to realise how easy it is to deal with a bowl, perfect for a quick lunch break in the office and, on the professional front, chefs appreciate the fact that bowls take less time to plate up, since they require fewer skills than a traditional flat plate, where the food not only has to be effectively presented, but where it is also often difficult to fill the “white” space.


Guarda il video: TENDENZE MODA PRIMAVERA ESTATE 2021: in quali TREND PE 2021 investire adesso (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Macaire

    Tui hai torto. Sono sicuro. Cerchiamo di discuterne. Scrivimi in PM, ti parla.

  2. Mill

    Penso che abbiano torto. Scrivimi in PM.

  3. Royden

    Stiamo aspettando un mucchio :)



Scrivi un messaggio